basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
D maschile

Finalmente anche il Gardolo trova la vittoria

Nella terza giornata del girone di ritorno della fase di classificazione, arrivano finalmente delle soddisfazioni per il Gardolo, che vince fuori casa.

Prima vittoria per il Gardolo in questa fase, ed arriva lontano dal parquet amico, vincendo per 81 a 94 sul campo dell'Antenore Abano Montegrotto, attualmente quarta in classifica. I padroni di casa partono bene, ma il Gardolo di coach Guastamacchia risponde al meglio, punto su punto, primo parziale in archivio sul 26 a 23. La buona partenza porta morale ai "gialli", che giocano un ottimo secondo parziale, andando alla pausa lunga addirittura in vantaggio, 46 a 51. Rientro in campo con i veneti che fanno di tutto per ridurre il gap, riuscendoci, anche se in minima parte, 67 a 70 al suono della penultima sirena. Ottimo ultimo quarto per la formazione trentina, che consolida il bottino e va a chiudere con una meritatissima vittoria. Della Pietra mette il punto esclamativo a questa prova, 30 punti, con ben 7 triple. Bene anche lo storico duo Gambino-Trivarelli, rispettivamente a quota 12 e 11. Se fino ad ora questa formula non aveva dato soddisfazioni alla formazione del Gardolo, finalmente arriva una bella vittoria, la prima di una formazione regionale fuori casa nel girone Gold.

Ancora a bocca asciutta il JBK Rovereto, sconfitto per 82 a 67 nella tana della capolista Virtus Isola della Scala. Padroni di casa subito sul pezzo, 24 a 14 il primo parziale. Il secondo parziale vede però la formazione di coach Fumagalli, più arrembante e i padroni di casa non riescono nell'impresa di guadagnare troppo vantaggio, 43 a 32 a metà partita. Rientro in campo con i veneti che riescono questa volta a guadagnare terreno prezioso, portandosi sul 62 a 46 al suono della penultima sirena. Inutile per i roveretani vincere di misura nell'ultimo parziale, salvo per l'onore e la statistica. Bene Pizzini 21 punti nella sua serata, seguito da Mokoi con 14 e Matassoni con 12. Formazione di Rovereto unica nel girone Gold fra le regionali a non aver ancora assaporato il gusto della vittoria.

Sconfitta anche per la Virtus Alto Garda, che nella trasferta a Cartigliano, perde per 74 a 60 contro il Basket Marostica. Prepotentemente subito avanti i padroni di casa, 27 a 10 dopo i primi dieci minuti di gioco. Quando la partita sembra segnata, guizzo d'orgoglio per gli umani di coach Raffaelli, che sfoderano un bel basket, ricco di realizzazioni, riuscendo a colmare il divario, 38 a 33 alla pausa lunga. L'ottimo secondo parziale ha conseguenze positive anche nel Q3, il divario si riduce ulteriormente, aprendo la partita a qualsiasi risultato, 50 a 48 al suono della penultima sirena. Quando i giochi sembravano volgere in favore dei rivani, i padroni di casa praticano il miglior gioco della serata, chiudendo il match con un vantaggio che assomiglia a quello guadagnato nel primo parziale. Stienen e Samb gli unici in doppia cifra, 20 punti a testa. Una formazione meno rimaneggiata e qualche colpo di fortuna in più avrebbero permesso alla Virtus di mettere in crisi la formazione di Marostica, seconda forza del girone.

Il derby veneto tra Solesino e Peschiera, è vinto da quest'ultimo, per 65 a 76.

Nella fase a play-out, il Valsugana pare aver trovato le misure delle formazioni venete, vincendo per 71 a 62 contro la Virtus Resana, nello scontro per gli ottavi di finale. Partenza contratta per entrambe le formazioni, 15 a 14 dopo il primo parziale. E' nel corso del Q2 che la squadra di coach Esposito troverà la soluzione della partita, portandosi sul 42 a 32 prima della pausa lunga. Terzo parziale con valsuganotti leggermente avanti, 57 a 46 allo scadere dei 30 minuti. Ultimo parziale che vede gli ospiti tentare la rimonta, ma che riesce soltanto in maniera ridotta. Bene Zobele a quota 20, seguito dal sempre positivo Czumbel con 18 e Dapic con 10.

Sconfitta esterna per i Night Owls Trento, sul campo del Pallacanestro Motta, 74 a 64. Avanti i padroni di casa nel primo parziale, 17 a 14. Nel Q2 gli uomini di coach Caldara riescono ad imporsi, riducendo il gap, 38 a 36 alla pausa lunga. Il Q3 risulterà fatale nel bilancio complessivo, infatti i padroni di casa si portano sul 53 a 44 al termine del parziale. Inutile seppur lodevole, la rincorsa dei trentini nell'ultimo parziale, dove riescono ad erodere terreno, ma i padroni di casa sono abili a resistere. Soltanto Stevan in doppia cifra, 16 punti per lui e "gufi" ancora a zero vittorie nella fase ad incrocio contro le formazioni venete.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1,188 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video