basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
D maschile

Rovereto in testa in solitaria

La sesta giornata del girone di ritorno, vede per la prima volta la mini fuga del JBK Rovereto, che vince la sua sfida contro i Night Owls, ma sopratutto la sconfitta casalinga del Gardolo per mano del Peschiera.

Nel posticipo di domenica sera, il JBK Rovereto, vince sul campo dei Night Owls Trento, con il punteggio di 52 a 69. Padroni di casa che partono davvero forti, infatti dopo 10 minuti, i ragazzi di coach Caldara, sono avanti per 22 a 16. La capolista Rovereto, trova fiducia e punti nel secondo parziale, le due formazioni vanno negli spogliatoi per la pausa lunga sul punteggio di 35 a 32. E' con il rientro in campo nel Q3 che la formazione di coach Fumagalli trova il momento buono per il sorpasso, con una sequenza di punti che determinerà l'esito finale, 41 a 53 al suono della penultima sirena. Anche l'ultimo parziale è appannaggio degli ospiti, che allungano ulteriormente. Padroni di casa in doppia cifra con Della Pietra e Zago, entrambe a quota 12. L'onnipresente Matassoni guida i suoi con 23 punti, seguito da Pizzini con 13 e Rossano con 12.

La notizia più importante per la capolista JBK Rovereto, però arriva la sera prima dal campo del Gardolo, dove i padroni di casa, devono sottostare all'arrembante Peschiera, che vince per 73 a 97 sul campo degli uomini in giallo guidati da coach Guastamacchia. Equilibrato il primo parziale, anche se vede gli ospiti avanti di poco per 19 a 21. Il Q2 però è ben diverso, i veneti si dimostrano cinici e capaci di portare a casa forse il miglior quarto di questa stagione, 34 a 54. Con il rientro dalla pausa lunga, i padroni di casa provano a giocarsela tutta, ma il vantaggio degli ospiti è notevole e l'occasione non va persa, il divario fra le due formazioni pare meno evidente rispetto al quarto precedente, 53 a 71. Ultimo quarto vinto anche questo dal Peschiera, che chiude sul definitivo e pesante 73 a 97. Padroni di casa in luce con Valer e Claus a quota 15, seguiti da Gambino con 12. Il migliore in campo è il veneto Cuelho, 32 punti a referto. Gardolo che perde la testa della classifica che condivideva con i roveretani, ma del resto con un Peschiera in vena come in questo match, c'era poco da fare.

Virtus Alto Garda che aggancia il Gardolo al secondo posto, vincendo agevolmente contro il BK Piani Bolzano, con il punteggio di 122 a 54, dopo un match senza storia. 32 a 15 il primo parziale, per poi arrivare a metà partita sul pesantissimo 68 a 20. A match pressoché segnato, i bolzanini iniziano a mettere a segno più punti ma senza impensierire la corazzata della "Busa", tanto che il terzo parziale va in archivio sul 105 a 41. Ultimo parziale che vede i padroni di casa che vogliono evidentemente finire la serata, appagati dal largo punteggio. Bailoni in doppia cifra con 28 punti, seguito da Samb con 23, Stienen e Martinatti con 18, seguiti da Vignati con 14 e Betta con 10. Fra i bolzanini, il veterano Lucchini a segno con 23 punti, seguito da Lombardi con 12.

Valsugana Basket corsara sul campo del Buster Verona, sua diretta rivale in classifica, con il netto punteggio di 54 a 77. I padroni di casa partono abbastanza bene, 17 a 16. Già nel Q2, la formazione di Pergine, mette avanti il naso, 30 a 34 a metà partita. Con il rientro dagli spogliatoi, si assiste al crollo psicologico dei veneti, tanto che alla penultima sirena il Valsugana è avanti per 39 a 55. Ultimo parziale che vede allungarsi il vantaggio dei trentini. Czumbel il migliore in campo, 28 punti. Lo segue Lusente con 18, chiude Zobele con 13 punti, a coronamento della bella serata del Valsugana Basket.

La giornata era stata aperta dall'anticipo di Merano, dove i padroni di casa del Maia, perdono con il punteggio di 37 a 77 contro l'Europa Bolzano, che grazie a questa vittoria si portano all'ottavo posto. Primo parziale che vede già la fuga dei bolzanini, 8 a 19. Equilibrato il secondo parziale, 23 a 35 a metà partita. Il rientro in campo vede il crollo dei padroni di casa e la contemporanea fuga dei bolzanini, 27 a 54 alla penultima sirena. Ultimo parziale anche questo in mano ai "vichinghi" che si giocano un tempo con il ritmo che contrassegnò il campionato vinto alcune stagioni fa. Nel Maia, in doppia cifra solo Peracchi con 10 punti. Bolzanini che vedono in Porfido il migliore in campo, 17 punti, seguito da Carbonetti con 14, Broggio 12 e De Lorenzi con 11.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,078 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video