SporTrentino.it
A2 femminile

Assentato cambia sponda e approda al Basket Club Bolzano

Giorgia Assentato, ala di 178 cm, classe 1999 è l'ultima arrivata in casa Alperia Bolzano. Nata a Brindisi, dove ha iniziato a giocare a basket, per poi trasferirsi giovanissima, a 14 anni, al Salerno Basket, che l’ha voluta anche in serie A2 e dove è rimasta per 3 stagioni, si è poi trasferita al San Marco Mestre di serie B, mentre negli ultimi due campionati ha giocato con la Pallacanestro Bolzano, prima in serie B e poi in A2 girone sud.

«Gioco a basket da quando avevo cinque anni, - reacconta- grazie a mia mamma che è un ex giocatrice e allenatrice. La mia prima esperienza fuori casa è stata a 14 anni e da lì in poi ho sempre vissuto fuori, lontano dalla mia famiglia. In campo sono sempre molto razionale, amo il gioco di squadra e mi piace farmi trovare sempre pronta su ogni palla da giocare. Sono cresciuta come un 4, ma negli ultimi anni ho imparato a giocare da 3, acquisendo tante altre capacità di gioco e perfezionando il tiro, specialmente dalla lunga distanza».ì
Sei a Bolzano da due stagioni e quindi ti muovi già bene in città. Conosci anche alcune delle tue future compagne coach Sacchi?
«Sì sono a Bolzano da due anni, la città mi piace molto e sono contenta di rimanere qui per un altro anno. Ho avuto modo di conoscere sia alcune delle ragazze che erano al BCB lo scorso anno, con le quali mi trovo molto bene, sia il coach e la società.
Non ho invece avuto modo di conoscere Cico (coach Sacchi ndr.) in campo, ma so per certo che lui ama lavorare, perfezionando al meglio ogni movimento, e questo è parte della mia mentalità: lavorare duramente per migliorare, sacrificio dopo sacrificio».
Cosa ti aspetti dalla prossima stagione e quale pensi possa essere il tuo maggior contributo alla squadra?
«Darò il massimo per far bene, per ricevere e dare tante soddisfazioni, e per raggiungere tutti gli obiettivi possibili. Il mio maggior contributo in campo può essere sicuramente tanta grinta, tanta voglia di vincere e tanta voglia di esprimere al meglio le mie capacità».

«Giorgia è una giocatrice che ho avuto modo di apprezzare negli ultimi due anni di Sisters, - dice Roberto Sacchi - soprattutto in questo anno nelle varie amichevoli e nelle gare viste dal vivo o in video. È un'esterna con caratteristiche e fisico importanti, tiro da 3 punti super come anche il tiro da fuori, ma potrà e dovrà sfruttare tutto quello che ha fatto in questi anni giocando spalle canestro se ha vantaggio e attaccando con più intensità il canestro. Fondamentale sarà anche il suo ruolo in difesa dove ci permetterà di sviluppare diverse situazioni difensive. Dopo Elena un’altra giocatrice giovane e importante per la capacità di fare tante piccole cose in attacco e in difesa».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,473 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video