basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 2

A gioire alla fine sono Bressanone e Rovereto

Regular season che si chiude con l’undicesima giornata del girone di ritorno, che vede gioire il Bressanone e il San Marco Rovereto, ultime qualificate ai playoff. Interessante l’esito della disputa fra le prime due della classe, con il Civezzano che si prende il lusso di sconfiggere la capolista.

Colpaccio nell’anticipo dell’ultima giornata di regular season per il Bressanone, che dopo un match perfetto, vince per 81-76 contro i diretti concorrenti dei Not in My House, guadagnandosi un posto per i prossimi playoff. Equilibrato, forse come da copione per un match di questo genere, il primo quarto, 17-17. Nel Q2 gli ospiti, guidati da Rufini, prendono coraggio e riescono a guadagnare terreno, 34-36 a metà partita. Il rientro in campo per Vignudelli e compagni è dei migliori, la situazione si ribalta e i padroni di casa guadagnano terreno importante, 61-55 al suono della penultima sirena. Ultima frazione di gioco con gli ospiti che fanno leggermente meglio dei brissinensi, ma non abbastanza per vincere e ipotecare un possibile posto al sole per i playoff, cosa che invece va ai padroni di casa. Nelle fila brissinesi, in luce Beltrami con 16 punti, seguito da Bertoluzza con 14, il trio Feichter, Freguja e Lazzarotto a quota 13. Fra i “gufi” di Trento, in doppia cifra ci vanno Costanzo con 20, Franceschi a quota 13, Cagol e Maccani entrambe con 12.

Lo scontro fra le prime due della classe se lo aggiudica l’inseguitrice Civezzano, che regola con un bel 77-62 la capolista Pergine, che incappa nella seconda prova negativa della stagione, non lontana dalla sconfitta patita in casa per mano dei Blue Bear a febbraio. Uomini di coach Orempuller avanti già al termine del primo quarto di gioco, 17-15. Il Q2 vede un’arrembante Pergine di coach Delibori, prendere in mano la partita, almeno momentaneamente, 33-37 a metà della disputa. Quando il match sembra indirizzarsi a favore della capolista, i padroni di casa giocano un ottimo parziale, mettendo in crisi il Pergine, al suono della penultima sirena il tabellone si ferma sul 57-50. L’onda buona cavalcata dai padroni di casa prosegue anche nell’ultimo parziale e il trend rimane invariato, tanto che porta il Civezzano a guadagnare due punti importanti, soprattutto dal punto di vista psicologico, il sapere di aver fermato almeno una volta la capolista può servire molto in fase scontri diretti successivi. Fra i padroni di casa, ottima prova di Giacometti con 21 punti, a seguire l’ottimo Ntiamoah a quota 15, la coppia Zhyrov e Dapic entrambe con 10 punti a testa. Nelle fila perginesi, in doppia cifra Delibori con 19 e Massari con 10.

Prova di forza dei già qualificati Red Fox Mori-Brentonico, a farne le spese il fanalino di coda Paganella, che esce sconfitto per 95-70. Subito pericolosi i padroni di casa, infatti le “volpi rosse” fanno un primo parziale ad un ritmo da serie superiori, 30-23 al termine dei primi dieci minuti. Il Q2 vede entrambe le formazioni più contratte, ma questo non impedisce agli uomini di coach Tranquillini di guadagnare ulteriore terreno, 46-32 a metà partita. Forze che ritornano nelle gambe e braccia dei padroni di casa al rientro dalla pausa lunga, lo slancio è sorprendente e la squadra di casa mette il sigillo al match, 85-51 al suono della penultima sirena. Ultima frazione di gioco che è in mano agli ospiti guidati da coach De Stradis, ma la cosa non serve a nulla per cambiare il corso del match, le 6 lunghezze guadagnate tanto faticosamente non servono a nulla nel bilancio generale. Padroni di casa che vedono premiate le prestazioni di Proch Lorenzo a quota 19, Tonolli con 14, Proch Matteo a 12, Cipriani 11 e chiude Brunori con 10. Fra gli ospiti, soddisfazioni personali solo per Annesanti, 24 punti a referto nella serata.

Altro match decisivo per la definizione dei prossimi playoff, è sicuramente quello fra il Villazzano e il San Marco Rovereto, con i roveretani che vincono per 50-57, guadagnandosi sul campo il passaggio alla fase successiva. Partita da dentro o fuori per la formazione di Rovereto, visto il successo nell'anticipo del Bressanone. Partono subito forti e motivati gli uomini di coach Debiasi, avanti per 6-16 al termine del primo quarto di gioco. La risposta da parte di coach Speziali e dei suoi non tarda ad arrivare, infatti i padroni di casa dominano il Q2, mettendo in crisi gli ospiti, 32-22. La fame di punti dei roveretani è tanta, solo il successo può garantire l'accesso ai playoff, arrivare ad un passo dai playoff e rimanere fuori, sarebbe una delusione difficile da digerire. Gli atleti della società della "città della quercia" si giocano tutto nel Q3, dove riprendono in mano il match e allo scadere dei 30' di gioco, il punteggio è di 33-37. Ultimo parziale dove probabilmente la formazione del Villazzano di Speziali è più appagata e gli ospiti non mollano nulla, conquistando i due punti che li proiettano ai playoff. Dalla Torre con 12 e Tedeschi a quota 10 gli unici giocatori della collina est di Trento in doppia cifra. Nelle fila roveretane, bene Dellantonio con 15 punti, Vugdalic con 12 e Costantin con 10.

La regular season si chiude con l'ultimo match, vinto dai Blue Bear contro il Maia Merano, con il punteggio di 43-63, con meranesi già qualificati dal turno precedente e "orsi blu" che consolidano la posizione ai vertici. Uomini di coach Zampedri che cominciano bene, 18-16 dopo il primo parziale. Nel Q2 gli ospiti iniziano a giocare onorando il ruolo in classifica, prendendo in mano il match, 23-36 a metà partita. Dopo la pausa lunga, la formazione guidata da coach Valla, domina il campo, ma senza strafare e ai 30' di gioco è sul 32-47. Ultima frazione dove gli "orsi" guadagnano ancora terreno, sino al risultato definitivo. Fra i padroni di casa, in luce Cristoforetti e Botticelli, entrambe a quota 12. Fra gli ospiti, bene il solito veterano Angelini a quota 16, seguito da Germanà con 11 e dal motore della squadra Ropele, anch'egli a quota 11.

Il Cus Trento, che osservava un turno di riposo, fuori dai playoff, scavalcata dal Bressanone e dal San Marco Rovereto, entrambe vincenti nell'ultimo turno. Agli universitari bastava che una delle due perdesse il rispettivo confronto, ma così non è stato e quindi dovranno accontentarsi di giocare i playout, assieme ai Not in My House e al Paganella Lavis. Fatale per il Cus la sconfitta nel recupero contro i Red Fox.

La classifica al termine della Regular Season

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,297 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video