Legabasket A
martedì 30 ottobre 2018
BASKET
Trento dura tre quarti, poi Valencia vola a +21
di Sergio Zanella

Aquila Basket ancora sconfitta, con zero progressi sul campo e sempre più interrogativi nella testa. A Valencia, di fronte a una squadra onestamente ben più attrezzata della compagine aquilotta, Trento tiene botta per 30 minuti (-8), mettendo anche la testa avanti nel corso del secondo quarto, ma viene poi demolita nel corso dell'ultima frazione. 87-66 il punteggio finale, frutto di una prestazione chirurgica dall'arco degli iberici (46%). Male invece Trento, che manda il solito Hogue in doppia cifra e che non ha alcun segnale né da Marble né da Jovanovic, che a questo punto dovranno essere tagliati. Impietoso il confronto a rimbalzo (29 a 18 il computo dei rimbalzi difensivi), con gli arancioni spagnoli sempre primi su ogni carambola, e anche alla voce assist le cose non vanno certo meglio. Da segnalare per la seconda partita consecutiva anche la brutta prestazione della coppia Forray - Flaccadori, che dalla panchina non sono riusciti a dare un cambio di ritmo alla squadra di coach Buscaglia, anch'egli non esente da colpe.
Per Trento ora la strada per il passaggio del turno si fa ripidissima, con lo scontro diretto tra Ankara e il Partizan, che spingerà una delle due avversarie dirette a +2 sui trentini.

TOP Hogue, che nonostante una prestazione a tratti confusionaria si dimostra capace di lottare su ogni pallone. 13 punti.
FLOP Jovanovic, che non ha mai idea di quello che sta per fare. Tira spesso casualmente e in difesa e un telepass.
LA CHIAVE La transizione, con Valencia che ha sempre punito i lenti contropiedi trentini.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.

Inserire almeno 4 caratteri