basket.sportrentino.it
SporTrentino.it
A2 femminile

L'austriaca Pia Jurhar dà sostanza al roster delle Sisters

La Pallacanestro Bolzano definisce ulteriormente il proprio roster con l'inserimento dell'atleta comunitaria, che arriva da Vienna, fresca vincitrice del Campionato austriaco. Si tratta di Pia Jurhar, alta 1,90, ala centro nata a Vienna nel 1995.

Laureata in Marketing Internazionale e vincitrice di numerosi Awards, Pia ha disputato ben quattro stagioni in NCAA, una nelle fila dell'Università di Portland State. Il percorso di studio è coinciso perfettamente con quello sportivo e ha restituito un'atleta ricca di fondamentali e di temperamento. Il recente passato di Pia Jurhar si è sviluppato prima in Svizzera, poi nelle ultime due stagioni in Austria, con le Duchess di Klosteneuburg- Wien, Campioni di Austria. Pia si è distinta nella specialità che maggiormente le è congeniale, quella dei rimbalzi. La sua media, che l'ha posizionata al primo posto assoluto nel campionato, è di 14,8 a gara. L'atleta non disdegna anche l'aspetto realizzativo, segnando di media 15,4 punti per gara. Un abbonamento alla doppia doppia, che le servirà sicuramente nel difficile Campionato italiano di A2. Nelle finali scudetto Pia si è lasciata andare con una super gara da 25 punti e 20 rimbalzi, con una valutazione di 39, che ha consentito a Vienna di coronare la propria riconferma come campione d'Austria.

«La firma di Pia Jurhar mi rende molto felice. - dice Sandro Pezzi - Atleta della nazionale austriaca, una importante esperienza negli Stati Uniti, campione di Austria, miglior rimbalzista della Damen Basketball Superliga. Tutte ottime notizie, ma quello che mi ha colpito nei colloqui è stata la pronta intelligenza e la capacità di relazionarsi in una maniera che non lascia indifferenti. Abbiamo la fortuna di avere in squadra una giocatrice che ha tutti i requisiti per conquistare simpatia e rispetto.
Dal punto di vista tecnico Pia padroneggia bene tutti i fondamentali meno appariscenti, ma più importanti per l'esito del gioco. Il tagliafuori, il gioco senza palla, la ricerca della posizione e della spaziatura. Ha leve molto lunghe ed una corsa fluida, che le consente di inserirsi bene nel gioco in velocità e di partecipare con successo alle rotazioni difensive. Nel Campionato italiano probabilmente in attacco giocherà un numero maggiore di palloni, mettendo alla prova le sue capacità realizzative. Un acquisto di spessore, che bene si adatta allo spirito "combat" che caratterizzerà la squadra di quest'anno».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,516 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video