basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
D maschile

Prima vittoria del JBK Rovereto nella fase di classificazione

Nella quarta e ultima giornata del girone di classificazione, arriva finalmente la prima soddisfazione per il JBK Rovereto, che trova il primo successo.

Prima vittoria in questa fase ad incrocio per il JBK Rovereto, che sul campo amico sconfigge la formazione veneta dell'Abano Montegrotto, con il punteggio di 74 a 65. Non parte bene la formazione di coach Fumagalli, sotto per 17 a 21 dopo il primo parziale. Il Q2 è avaro di emozioni, ma permette ai padroni di casa di recuperare una lunghezza, tanto che le due formazioni vanno al riposo sul punteggio di 31 a 34. Il terzo parziale non va come si aspettavano i roveretani, ma gli ospiti riescono a riportarsi sul +4 come al termine del primo parziale, 47 a 51 al suono della penultima sirena. Decisivo e pesantissimo l'ultimo parziale, con i roveretani che non ci stanno a subire l'ottava sconfitta in otto confronti di questa fase. Giocano bene Pizzini & Co., mettono a segno tanti punti preziosi, lasciando a bocca asciutta gli ospiti. Il parziale di +13, permette ai rovereti di portare a casa la prima vittoria e chiudere sul punteggio di 74 a 65. Decisivo Pizzini, quota 28 per lui. A seguire Vinante e Matassoni, a quota 12, mentre Makoi ne mette a segno 11.

Male il Gardolo, che esce dal campo di casa, con il punteggio di 71 a 97 contro il Basket Marostica, seconda in classifica. La partenza non è delle peggiori per al formazione di coach Guastamacchia, 22 a 26 il primo parziale. E' nel Q2 che si inizia a percepire la superiorità degli ospiti, che si portano sul 41 a 51. La pausa lunga non porta buoni consigli alla formazione di Trento nord, tanto che nel Q3, le distanze si allungano, diventando importanti, 52 a 73 al suono dei 30 minuti regolamentari. Gli ospiti non lasciano tregua nemmeno nell'ultimo parziale, anche se sazi del +21, andando a terminare il match con vistoso divario. Della Pietra fa il suo dovere, ma a poco servono i suoi 18 punti. Seguono il veterano Valer con 13 e Spinelli con 11.

L'ultima giornata non va bene nemmeno per la Virtus Alto Garda, che fra le mura amiche colleziona una brutta prestazione, perdendo per 57 a 75 da Solesino, forse la più abbordabile delle formazioni del girone. Partenza equilibrata nel primo parziale, 16 pari al termine del primo parziale. Vistoso calo di precisione ai tiri per la formazione di coach Raffaelli nel Q2, i veneti giocano al meglio le proprie carte e si portano sul 29 a 42. Di certo il calo non può aver fatto bene al morale e anche con il rientro in campo gli ospiti vanno in fuga, portandosi sul 43 a 62, ben 19 punti di distacco al suono delle terza sirena. Inutile e velleitaria la corsa nell'ultimo parziale, gli ospiti controllano e giocano bene in difesa. Stienen tiene alta la bandiera, 19 punti per lui. Unico a fargli compagnia in doppia cifra è Samb, 11 punti a referto.

Isola della Scala vince il girone, vincendo per 65 a 70 sul campo del Peschiera.

La formula ad incrocio con le compagini venete non ha di certo soddisfatto le formazioni trentine, che in 8 incontri ciascuna, hanno potuto collezionare soltanto una vittoria a testa.

Finisce anche l'avventura per i Night Owls, sconfitti nel doppio confronto con il Pallacanestro Motta, questa volta in casa per 64 a 68. Parte bene la formazione di coach Caldara, 15 pari il primo parziale. Nel segno dell'equilibrio anche il Q2, le due formazioni vanno negli spogliatoi sul 36 pari. Con il rientro in campo, la formazione trentina crolla sotto gli attacchi avversari, 44 a 53. Buono il tentativo dei trentini di rimettere in discussione il match, riducono il gap a -4, ma non basta per vincere e riaprire i giochi. Stevan e Zini entrambe a quota 17, seguiti da Molo con 16 punti.

Si ferma anche la bella avventura del Valsugana Basket, la formazione regionale che è parsa più a suo agio in questa formula, che pare poco gradita e al momento avara di possibilità di future promozioni. Nel doppio confronto con la Virtus Resana, esce sconfitta in gara 2 per 67 a 61 dal campo della formazione veneta. Parte forte la formazione di coach Esposito, 13 a 20 dopo il primo parziale. Padroni di casa che recuperano qualcosa, 30 a 34 a metà partita. Il Q3 vede cambiare l'inerzia, i veneti prendono coraggio e superano la formazione di Pergine, 50 a 47 alla penultima sirena. Decisivo l'ultimo parziale, che da la possibilità al Resana di giocare in gara 3.

In Gara 3, il Valsugana Basket, perde fra le mura amiche la possibilità di passare il turno, venendo sconfitto per 46 a 59 dalla rivale Virtus Resana. Non strepitoso il primo parziale, ma almeno gli uomini di coach Esposito si portano avanti, 18 a 16. Gli ospiti operano il sorpasso a fine del secondo parziale, 28 a 29 prima di andare negli spogliatoi. Rientro in campo con la formazione di Pergine che si porta di nuovo in vantaggio, 43 a 39 a 10 minuti dal termine. Ultimo parziale da dimenticare, formazione trentina in tilt, incapace di segnare in attacco, gli ospiti ovviamente si avvantaggiano e giocano un bel parziale, recuperando i 4 punti di svantaggio e portandosi al definitivo +13, che sancisce il loro passaggio ai quarti. Zanlucchi unico in doppia cifra, con soli 10 punti. Soddisfazione comunque in casa del Valsugana, capace di impensierire più di una formazione veneta in questa seconda fase di campionato.

Autore
Sandro Botto
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,576 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video