SporTrentino.it
Legabasket A

La Serie A dell'Aquila parte con il botto: c'è la Virtus Bologna

Blasone, storia, vittorie, campioni: non poteva esserci avversaria più affascinante della Virtus Segafredo Bologna per aprire la regular season 2021-22 della Dolomiti Energia Trentino. I bianconeri affronteranno i campioni d'Italia in carica alla BLM Group Arena domenica 26 settembre, con palla a due alle 20.45.
La Virtus delle stelle ha cominciato la stagione come l'aveva finita: vincendo. Teodosic, Belinelli e compagni, infatti, martedì sera hanno sollevato il primo trofeo della stagione, la Supercoppa, vinta all'Unipol Arena di Bologna, superando Milano in finale.

Marco Belinelli alza al cielo la Supercoppa
Marco Belinelli alza al cielo la Supercoppa

Considerando che lo stesso epilogo si era verificato in finale scudetto e che le Vu Nere non avevano perso neppure un match nella loro superba corsa playoff della scorsa primavera, è proprio la Dolomiti Energia Trentino l'ultima squadra ad aver battuto Bologna in una partita ufficiale. Alla Segafredo Arena lo scorso 10 maggio infatti, nell'ultima partita di regular season, l'Aquila si impose 83-91, trascinata dalle sette triple a bersaglio di un Gary Browne da 26 punti e nove assist.

Toto Forray guida l'Aquila contro la Virtus (foto Montigiani/Aquila Basket)
Toto Forray guida l'Aquila contro la Virtus (foto Montigiani/Aquila Basket)

Per ripetere quel tipo di impresa la Dolomiti Energia dovrà prima di tutto provare a limitare l'enorme potenziale offensivo a disposizione del nuovo coach Sergio Scariolo, un'altra eccellenza del basket italiano ed europeo della Virtus. Per presentare Milos Teodosic e Marco Belinelli bastano i soli nomi, ma la forza di Bologna sta nella compattezza e nella profondità di un gruppo costruito per (stra) vincere, in Italia e in EuroCup. Gli infortuni che stanno tenendo ai box la star della Nazionale Nico Mannion e il lungo Ekpe Udoh tolgono poco al potenziale dei campioni d'Italia che, oltre ad un gruppo di stranieri di altissimo livello (Kevin Hervey, ex Lokomotiv Kuban, e Momo Jaiteh, altri due acquisti di peso) possono contare su una solida base di italiani in cui assieme al campionissimo Belinelli brillano Alessandro Pajola, Awudu Abass, Amar Alibegovic, Amedeo Tessitori e Michele Ruzzier.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video