basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Al Valsugana la 23° coppa Trentino-Alto Adige

La finale della 23° edizione della Coppa Trentino-Alto Adige, va al Valsugana di coach Galetti, che sconfiggendo per 96-80 un valorosissimo ed indomabile Gardolo, entra nella storia del basket regionale, iscrivendo il proprio nome per la prima volta nell'albo d’oro del Memorial Zanelli.

La partenza non è di quelle che ti aspetti, con il Valsugana subito avanti a stritolare l’avversario di turno, ma tutto il contrario. Il gardolotto Molo rompe il ghiaccio, pericoloso nei primi due minuti di gioco, a segno con due triple. Risponde il gigante Pisoni onnipresente sottoplancia e successivamente Gaye con una tripla. Anche se i padroni di casa del Valsugana paiono favoriti, è chiaro che il Gardolo venderà cara la pelle. La spinta iniziale dei “gialli” si infrange nella difesa avversaria, due triple consecutive di Ndaw Saliu mettono in fuga la formazione di Pergine. Il primo parziale va in archivio sul 34 a 17 e si prospetta una possibile disfatta.

Gardolo che nel Q2 riprova con le bombe, Savoia e capitan Gambino provano a recuperare con i sei punti guadagnati, ma il Valsugana non molla, rispondendo con un millimetrico Frase, anche per lui due triple. Ottimo quarto per entrambe le squadre, il Valsugana non scappa, e il Gardolo rimane in partita, 62-46, il divario si è allungato di una sola lunghezza, non di certo come speravano i padroni di casa. Dopo la pausa lunga le due formazioni giocano più contratte, ritmo meno elevato, ma Gardolo regge e gioca alla pari, nonostante altezza, centimetri ed esperienza degli avversari, si giunge al suono della penultima sirena con il punteggio di 83-57, distanze invariate.

Ultima frazione di gioco con tentativo della formazione di coach Galetti di chiudere il match, ma il Gardolo gioca bene, il condottiero Eglione sa il fatto suo, anche se ha davanti un avversario tosto. I giocatori del Valsugana giocano duro contro il motore dei “gialli”, De Lorenzi finisce spesso a terra, essere il più piccolo in campo non aiuta in questa battaglia contro i giganti. Anche questo parziale viene giocato punto a punto e si conclude a lunghezze invariate. Il cuore dei giocatori di Eglione è enorme, hanno giocato alla pari per gli ultimi trenta minuti di gioco, uscendo a testa alta al termine di un ottimo match. Il Valsugana di coach Galetti, dopo aver dominato la regular season, si porta a casa il primo trofeo della sua giovane storia, scrivendo il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione, davanti ad un palazzetto da tutto esaurito.

Nel Valsugana, Erik Czumbel a quota 17, seguito da Gaye con 15, Ndaw Saliu e Pisoni con 13, fondamentale ai rimbalzi, dominatore del pitturato. Frase e Mark Czumbel concludono con 12 punti a testa e Adobah con 10.. Nelle fila del Gardolo, soddisfazioni personali per Bisesti a quota 21, De Lorenzi con 14 e Bianchi con 10.

ALBO D’ORO:
2002 PIANI BOLZANO
2003 VIRTUS RIVA
2004 ARCOBASKET
2005 ARCOBASKET
2006 B.C. GARDOLO
2007 ARCOBASKET
2008 SAN MARCO
2009 VIRTUS RIVA
2010 PIANI BOLZANO
2011 B.C. GARDOLO
2012 B.C. GARDOLO
2013 B.C. GARDOLO
2014 CUS TRENTO
2015 B.C. GARDOLO
2016 PIANI JUNIOR
2017 CUS TRENTO
2018 PIANI JUNIOR
2019 VIRTUS ALTOGARDA
2020 non disputata
2021 B.C. GARDOLO
2022 B.C. GARDOLO
2023 VIRTUS ALTOGARDA
2024 VALSUGANA BASKET

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,047 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video