Legabasket A
venerdì 5 ottobre 2018
BASKET
L'angolo del basket: week 1
di Sergio Zanella

Una Dolomiti Energia da 6 in pagella ha messo in vetrina fin dalle prime due uscite stagionali quelli che potrebbero essere i punti forti della sua stagione. In attesa di vedere quale sarà l'apporto di Davide Pascolo e di recuperare tutti gli acciaccati, la squadra di Buscaglia ha messo in mostra tanto contro Torino quanto contro Belgrado quale i saranno i dictat della nuova stagione.
Conservato il ruolo di squadra abituata a difende alla morte (anche se per ora la costanza sui 40 minuti non si è vista), Trento ha mostrato di essere diventata una squadra da pick and roll, con un Jovanovic molto più propenso a rollare che a poppare. Dalle mani dell'asse composta da lui è Radicevic passerà molto del futuro di Trento, che sfrutterà la connection balcanica per attaccare il pitturato e per gravare di falli le difese avversarie. Da questo punto di vista ottime notizie sono arrivate dalle prime due uscite, dove i serbi hanno dimostrato ottima lucidità dalla lunetta, viaggiando ben oltre l'80% di realizzazione.
Meno bene Trento ha fatto dall'arco dei 6,75, dove le notizie migliori sono arrivate dal solito Forray. Male Mian, impalpabile Flaccadori, che contro il Partizan è rimasto a zero tentativi.
In difesa da cerchiare in rosso invece le difficoltà patite contro i piccoli, con i vari Cotton, Poeta e Paige che hanno spesso tagliato come il burro la difesa bianconera. In questo senso il ritorno a una condizione fisica accettabile di Marble di certo gioverà.

In attesa della prima di campionato questi sono dunque i temi forti:
TOP I liberi, con statistiche mai così alte la passata stagione.
TOP Un Forray già in forma campionato e miglior realizzatore trentino nelle prime due uscite stagionali.
RIMANDATI Hogue e Marble, per i noti acciacchi fisici, non sono al momento giudicabili. Impossibile paragonare il loro rendimento a quello a cui eravamo abituati in passato.
FLOP La costanza difensiva, che va e viene e che obbliga Trento a subire parziali troppo pesanti.
FLOP Il tiro da 3, con gli specialisti Mian e Flaccadori che per ora hanno avuto le polveri un po' troppo bagnate.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,859 sec.

Inserire almeno 4 caratteri