basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Divisione regionale 2

Dietro la capolista solo i Blue Bear reggono bene

Quarta di ritorno dove la capolista Pergine osserva un turno di riposo e a trarne vantaggio sono solo i Blue Bear di coach Valla.

Il Maia Merano torva il sorriso dopo il derby perso, vincendo fra le mura amiche contro il Paganella Lavis, con il punteggio di 54-47. Parte nel segno dell'equilibrio la sfida che vede sulle due panchine i coach Zampedri e De Stradis, 16-16 dopo il primo parziale. Q2 che vede i padroni di casa giocare un basket efficace, con tanti passaggi di palla e bel lavoro nel pitturato, avanti di 36-23 a metà partita. Il rientro in campo vede gli "squali" più intraprendenti, ma non abbastanza per erodere il buon vantaggio della formazione della città del Passirio, 44-34. Ultima frazione ancora vinta dagli ospiti, ma senza quell'acuto che possa mettere in discussione il match, dominato per parte della partita dal Maia. Fra i padroni di casa soltanto Claus in doppia cifra, a quota 14. Nel Paganella, solo Pelz passa la doppia cifra, con 11 punti.

Prosegue il momento complicato per il Civezzano, costretta a lasciare due punti sul campo dell'ultima in classifica San Marco Rovereto, avendo perso con il punteggio di 61-43. Partenza abbastanza equilibrata, 14-11 a favore dei roveretani dopo la prima frazione di gioco. Nel Q2 la formazione di casa guidata da coach De Baisi, pare trasformata, capace di mettere a segno in ogni azione e gli ospiti vedono gli avversari scappare, 35-23 a metà partita. Dopo la pausa lunga gli uomini di coach Orempuller provano ad invertire il senso del match, ma la difesa del San Marco è buona e riesce a reggere il colpo, 47-37. Ultimo quarto con carburante finito per gli ospiti, alla seconda sconfitta di seguito, che vedono trionfare il San Marco, che nelle due ultime partite giocate ha sempre vinto e rilanciato le proprie ambizioni. Fra i padroni di casa, Pontillo a quota 14 e Teofanov con 12. Civezzano delusa in toto, nessuno dei suoi in doppia cifra.

Seconda sconfitta consecutiva per il Red Fox Mori-Brentonico, che lascia il passo ad una galvanizzata SSV Brixen, reduce dalla vittoria nel derby, che in questo match si impone per 71-94, punteggio da categorie superiori. La squadra di Vignudelli parte bene, 18-20 dopo i primo 10' di gioco. Anche il Q2 vede avanti gli ospiti che guadagnano ulteriore terreno, 35-42. Con il rientro in campo, la formazione di coach Tranquillini ha un vistoso calo offensivo, infatti gli ospiti scappano e vanno sul 47-68 al suono della penultima sirena. Equilibrato e quindi inutile per le "volpi rosse" il Q4, dove alla fine comunque prevalgono gli ospiti, che meritano la posta in palio. Padroni di casa con Proch a quota 17 e Schwactje a quota 14. Bressanone che vede i suoi Feichter a quota 23 miglior marcatore della giornata, seguito da Freguja con 16, capitan Vignudelli a quota 15, Lazzarotto a 14 e a chiudere Beltrami con 10.

Si porta avanti il Villazzano, che fra le mura amiche, si impone per 53-45 sul Cus Trento di coach Magno dopo un match equilibrato per tre quarti del tempo. Partenza punto a punto, dove a fine frazione, la formazioni di coach Speziali si trova avanti di 13-11. Q2 che vede la pronta reazione degli universitari, capaci di invertire il senso della partita ma soprattutto ridurre le distanze, 29-28 a metà partita. Con la ripresa, padroni di casa capaci di riprendere il match in mano, giocano bene e guadagnano terreno preziosissimo, 44-39 allo scadere della penultima sirena. Ultima frazione con calo di forze da entrambe le parti, ma i padroni di casa gestiscono al meglio il vantaggio e chiudono il match. Solo Goller a quota 11 in doppia cifra fra i padroni di casa, mentre Filippini con 12 è il migliore fra gli uomini del Cus Trento. Villazzano che può così vendicare la brutta sconfitta patita all'andata per mano degli universitari.

Blue Bear che ritrovano la vittoria e con essa il secondo posto in solitaria, battendo in casa i Not In My House, con il punteggio di 41-29, confermando quanto fatto all'andata. Primo parziale equilibrato, senza grandi emozioni e con punteggi bassi, 5-6. Con il Q2 gli uomini di coach Valla, prendono in mano il match, giocano su ritmi alti e impongono il gioco, arrivando al 24-16 a metà partita. Con il rientro la musica non cambia, la squadra di Rufini non riesce a reagire alla seconda forza del campionato e i padroni di casa scappano, 40-21 allo scadere dei 30' di gioco. Ultima frazione vinta dagli ospiti, con padroni di casa che gestiscono il vantaggio e giocano per non far recuperare troppo gli avversari. Solo Nadalini dei Not In My House in doppia cifra nel match, 10 punti a referto.

La classifica

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,199 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video