basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Valsugana padrona, Night Owls sempre più pericolosi

Nona giornata del girone d'andata, che vede più di una sorpresa. Se la vittoria del Valsugana contro la capolista JBR Rovereto era in qualche maniera prevedibile, non lo erano le sconfitte del Gardolo per mano del Leobasket e sopratutto la terza vittoria di seguito dei Night Owls Trento, anche questa volta ai supplementari.

Il Peschiera-Lazise vince agevolmente contro l'XXL Pescantina, con il punteggio di 84-70. Seconda vittoria in campionato per la formazione lacustre, che trova un pò di serenità dopo le varie sconfitte subite. Certo la classifica di questa stagione è ben diversa di quella dell'anno scorso, con la formazione del lago di Garda capace di insediare i primi posti in palio.

Virtus Isola della Scala corsara sul campo del Buster Verona, 76-80, punteggio che permette alla formazione della bassa veronese, di posizionarsi in terza posizione in classifica in solitaria, oltre ad essere la prima formazione veneta nella classifica provvisoria.

Il Gardolo si imbatte nella quota sconfitta di seguito, perdendo sul parquet di casa con il punteggio di 62-70, per mano del Leobasket Lonigo. Parte bene ala formazione guidata da coach Scala, subito avanti per 16-19. Nel Q2 non c'è la giusta reazione della squadra di coach Eglione, la bruciante sconfitta nel derby pesa psicologicamente e a metà partita il punteggio è di 30-37. Con il rientro dalla pausa lunga arriva un'accenno di reazione da parte dei padroni di casa, i quali grazie anche al buono stato di grazia di Bisesti, riescono a ridurre il divario, 45-49 al suono della penultima sirena. Ultima frazione che vede gli ospiti più lucidi, saper contabilizzare al meglio il vantaggio acquisito e riuscire anche a guadagnare prezioso terreno, sino al finale di 62-70, che certifica la crisi del Gardolo, che dopo la bella vittoria contro il Valsugana, non ha più trovato serenità in campo. Soltanto Bisesti in doppia cifra, 25 punti a referto, grazie anche a 4 triple. Anche il fatto che un solo uomo del Gardolo sia andato in doppia cifra, è indice del momento difficile che stanno passando i "gialli" di Trento nord.

Il noto detto «non c'è due senza tre», viene confermato dalla vittoria agli overtime, la terza di seguito, da parte dei Night Owls Trento, sul campo della Virtus Alto Garda, con l'incredibile punteggio di 103-106. La formazione di coach Caldara, galvanizzata dalla vittoria nel derby di Trento ai supplementari, inizia molto bene il match, andando in chiusura del primo parziale sul punteggio di 17-27. Padroni di casa tramortiti, ma che grazie alle strategie di Ferraglia, riescono a reggere l'urto, giocando un buon secondo parziale, lasciando pochissimo agli avversari, comunque capaci di guadagnare ancora un punto, grazie anche alle pesantissime quattro triple, una di Avino, due di Lazzari e una del play Morandi, 45-56 alla pausa lunga. Anche nella ripresa, i "gufi" sono particolarmente arrembanti in attacco, capaci di guadagnare ulteriore terreno, le due ultime triple di Broggio sembrano destinate a chiudere il match, 67-80 allo scadere dato dalla penultima sirena. Quando ormai il match sembra segnato, i padroni di casa ritrovano fiducia, la difesa dei Night Owls pare impenetrabile, il gap viene quindi ridotto grazie a tre tiri da oltre l'arco, uno di Bailoni e due di Frattarelli, che riportano il match su binari più equilibrati. L'attacco dei "gufi" pare ingolfarsi, di fatto non ha più la stessa spinta inziale e i padroni di casa si avvicinano a passi giganti. Due triple di Broggio e un libero dell'implacabile "prof" Comparini, salvano i propri dal ritorno di fiamma dei padroni di casa, 88-88 e le due formazioni vanno agli overtime. Primo tempo supplementare, dove l'equilibrio regna sovrano, i "gufi" si affidano alla freddezza del "prof" Comparini dalla lunetta, che grazie ai suoi 5 punti del parziale, arrivano al punteggio di 97-97, che manda le due formazioni ad un secondo supplementare. Nel secondo overtime, padroni di casa che vedono protagonista Frattarelli, autore di due canestri, ma la freddezza e precisione nei liberi da parte degli ospiti, che segnano 9 punti dalla lunetta, regala il terzo successo consecutivo ai Night Owls, che si dimostrano particolarmente solidi ai supplementari e capaci di gestire situazioni nervose. Chiudono la partita tre liberi degli ospiti, con Comparini e due di Fronza. Altra serata da incorniciare per il veterano Comparini, in stato di grazia, 22 punti a referto, con 12 su 15 dai liberi. Bene Lazzari a quota 19, il capitano è sempre più meccanismo fondamentale della sua formazione. Benissimo Broggio, autore di 17 punti, 5 triple per lui. C'è tanta gloria anche per Avino e Morandi, entrambe a referto con 11 punti a testa. In totale i "gufi" ai tiri liberi portano a casa la percentuale di 79%. Tra i rivani, ottima prova di Frattarelli, autore di 29 punti. Lo seguono Lever e Potrich, entrambe a quota 17, Bailoni a quota 15 e Vignali con 10. La sconfitta un pò inaspettata, scombussola il piano della Virtus, che ragionava già alla trasferta a Gardolo nel prossimo turno.

Si interrompe il sogno di imbattibilità per il JBR Rovereto, che sul parquet di casa viene sconfitto dal Valsugana Basket, con il punteggio di 75-93, Solita partenza a razzo tipica della formazione di coach Galetti, 18-27 dopo il primo parziale. Equilibri molto simili anche nel corso del Q2, con gli ospiti che guadagnano ulteriore terreno, 36-50 a metà partita. Con il rientro in campo la squadra di casa allenata dal coach Fumagalli, accusa il colpo e subisce il momento più delicato, arrivando al suono della penultima sirena con il punteggio di 48-71. Inutile il tentativo di rimonta dei padroni di casa durante la quarta frazione, la formazione di Pergine lascia solo le briciole agli avversari, chiudendo il match sul definitivo e mai messo in discussione, 75-93. Roveretani che vedono Matassoni a segno con 15 punti, seguito da Finarolli con 13, Zamboni e Vinante a quota 10 a testa. Gaye, come preventivato da Fumagalli alla vigilia, il più pericoloso, 27 punti a referto, grazie anche a 4 triple. Sempre fra le fila perginesi, segue Czumbel Norbert a con 15, Della Pietra con 12, Ndaw Saliou e Frase a quota 11, Pisoni trova spazio nel tabellino arrivando a referto con 10 punti.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,094 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video