basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 2

Penultima fatale per le altoatesine ma non per il Cus

Decima e penultima giornata di regular season che vede le sconfitte di entrambe le formazioni altoatesine, entrambe ad un passo dai playoff, con il Bressanone che deve rimandare il tutto al prossimo turno. Speranze al lumicino per i Not In My House, avrebbero dovuto sorprendere la capolista in un momento di distrazione, ma così non è stato.

Il Maia Merano, ad un passo dalla qualificazione ai playoff, va a complicarsi la vita, perdendo per 91-51 dal forte Civezzano, seconda forza del campionato e che mostra chiari interessi verso i prossimi impegni stagionali. Partita mai messa in discussione, che parte subito in salita per gli uomini di coach Zampedri, prima frazione di gioco che termina sul 24-16. Meno pesante il Q2, ma di certo i meranesi non sono così pericolosi come all’andata quando vinsero, a metà partita il tabellone si ferma sul 43-31. Con il rientro in campo assistiamo ad un tentativo di riscatto da parte degli ospiti, che erodono di poco il prezioso vantaggio della formazione di coach Orempuller, al suono della penultima sirena il punteggio è di 56-46. Lo strapotere del Civezzano si mostra tutto nell’ultimo quarto, con la formazione della Valsugana che macina punti importanti e il Maia Merano rimane stritolato, +31 in dieci minuti. Giacometti del Civezzano mattatore della serata, 27 punti a referto, lo segue Ntiamoah con 19 e Dapic a quota 12. Nella formazione della città del Passirio, soltanto Buciol in doppia cifra, 16 punti nella serata negativa.

Il Bressanone, ad un solo passo dalla qualificazione matematica ai playoff, deve rinviare i festeggiamenti, andando a perdere sul campo della diretta avversaria San Marco Rovereto, con il punteggio di 75-73, riaprendo le possibilità proprio ai roveretani per il passaggio di turno. Parte troppo forte la formazione di coach Debiasi per Vignudelli & Co., avanti di 21-14 dopo i primi dieci minuti. Il Q2 vede la reazione degli ospiti, i brissinensi infatti riescono a contenere l’esuberante attacco roveretano, rispondendo al meglio e riaprendo il match, 40-36. Anche dopo la pausa negli spogliatoi, gli ospiti si fanno mano a mano pericolosi, pareggiando i conti con gli avversari e al suono della penultima sirena la situazione è sul 50-53. Quando ormai il match sembra virare verso le sponde brissinensi, il San Marco tira fuori le ultime energie e la forza e l’orgoglio permettono a questi di portarsi a casa due punti che finita la stagione potrebbero risultare più che preziosi. Dellantonio autore di una partita senza sbavature, 16 punti a referto, seguito dai compagni Vugdalic e Silvani entrambe a quota 12. Brissinensi che vedono in Feichter l'uomo più pericoloso, 21 punti. Bene anche Freguja con 17, Beltrami 12 e Rausa con 11.

Il Cus Trento raccoglie due punti preziosissimi, vincendo sul campo del Paganella Lavis per 57-60, tesoro che al momento permetterebbe agli universitari di Trento l’accesso ai playoff. La squadra di coach Magno riesce subito a portarsi avanti, 15-19 dopo la prima frazione di gioco. Gli uomini di De Stradis non riescono ad accorciare nel Q2, infatti gli universitari scappano e si portano sul 27-34 a metà partita. E’ con la ripresa che gli “squali” si fanno pericolosi, infatti recuperano 3 preziose lunghezze, 40-44 alla penultima sirena. Positivo anche l’ultimo quarto per i padroni di casa, ma non abbastanza per aggiudicarsi il match e ripetere l’esito del turno d’andata. Formazione di Lavis che vede in doppia cifra Pisoni e Kulyas a 11 punti, Nardon con 10. Righini il migliore in campo, 16 punti, seguito da Filippini con 12.

Sconfitta casalinga e secondo posto in classifica che sfuma per i Blue Bear Villazzano, che perdono in casa il derby contro la nobile decaduta Villazzano, con il punteggio di 46-49. Partono abbastanza bene gli “orsi blu” di coach Valla, avanti per 13-10 dopo la prima frazione di gioco. Nel Q2 gli ospiti guidati da Speziali, sembrano avere una marcia in più e agguantano così gli avversari e a metà partita le due formazioni si trovano sul punteggio di 23-26. Rientro in campo che denota un calo clamoroso delle percentuali in attacco da parte dei padroni di casa e i “cugini” non possono far altro che prenderne atto e guadagnare ulteriore terreno sino al suono della penultima sirena, che cristallizza il tutto a 27-35. Ultima frazione da vero derby, Blue Bear in attacco a cercare di recuperare punti, ma gli ospiti non si lasciano intimorire e chiudono il match sul definitivo 46-49, ribaltando quanto avvenuto nel girone d’andata. Padroni di casa in doppia cifra con Mastrangeli e Ropele, entrambe a quota 12. Nel Villazzano, bene Dorigoni con 15 punti e Piffer a quota 10. Blue Bear che perdono l’occasione della conquista della seconda piazza, Villazzano che trova due punti più importanti per il morale che per la classifica, rimangono comunque al quinto posto.

Sconfitta casalinga per i Not in My House patita per mano della capolista Pergine, che vincendo per 49-65 dimostra che anche se ampiamente vincitrice della regular season, la fame non è ancora finita. Il primo parziale è emblematico, 9-19 a favore degli uomini di coach Delibori. Seconda frazione di gioco che non va meglio, a metà partita le due formazioni si trovano sul 17-33. Con il rientro dalla pausa lunga, ci provano i padroni di casa guidati da coach Rufini, ma Pergine risponde colpo su colpo e guadagna ancora, 31-50 allo scadere dei 30' di gioco. I padroni di casa riescono soltanto a vincere, ma senza dominare, l'ultimo quarto. Ottima prova per Costanzo fra i padroni di casa, a segno con 28 punti, lo segue Franceschi con 10. Nelle fila perginesi, Zampredri in gran forma con 20 punti, Delibori a 15 e Dallaserra con 12. "Gufi" che dopo questa sconfitta possono pressoché dire addio ai playoff, ad una sola giornata dal termine, la classifica li vede svantaggiati rispetto ad altre formazioni.

Pergine, Blue Bear, Civezzano, Red Fox Mori e Civezzano, già qualificate matematicamente ai playoff. Il Maia Merano è al sesto posto, deve solo attendere cosa succede sugli altri campi, ma la qualificazione è pressoché certa. Cus Trento, San Marco Rovereto e Bressanone a pari punti, Not In My House con due punti in meno, in quattro a contendersi gli ultimi due posti in palio nell'ultima giornata.

La classifica

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,312 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video