SporTrentino.it
Legabasket A

La Dolomiti Energia affronta Trieste nel turno infrasettimanale

La Dolomiti Energia Trentino torna in campo domani, mercoledì, per il 27esimo turno di campionato e proverà a sfruttare ancora una volta il fattore campo, andando in cerca del quarto successo consecutivo in casa. Una vittoria permetterebbe ai trentini di agganciare in classifica l'avversaria di giornata, Trieste.
La sfida è in programma alla Blm Group Arena di Trento, con palla a due alle 20.

I bianconeri dopo il pesante successo esterno a Desio contro Cantù sono saliti a quota 20 punti in classifica, un bottino che li ha lanciati a ridosso delle posizioni che valgono i playoff: i quattro successi nelle ultime cinque giornate di campionato hanno rilanciato le ambizioni di un gruppo che ora ha messo sei punti di distanza tra sé e il 15esimo posto in classifica, e che a quattro partite dal termine della regular season prova a cavalcare uno dei migliori momenti della stagione in termini di risultati per chiudere nel miglior modo possibile la stagione sportiva 2020-21.
La Dolomiti Energia torna in campo alla BLM Group Arena, dove ha vinto le ultime tre partite consecutive in campionato con Milano, Brescia e Venezia e dove cercherà di vendicare la sconfitta dell'andata contro Trieste, la formazione che precede i trentini in classifica a quota 22 punti.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA E CLASSIFICA

Gli avversari

La squadra di coach Dalmasson occupa la settima posizione in graduatoria grazie agli 11 successi già conseguiti in regular season: i biancorossi però sono reduci da tre sconfitte consecutive che rischiano di compromettere i sogni playoff di una piazza storica abituata a occupare le posizioni di vertice della classifica.
I due migliori realizzatori stagionali dell'Allianz sono gli esterni Milton Doyle (12,6 punti) e Myke Henry (11,6), due giocatori dal grande potenziale offensivo con buon tiro da fuori e capacità di coinvolgere i compagni creando spazio e occasioni per la batteria di tiratori giuliana. Dall'arco è un'autentica sentenza l'azzurro Davide Alviti, grande protagonista nel match di andata e giocatore da 10,6 punti di media in campionato con il 46% da tre. L'ex Treviso è uno dei giocatori di riferimento di Trieste anche nei momenti caldi delle partite, dove i panni del trascinatore spesso li porta il play italo-argentino Juan Fernandez (10,2 punti e 5,0 assist di media).
Sotto canestro fanno la voce grossa due lunghi "vecchia maniera" come Marcos Delia (19 punti all'andata) e DeVonte Upson, mentre dalla panchina coach Dalmasson può attingere a piene mani dall'esperienza e dalla mano educata di giocatori come Daniele Cavaliero, Tommaso Laquintana (6,5 punti), Matteo Da Ros e l'ala lettone Andrejs Grazulis (8,3 punti e 5,5 rimbalzi di media).

I precedenti

Nei sei precedenti tra le due squadre, Trento e Trieste si sono divisi equamente la posta in palio: tre successi per parte, con i giuliani capaci di imporsi per due volte all'Allianz Dome quest'anno prima in Supercoppa e poi nel match di andata di campionato. In tutte e sei le sfide ha sempre vinto la squadra in casa.
Nel 12esimo turno di regular season Trieste si è imposta 92-82, superando di slancio un'Aquila mai in grado di pareggiare i forsennati ritmi offensivi dell'attacco dei padroni di casa nonostante un JaCorey Williams da 25 punti a referto.

La vigilia di coach Molin

«Dopo aver fatto un passo importante domenica contro Cantù, la partita di domani per noi è un altro snodo cruciale per non dover dipendere più dai risultati dei nostri avversari nella corsa salvezza - commenta Molin - Dobbiamo finire il lavoro, a tutto il resto penseremo dopo: dobbiamo essere focalizzati su una partita alla volta, lo abbiamo sempre provato a fare nelle ultime settimane e a maggior ragione dobbiamo farlo ora. Sarebbe un errore fatale per noi sottovalutare in qualche modo Trieste: lo dice la classifica e la stagione che hanno vissuto fino ad ora, un atto di presunzione da parte nostra a questo punto potrebbe costarci caro. Anche nei momenti difficili di questa stagione i giuliani si sono espressi ad un ottimo livello, guadagnando l'accesso alle Final Eight di Coppa Italia e occupando stabilmente una posizione nella parte alta della classifica. Dopo la sconfitta di domenica contro la Virtus mi aspetto che arrivino a Trento con grande desiderio di riscatto e di reazione, consapevoli che anche per loro un successo potrebbe valere molto in termini di graduatoria. Il mio compito è quello di far tenere alto il livello di attenzione della mia squadra, senza far abbassare la guardia al gruppo: vogliamo provare a vendicare la sconfitta del match di andata in cui non riuscimmo mai ad esprimerci al meglio, anche in questo aspetto possiamo trovare motivazione e desiderio in un match in cui serviranno massima energia e intensità da parte di tutti».

Possibili quintetti

Trento
G – Gary Browne, G – Victor Sanders, F – Jeremy Morgan, F – Luke Maye, C – JaCorey Williams

Trieste
G – Juan Fernandez, G – Milton Doyle, F – Mike Henry, F – Matteo Da Ros, C – Marcos Delia

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video