basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Vittoria sofferta per il JBR salvata da Matassoni

Trasferta più complicata del previsto per il JBR Rovereto, che vince, ma non convince, sul campo di un’agguerritissima Night Owls Trento, ancora ferma a zero punti.

Padroni di casa che partono con il piglio giusto, Zini infatti va subito a segno. La formazione guidata da coach Fumagalli non si lascia intimorire, reagisce bene e riesce a portarsi avanti. Sul massimo vantaggio nel parziale, i roveretani subiscono la tripla di Scribanis, autore di un tiro pregevole, che salva i propri, chiudendo il parziale sul 13-14. Nel Q2 i roveretani, grazie a due canestri di Matassoni e una tripla di Vinante, sembrano voler scappare via, ma coach Caldara dalla panchina e il “prof” Comparini non ci stanno, il parziale non vede prevalere nessuno e i padroni di casa, grazie anche ad una tripla di Broggio, rimangono incollati agli ospiti, 30-31 a metà partita. Il rientro in campo è favorevole ai padroni di casa; infatti, i “gufi” vogliono a tutti i costi la prima vittoria in campionato e operano il sorpasso, 54-48 al suono della penultima sirena. Coach Fumagalli, da esperto del parquet, sa benissimo cosa vorrebbe dire una sconfitta inaspettata contro una delle ultime in classifica e nei time out tira le orecchie ai propri, spronandoli a dare il massimo. A quel punto sale in cattedra Matassoni, autore di ben 10 punti nell’ultimo parziale, di cui 7 dalla lunetta, con una percentuale finale di 64% ai tiri liberi. Sono proprio due liberi di Matassoni che regalano gli agognati due punti alla formazione roveretana, che vince per 72-74 e che rimane incollata alla vetta della classifica, in coabitazione con il sorprendente Gardolo e in attesa di notizie della Virtus Alto Garda. Onore delle armi ai Night Owls, autori di un match intenso, con statistiche al tiro alte e tanta grinta in campo. Fra i “gufi”, in doppia cifra Bello e Broggi a quota 10, seguiti da Brunello e dal veterano Comparini, entrambe a quota 9. Fra i roveretani, Matassoni "Man of the match", autore di ben 27 punti, seguito da Finarolli, anch’esso in doppia cifra, a quota 10.

Nei due derby veneti, non c’è pace per la retrocessa l’ XXL Pescantina, si fa sorprendere in casa dal Leobasket Lonigo con il punteggio di 56-62, rimanendo a zero punti dopo tre turni.

Nell’altro derby veronese, il Buster Verona sconfigge il Lazise-Peschiera, con il punteggio di 83-62, risultando così la prima delle formazioni venete in classifica nel girone D.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,172 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video