basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
D maschile

Nel quarto turno, solo il Valsugana può gioire

Prosegue la difficoltà delle formazioni trentine nei confronti diretti contro le squadre venete, specie nel girone Gold. Una sola vittoria e ben sette sconfitte in questo turno.

Il JBK Rovereto, esce sconfitto con il punteggio di 91 a 67 dal campo dell'Antenore Bam Abano, terza in classifica. Abbastanza equilibrato il primo parziale, che va in archivio sul punteggio di 23 a 17. Saranno i due quarti centrali a determinare la pesante sconfitta della formazione di coach Famagalli, che va alla pausa lunga sul 52 a 38. Rientro in campo da incubo, l'attacco veneto dà ancora il massimo, mentre i roveretani faticano a mettere a segno punti preziosi, 62 a 48 al suono della penultima sirena. Ultimo parziale nel segno dell'equilibrio, ma ormai il match era fortemente condizionato dai 18 punti di vantaggio accumulati della formazione di casa nel Q2 e Q3. Pizzini in luce con 19 punti, seguito da Zamboni con 15 e Mokoi con 10.

Prosegue la serie negativa della Virtus Alto Garda, che esce ridimensionata dal campo del Solesino, con il punteggio di 92 a 68. Partono subito forti i veneti, 25 a 16 il primo parziale. Ancora più severo il Q2, con i padroni di casa che si portano sul 49 a 26 alla pausa lunga. Terza frazione che vede ancora i padroni di casa dominare il campo, giungendo al pesante 77 a 38 al suono della penultima sirena. Inutile il tentativo di rimonta degli uomini di coach Raffaelli, il divario è troppo e anche recuperare 15 punti nell'ultima frazione, non evita la pesante sconfitta. In doppia cifra Potrich con 14 punti, seguito da Finarolli a quota 12, Stienen e Samb entrambe con 11.

Non ha vita facile nemmeno il Gardolo, che sul campo del Marostica, perde per 89 a 76. Padroni di casa subito bene, 28 a 20 dopo la prima frazione. C'è meno divario nel Q2, ma con Marostica che non cede e guadagna ancora terreno, 51 a 40 a metà partita. Brutto rientro dagli spogliatoi per gli uomini di coach Guastamacchia, i padroni di casa scappano, si portano sul 74 a 52 alla terza sirena. Tentativo dei "gialli" di ridimensionare la sconfitta nell'ultimo parziale, ma con i padroni di casa a controllare il tutto, cosa che permette ai trentini solo di aggiudicarsi il parziale, ma non di vincere la posta intera. Della Pietra va a segno con 15 punti, seguito da Tonina con 11.

Isola della Scala, si aggiudica il derby veneto, vincendo per 78 a 66 contro il Peschiera, portandosi in testa alla classifica.

Nel girone Silver, prosegue il buon momento del Valsugana Basket, prima formazione regionale ad aggiudicarsi due vittorie in questa fase, e per giunta prima formazione ad espugnare un campo avversario, vincendo per 58 a 64 sul campo della Coop Longino, seconda in classifica del girone. Partenza equilibrata per la formazione di coach Esposito, 18 a 19 dopo il primo parziale. Veneti che pareggiano i conti nella seconda frazione, si va alla pausa lunga sul punteggio di 34 pari. Rientro in campo con la formazione di Pergine che guadagna un punto prezioso, mettendo davanti il naso al suono della penultima sirena, 51 a 52. La preziosa vittoria matura nel Q4, con il crollo in attacco delle percentuali dei padroni di casa, mentre il Valsugana riesce a reggere bene i 10 lunghissimi minuti finali, portando a casa una vittoria di prestigio. Czumbel da monumento, 20 punti per lui, seguito da Lusente a quota 11.

Nuova sconfitta per i Night Owls Trento, che sul campo del Breganze, vanno a perdere per 91 a 58, in un match quasi a senso unico, dove la formazione di coach Caldara non ha saputo esprimersi al meglio. Da salvare la prestazione personale di Stevan, 19 punti per lui, seguito da Candeo con 14 e Lazzari con 11.

Nell'altro incontro del girone, la capolista, Nuovo GS2001 l'Argine, sconfigge per 86 a 68 il Buster Verona, formazione che nella prima fase del campionato ha accompagnato le formazioni regionali.

Nel girone Bronze, brutta caduta casalinga per il Maia Merano, 63 a 99 contro il BK Crezzo-Araceli. Subito forti gli avversari, 19 a 30 al termine della prima frazione. Ancora più pesante la differenza nel Q2, 34 a 59 a metà partita. Rientro in campo con tentativo dei meranesi di contenere l'attacco avversario, ma le differenze in campo si notano, al suono della penultima sirena, i veneti sono avanti per 52 a 83. Visibilmente appagati, gli ospiti non spingono troppo nell'ultimo parziale, mancando di un nulla la terza cifra. Ladurner con 13, Cristoforetti e Peracchi entrambe a quota 12 e Diouf con 11, i giocatori della città del Passirio che vanno in doppia cifra.

Male anche l'Europa Bolzano, che dopo la bella vittoria dello scorso turno, è costretta a capitolare sul campo del Dueville, con il punteggio di 84 a 68, facendosi anche raggiungere in classifica. Subito bene i padroni di casa, 21 a 10 il primo parziale. Tentativo di rimonta da parte dei "vichinghi", che giocano un bel Q2, avvicinandosi agli avversari, 36 a 31 a metà partita. Rientro dagli spogliatoi con i padroni di casa ancora protagonisti e che riprendono la partita in mano, 61 a 52. Divario che va ad accentuarsi anche nell'ultima frazione di gioco con i veneti che si aggiudicano meritatamente i due punti in palio. Bene Appolloni fra i bolzanini, 24 punti a referto, seguito da De Lorenzi con 12 e l'attivissimo Porfido con 10.

Chiude la giornata la pesante sconfitta del Bk Piani Bolzano di coach Travaglini sul campo della Pallacanestro Mestrino, 104 a 28, in un match che ha visto una sola protagonista in campo. 32 a 8 il primo parziale, che già mostra l'andamento di tutta la partita. A metà match i veneti sono avanti per 62 a 17. Ritmo più blando da parte dei padroni di casa nel Q3, ma che comunque li vede ancora protagonisti, sino al 86 a 23 del suono della penultima sirena. Solo Fleckinger in doppia cifra, con 11 punti.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,141 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video