basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 1

Soltanto Rovereto e Valsugana senza tentennamenti

Settimo turno di ritorno che vede gioire soltanto il Valsugana e il JBR Rovereto, che grazie alle vittorie consolidano le proprie posizioni di vertice in classifica.

La capolista Valsugana travolge in casa l'Europa Bolzano, con il netto punteggio di 96-51. Inizio partita dei soliti per la "scuola" Galetti, i suoi si portano subito avanti di 29-13, scena già vista varie volte in questo campionato. Meno pressione offensiva da parte della formazione di Pergine nel secondo parziale, ma che comunque permette ai padroni di casa di consolidare il vantaggio acquisito, 53-26. Dopo la pausa lunga, appare chiaro che la capolista vuole chiudere il match nei 30 minuti, per poi amministrare il largo vantaggio. La squadra di Santangelo ce la mette tutta, ma il Valsugana ormai è di un'altra categoria e al suono della penultima sirena, il tabellone si ferma sul punteggio di 78-36, con partita praticamente chiusa. Ultima frazione dove i padroni di casa non sono più interessati a tirare, mancando anche di poco quota 100, di certo alla portata in questo incontro. Mattatore della serata, il padrone di casa Ndaw Saliou, autore di 21 punti. Lo seguono i compagni Gaye con 17, Pisoni a quota 16, Zobele 15, Erik Norbert Czumbel a quota 11 e il nuovo acquisto Adobah per la prima volta in doppia cifra a 10 alla sua terza partita in questo campionato. "Vichinghi" bolzanini con percentuali basse, Russo a quota 12, Stefani e Abrami, entrambe con 10.

Ottima prova di carattere quella del JBR Rovereto, che in casa sconfigge il Lazise-Peschiera, con il punteggio di 87-74, consolidando così la propria posizione in classifica. Buono il primo parziale per la squadra di coach Fumagalli, avanti di 21-14, grazie anche a quattro triple di Mokoi, Morellato, Vinante e la conclusiva di Zamboni, miglior inizio non poteva esserci. Positivo anche se meno efficace il Q2 nel bilancio dei roveretani, che comunque continuano a guadagnare terreno, spicca la prova personale di Savio, due triple e i primi cinque punti della frazione hanno la sua firma. A metà partita il punteggio si ferma sul 47-34. Il rientro dagli spogliatoi, non momento nel quale i roveretani potevano chiudere il match trovandosi avanti di +18, si dimostra pericoloso, con un possibile rientro della più modesta formazione veneta, che di fatto riapre parzialmente il match, arrivando ai 30' di gioco con il punteggio di 64-55. Ultima frazione dove l'inerzia cambia grazie anche alla bella tripla di Matassoni. Ai tiri liberi i roveretani non sbagliano nulla e portano a casa due punti preziosi, in un match che però avrebbero potuto chiudere molto prima. Bene Savio, Mokoi e Pizzini, autori di 16 punti a testa, in doppia cifra anche Matassoni con 11. Oltre alla bella e meritata vittoria, per i roveretani c'è la buona notizia del rientro di Finarolli, assente dal 9 dicembre, dove si infortunò al quinto minuto dell'incontro con l'XXL, oggi rientrato per la prima volta, sedici minuti giocati e a segno con 7 punti.

Gardolo che tenta il colpaccio, mancandolo di pochissimo, sul campo della Virtus Isola della Scala, dove esce sconfitto per 88-83 per mano della terza forza del campionato, che così consolida la propria posizione in vista dei playoff. Padroni di casa che partono bene, ma Gardolo incalza, non si lascia intimorire e grazie alla tripla sul finire di Bisesti, resta incollata agli avversari, 25-23 dopo la prima ed entusiasmante frazione di gioco. Nel Q2 gli uomini di coach Eglione mostrano qualche titubanza, realizzano poco in azione e i padroni di casa guadagnano terreno preziosissimo, 50-35. Con il rientro in campo dalla pausa lunga, cambia la musica in casa dal Gardolo, anche se deve subire la perdita per infortunio di Trivarelli. I giocatori in giallo guidati da capitan Gambino, iniziano a crederci e a realizzare punti importanti. Quattro triple equamente divise fra Savoia e Claus, riportano i giocatori di Trento Nord in partita, 68-62 allo scadere segnato dalla penultima sirena. Ultimo quarto con i padroni di casa che danno il 200% per non farsi sorprendere, hanno capito che il Gardolo non vuole perdere, rispondono punto a punto e reggono anche alle due ultime triple di Claus e Savoia, chiudendo sul definitivo 88-83. Ottima prova per Claus, autore di 27 punti e tre triple. Benissimo anche Bisesti, 22 punti per lui. In doppia cifra anche Savoia con 11. Peccato per il Gardolo, poteva farcela, ma forse era chiedere troppo, specie se pensiamo alla perdita di Trivarelli.

Brutto scivolone della Virtus Alto Garda sul campo di un ritrovato XXL Pescantina, che vince con il punteggio di 71-63. Parte abbastanza bene la formazione di coach Betta, in vantaggio per 16-18 dopo la prima frazione di gioco. Nel Q2 va ancora meglio per la formazione di Riva del Garda, infatti riesce a guadagnare ulteriore terreno, andando alla pausa lunga sul punteggio di 30-36. Il rientro in campo è pessimo per la Virtus, che subisce un pericoloso rientro da parte dei padroni di casa, capaci di recuperare una decina di punti, 55-51. Lo shock è troppo forte e in varie occasioni la formazione di Pescantina si è dimostrata pericolosa con le trentine e anche nell'ultima frazione, Bailoni e soci non mostrano il meglio di se, andando a perdere un match importante, che poteva permettere di rientrare in qualche modo per la lotta al quarto posto. Frattarelli il più prolifico dei suoi, autore di 14 punti, seguito da Stevan a quota 13 e sempre più costante nel suo apporto al collettivo. Potrich si vede in doppia cifra con 12, Bailoni a quota 10, non di certo la sua partita migliore.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,562 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video