basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Rovereto trova la prima vittoria nel Gold

Successi per le due formazioni trentine nel girone Gold, ma il sabato riserva anche la bruciante mancata vittoria del Gardolo, che sul campo “alieno” di Vela, non riesce a trovare il meritato successo.

Girone Gold

Il Valsugna di coach Galetti, conferma il proprio strapotere nel girone, vincendo per 106-84 contro il Marostica, guadagnandosi anche matematicamente la vittoria del girone Gold con due giornate d’anticipo e potendo così pensare con più tranquillità agli spareggi di promozione. Parte forte la formazione di Pergine, ma la risposta degli avversari è all’altezza, primo quarto che termina sul 27-24. E’ il Q2 che segna un solco fra le due squadre, infatti i padroni di casa tentano una fuga, portandosi sul 53-42 a metà partita. La pausa lunga non porta consiglio ai giocatori della “città degli scacchi”, che anzi subiscono ancora di più la verve offensiva avversaria, suono della penultima sirena che vede cristallizzata la situazione sul 89-59. Inutile il tentativo di rimonta nell’ultimo quota da parte dei veneti, il Valsugana semplicemente amministra il bottino senza complicarsi troppo la vita e chiude con un larghissimo vantaggio che decreta la leadership indiscussa del Valsugana nel girone Gold. Capitan Pisoni con una prova da ricordare, migliore in campo e 22 punti a referto. Bene un ritrovato Della Pietra, che con Frase e Mark Mate Czumbel, tutti e tre a quota 17 punti a testa. C’è ovviamente gloria anche per Erik Norbert Czumbel autore di 15 punti nella serata e per Gaye, in doppia cifra con 10.

Primo successo per il JBK Rovereto in questa fase, che fra le mura amiche regola il Breganze con il punteggio di 78-75, dopo un match equilibrato come nel girone d’andata. Parte nel migliore dei modi la squadra di coach Fumagalli, gli avversari paiono spenti e i roveretani si trovano avanti per 23-8 al termine del primo parziale, grazie anche a quattro triple, Pizzini, Rossaro, Savio e Finarolli. Il Q2 vede la riscossa degli avversari veneti, che trovano buone soluzioni da tre punti in transizione, due bombe ad inizio del quarto ridanno morale e a metà partita il tabellone si ferma sul 38-34, riaprendo il match in pratica. Rientro in campo giocato punto a punto, gli ospiti paiono rientrati completamente in partita e Rovereto soffre parecchio la ritrovata forma avversaria, di fatto le distanze si annullano e al suono della penultima sirena il punteggio è di 54-54. Ultimo quarto perfetto per la squadra della “città della quercia”, Savio trova una tripla provvidenziale ad inizio di parziale. Padroni di casa roveretani sotto di 1 a soli 30” dalla fine, Zamboni ruba palla al play avversario e segna in contropiede. Savio implacabile ai liberi dopo il fallo sistematico degli ospiti, chiude il match e così la formazione roveretana può assaporare il primo successo nella seconda fase. Bene Savio, autore di 19 punti. Pizzini fondamentale, 17 a referto. In doppia cifra anche Finarolli con 14, Matassoni con 13 e Zamboni a quota 10.

Girone Silver

Vittoria del Solesino sul campo della vecchia conoscenza delle trentine Leobasket Lonigo, 66-76. Ospiti avanti nel primo parziale, 19-22, a metà partita le distanze si limano, 32-33. Padroni di casa che sembrano prendere il controllo in mano nel Q3, 51-47. Decisiva l’ultima frazione di gioco, con Solesino che vince, cosa che potrà tornare forse utile alle formazioni trentine impegnate nel girone per evitare l’ultimo posto in classifica.

La Virtus Isola della Scala si sblocca e trova due punti importanti, vincendo per 72-70 contro il forte Creazzo-Araceli. Parte male la formazione veronese, 18-24 dopo il primo parziale. Nel Q2 la Virtus recupera qualcosa, 37-41. Q3 che vede ancora i padroni di casa molto attivi in attacco, gli ospiti soffrono e compromettono il match, 58-56 al suono della penultima sirena. Equilibrato l’ultimo parziale, con la Virtus che porta a casa i primi due punti di questa fase, cosa che complica ulteriormente la situazione al Gardolo e alla Virtus Altogarda.

Occasione persa quella del Gardolo, che sul campo neutro di Vela a Trento, perde per 86-90 dall’Arzignano-Valchiampo, dopo aver lottato strenuamente sino all’ultimo. Prima porzione di gioco equilibrata, con le due formazioni che giocano punto a punto e arrivano alla prima sirena sul punteggio di 18-18. Nel Q2 la formazione in “giallo” guidata da coach Eglione trova le giuste soluzioni offensive, mettendo decisamente il naso avanti, tanto da trovarsi 46-37. Gardolo avanti anche di +16, ma che rovina tutto dopo la pausa lunga, si fa raggiungere dai veneti, che non hanno per nulla accusato il colpo subito nel secondo parziale, al suono della penultima sirena il punteggio è di 65-66. La situazione di equilibrio non giova certo al Gardolo, il campo neutro seppur vicino a casa non aiuta per nulla e la giovane formazione veneta riesce a portare a casa il prezioso bottino, contro un Gardolo che in questa stagione ha fatto anche grandi cose, ma di certo non ha mai trovato continuità. Ottima prova personale per Bisesti, a segno con 25 punti, seguito da Claus con 24. Peccato per l’esito negativo, se non arrivano presto punti preziosi, si concretizza all’orizzonte uno spareggio playout.

Girone Bronze

Continua la corsa dell’XXL Pescantina, vincente per 87-91 sul campo della Telea Medical l'Argine Vicenza. 29 pari il primo parziale, 48-57 a metà partita. Padroni di casa che riaprono al rientro, 75-72 al termine del penultimo parziale. Decisiva l’ultima frazione di gioco e XXL che vince in testa il girone d’andata della poule retrocessione.

Dealers di Cittadella, vincenti contro il Lazise-Peschiera con il punteggio di 65-54, che grazie a questi due punti e alla contemporanea sconfitta dei concorrenti dell’Argine di Vicenza, si portano in seconda posizione in classifica del girone. Partono male i giocatori della formazione fondata dai mercanti di bestiame di Cittadella, 8-17 dopo il Q1. Riprendono in mano il bandolo della matassa nel Q2, 34-23 a metà partita. Ancora avanti dopo la pausa lunga, 55-41 ai 30’ di gioco. Perso ma amministrato nel migliore dei modi l’ultima frazione di gioco. Lazise-Peschiera in crisi di risultati, assieme ad Europa Bolzano e Night Owls Trento, rischia la retrocessione diretta se le cose non cambiano presto.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,922 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video