basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

La maledetta domenica del Gardolo

In gara 1 dello spareggio per rimanere in Divisione Regionale 1 fra il Gardolo e la Virtus Venezia, la formazione di coach Eglione incappa in domenica pomeriggio maledetta e perde per 74-75 negli ultimi secondi.

Formazione di casa in maglia gialla che parte con il quintetto formato da Molo, Savoia, Bisesti, Spinelli e Gecele. Gecele subito avanti, anche se i veneziani pareggiano nell’azione successiva. E’ la tripla di Spinelli a dare entusiasmo e ben presto il Gardolo si porta sul 7-2, grazie al canestro di Savoia. Gli ospiti reagisco al meglio e trovano il controsorpasso, portandosi sul 7-10. Punto a punto si arriva al termine del primo quarto sul punteggio di 16-17, con Gardolo salvato da Bisesti sul finale.

Secondo parziale che viaggia nel segno dell’equilibrio fra sorpassi e controsorpassi. Due triple in sequenza di Bisesti fanno arrivare il Gardolo a quota 24. Sussulto nella panchina di Eglione, grazie alla tripla di Molo e al successivo canestro di De Lorenzi, 31-29 a 4’ dal termine. Ad 1’ e 40” dal giro di boa, Savoia trova la tripla del 36-31. Calo di tensione nelle fila del Gardolo, i veneziani rientrano in partita e a metà partita il punteggio è di 36-35.

Anche nel Q3 sembra che l’equilibrio fra le due formazioni sarà il leitmotiv del match, entrambe le formazioni hanno paura di perdere. Dopo 3’ minuti di gioco, De Lorenzi con un’azione personale dopo aver rubato palla, fa il Coast to Coast del campo per il 44-41. Spinelli guadagna un rimbalzo successivo ad una tripla sbagliata di Bisesti e il Gardolo si porta sul 46-41, forse il miglior momento per i padroni di casa. Una tripla dei veneziani però riporta tutto in parità sul 46-46. Spinelli in contropiede riporta i “gialli” in vantaggio, 48-46. Nuovamente in vantaggio i veneziani e il Gardolo trova il pareggio con una pregevole incursione di A Beccara sul 50-50. Due liberi per parte chiudono il terzo parziale, 51-51.

Q4 che vede gli ospiti partite meglio, ma con Spinelli le distanze si riducono a 55-56. Poi Molo in contropiede riporta in vantaggio i suoi, 59-58. A 5’30” De Lorenzi infallibile dalla lunetta, 61-58. Ancora Molo guadagna un rimbalzo in attacco e il Gardolo si porta sul 63-58. La Virtus Venezia si riporta sotto, 63-62. La tripla di De Lorenzi a 3’30” dal termine, mette i suoi in una buona condizione di vantaggio, 66-62. Errore grave ed ingenuo in una ripartenza e i veneziani ricuciono, ma Gardolo guadagna terreno, 68-64 grazie a Bisesti a 2 minuti dal termine. Venezia con un tiro libero arriva al 68-65. Ancora gli ospiti per il 68-67 ad 1’30” dal termine e time out doveroso per entrambe le panchine. De Lorenzi su azione personale si porta a quota 70 e guadagna pure un fallo e infila il tiro libero, 71-69 a 57” dal termine. Tripla del forte veneziano Montagner per il 71-72 a 24 infiniti secondi dalla sirena. La tripla di Savoia fa esultare la panchina del Gardolo, sul 74-72 e il match pare finire così, ma una nuova tripla allo scadere sempre di Montagner regala la vittoria alla formazione allenata da coach Nardelli.

Spinelli il migliore nella formazione di Trento nord, 21 punti a referto. In doppia cifra anche Bisesti con 15 e De Lorenzi con 13. Gardolo sfortunata, non è di certo la sua stagione migliore, panchina corta con Gecele e De Lorenzi acciaccati, Trivarelli che osserva le partite dalla tribuna. Qualche errore grossolano specie sulle ripartenze, più di un giocatore libero non servito a dovere in più di un contropiede. Nulla è perduto, la Virtus Venezia non è insuperabile, il Gardolo in questa stagione ha superato ostacoli più alti, ma il meccanismo pare essersi rotto dopo la bella finale di coppa dove ha tenuto testa al Valsugana.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video