basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
Varie

Il punto sulla stagione della Dolomiti Energia Trentino

Da oltre un mese ormai è iniziato un nuovo campionato di basket di Serie A e sono diverse le squadre che si stanno contendendo la cima della classifica. Virtus Bologna, Venezia, Reggiana, Brescia e Trento sembrano avere una marcia in più rispetto alle altre, almeno in questo momento, sebbene i pronostici inerenti al basket tendano a premiare ancora l’Olimpia Milano, tra le prime big ad aver subito due sconfitte quest’anno. Di certo gli emiliani vantano uno dei roster più attrezzati del massimo campionato italiano, ma anche chi parte in seconda linea come l'Aquila Basket Trento ha buone possibilità di sfangarla.

La società trentina, nata nel 1994 dall’unione di due club minori, ha navigato a lungo tra le divisioni minori prima di poter dire la propria sui più grandi palcoscenici. Solo nel 2014 Trento è approdata per la prima volta in Serie A, arrivando persino per 2 volte a giocarsi la finale scudetto negli anni successivi. Oggi non si può certo parlare di una sorpresa per la pallacanestro italiana.
Anche per questo motivo il ruolo di outsider sembra destinato ai ragazzi di Paolo Galbiati in vista di questa stagione. L’ultima season era andata già piuttosto bene, in quanto Trento si era riuscita a qualificare per le Final Eight, cadendo solo di fronte a Tortona nei quarti di finale, con la beffa di una serie di scarti molto ridotti e una differenza canestri totale di soli 2 punti. Dopo la cocente delusione, verso fine maggio il coach Emanuele Molin decise di rassegnare le proprie dimissioni, lasciando così una squadra che aveva fallito anche l’accesso playoff di Eurocup. Oggi le speranze dei trentini sono riposte dunque in Galbiati, che dal 2021 al 2022 ha anche collaborato con la Nazionale Italiana partecipando ai Giochi Olimpici di Tokyo.
Nel primo match di questo campionato l’Aquila Trento ha battuto Cremona per 91-84, per poi strappare un altro successo a Pistoia col risultato di 73-78. A metà ottobre è arrivata invece la prima sconfitta, in casa, per mano della solita Virtus Bologna, col punteggio di 75-90. Dopo aver superato per il rotto della cuffia Varese per 84-85 a Varese è giunta anche la vittoria per 82-90 a Brescia. C’è un dato che però dovrebbe far allarmare la squadra di Galbiati, in quanto tra quelle in cima alla classifica è stata la prima a toccare la soglia dei 400 punti subiti. Olimpia Milano, Virtus Bologna, Reyer Venezia, Brescia, Derthona Basket, Dinamo Sassari e Napoli: sulla carta non sono affatto poche le compagini che dovrebbero avere maggiori chance di giocarsi il titolo fino alla fine.
Da quando è arrivata in Serie A, però, l’Aquila Basket Trento non ha mai mancato di sorprendere gli addetti ai lavori, partecipando quasi sempre ai playoff scudetto. Negli ultimi mesi, inoltre, il roster si è rinforzato parecchio. Ad esempio, è arrivato direttamente dalla NBA lo svincolato Kamar Baldwin, ex playmaker dei Maine Celtics. L’Olimpia Milano, invece, ha lasciato andare via Davide Alviti e Paul Biligha, prontamente ingaggiati dai trentini. Il campionato è appena iniziato e ovviamente è ancora presto per delineare delle gerarchie precise, ma sicuramente quella di Trento è una squadra che non va assolutamente sottovalutata. L’obiettivo minimo non può che essere rappresentato dalla partecipazione ai playoff.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,906 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video