basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Penultima giornata del girone d'andata

La decima e penultima giornata del girone d'andata, prevede vari match interessanti che potrebbero risolvere o aggravare alcune situazioni in classifica.

Trasferta che può essere insidiosa quella a Lonigo per il JBK Rovereto, specie dopo la sconfitta interna patita contro il Valsugana Basket nello scorso turno. La formazione di Lonigo non è particolarmente forte, il penultimo attacco come media, 69,3 punti a partita, ma il suo forte è la difesa, soltanto 70,5 punti subiti di media, inferiore soltanto a quella della corrazzata Valsugana. Sarà una prova di maturità per la formazione di coach Fumagalli, chiamata a reagire nel migliore dei modi, dopo aver subito la prima sconfitta in campionato.

Leobasket (4-4) – JBK (8-1)
Sabato 25/11

L’anticipo del sabato prevede anche la sfida fra le formazioni che occupano le non invidiabili due ultime posizioni in classifica. I padroni di casa veneti l'XXL Pescantina, sono soltanto l’ombra di quella che era la formazione che era stata promossa in serie C Silver due anni fa, infatti ora annaspano in questa serie, anche se hanno trovato due belle vittorie contro Gardolo e Night Owls. Attacco dei veneti che produce 70,6 punti partita, contro i soli 62 della formazione dell' Europa Basket di coach Santangelo. Bolzanini dotati della peggior difesa del campionato, sino ad ora, i “vichinghi” incassano un media di 88.7 punti a match. Occasione più che ghiotta per la formazione di Pescantina per respirare in classifica, ma al contempo anche occasione da cogliere al volo per i bolzanini, reduci da sette turni negativi.

XXL Pescantina (2-6) – Europa Bolzano (1-7)
Sabato 25/11

Unico derby veneto della decima giornata, è quello che vede contrapposte la Virtus Isola della Scala al Lazise-Peschiera, con i padroni di casa, saldamente in terza posizione, mentre i “lacustri” navigano nella parte destra del tabellone e ancora non hanno trovato le giuste soddisfazioni in questa stagione. Virtus Isola dotata di un buon attacco, ma soltanto il quinto in classifica generale, con media di 77 punti partita, ma con difesa che subisce 73,1 punti, la quarta miglior difesa del campionato. Ben diverso il discorso per il Lazise/Peschiera, ottavo attacco del campionato, con media di 71 punti partita e nona difesa della stagione, 79,6 punti subiti per match. Tutte le formazioni trentine di testa sperano nello sgambetto fuori casa, ma la Virtus Isola pare abbastanza solida e lanciata in questo momento, difficilmente si farà sorprendere, dopo un filotto di cinque vittorie di seguito e soprattutto l’occasione per tenere a distanza il Gardolo o la Virtus Alto Garda, sue dirette inseguitrici, che proprio in questo turno dovranno confrontarsi.

Virtus Isola della Scala (6-2) – Lazise/Peschiera (2-6)
Sabato 25/11

Posticipo domenicale da leccarsi i baffi per i Night Owls Trento, che ospiteranno fra le mura amiche i Buster Verona, davanti di una sola posizione in classifica. La formazione di coach Caldara ha dimostrato di essere capace di qualsiasi impresa in questi ultimi tre turni, e infilare un poker di vittorie di seguito, vorrebbe dire rilanciare la propria posizione e magari ambire a diventare quantomeno la “mina vagante” del girone. Nulla di impossibile per Comparini & soci, quarto attacco in classifica, 78.6 punti di media. Punto debole la difesa, la decima in classifica, falsata però dai tre overtime giocati e dalla brutta sconfitta patita contro il Valsugana ad inizio stagione, quasi 100 punti subiti. La forza dei “gufi” sta nella freddezza nei tiri liberi, con medie anche dell’80% (ne sa qualcosa la Virtus di coach Ferraglia) e l’entusiasmo del collettivo, guidato da un bravo coach, sempre pacato ma strategicamente preparato e la visione di gioco del “prof” Comparini in campo. Inutile dire che i colleghi trentini, tiferanno per coach Caldara e i suoi, la vittoria dei “gufi” eviterebbe la fuga in avanti dei veronesi in classifica e rimescolerebbe molto la classifica.

Night Owls (3-5) – Buster Verona (4-4)
Domenica 26/11

La partita più delicata sarà quella del posticipo del martedì sera, che vedrà affrontarsi due delle deluse di questa stagione, il Gardolo, che è incappato in una serie negativa di ben cinque sconfitte consecutive. Anche la formazione della Virtus Alto Garda, guidata da coach Ferraglia, non se la vede molto bene, nel suo piano di recupero punti per avvicinare la vetta, aveva messo a preventivo la vittoria contro i Night Owls, ma così non è stato, i “gufi” infatti hanno espugnato Riva agli overtime, un po' inaspettatamente. Gardolo in attacco ha una media di 73.4 punti partita, in difesa 71.8, un buon dato visto che si tratta della terza in classifica generale. Virtus con il secondo attacco del girone, media di 83.5 punti a match, difesa a volte non così esemplare, 76.8 punti partita, la sesta in classifica. Ottima esperienza su entrambe le panchine, Eglione e Ferraglia sono due “cavalli” di razza. Sfida nella sfida, l’ex Bailoni che ritorna a giocare sul campo che lo ha visto protagonista per varie stagioni. Un precedente in questa stagione, in Coppa, quando a settembre la Virtus, in casa, sconfisse il Gardolo per 89-72.

Gardolo (3-5) – Virtus Alto Garda (4-4)
Martedì 28/11

Riposa: Valsugana Basket (8-1)

La classifica

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,203 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video