Legabasket A
sabato 27 ottobre 2018
BASKET
Aquila Basket ancora a secco, Venezia passa agevolmente
Sandro Botto
di Sandro Botto twitter

Quarto turno amarissimo per la Dolomiti Energia Aquila Basket, che fra le mura amiche perde pesantemente contro Venezia, inseguendo per tutto il match ma avendo tentato in qualche maniera di ridurre il divario a cavallo fra terzo e quarto parziale. Veneti che si vendicano della semifinale della scorsa stagione, vincendo per 64 a 87.

La cronaca



L'Aquila Basket scende in campo con il quintetto base formato da Pascolo, Hogue, Marble, Gomes e Radicevic. I veneziani partono subito bene, 2 punti di Daye e poco dopo ai liberi lo stesso fa due su 2 due. Marble riduce sul 3 a 4 grazie ad una bella tripla. Ancora da due punti e porta avanti Trento sul 5 a 4. Due triple di Bramos e Daye permettono alla Reyer la fuga sul 5 a 10. Pascolo con due liberi riduce le distanze e Marble su palla persa e una bella schiacciata ridanno speranza ai padroni di casa, 9 a 10. Due triple in successione di Bramos e Daye portano i veneziani sul 9 a 16. Trento, grazie ad un libero di Jovanovic arriva ai 10 punti, ma Watt porta i suoi a quota 18. Entra Forray e serve un assist a Jovanovic, 12 a 18, ma risponde ancora Watt e Venezia è a quota 20. Provvidenziale la tripla di Marble, che riduce le distanze sul 15 a 20. Il gap si riduce, Gomes salva una palla che sembra persa nel pitturato avversario e porta la Dolomiti Energia sul più rassicurante 17 a 20. Venezia reagisce con una tripla di Stone. Gomes ai tiri liberi ne fa soltanto uno e Trento è a quota 18, mentre i veneziani chiudono il parziale a quota 26.

Secondo parziale che si apre con una tripla di Giuri e gli ospiti volano a quota 29 e a questo punto coach Buscaglia chiama il time out. Una cavalcata in contropiede di Flaccadori riduce le distanze e porta i trentini a quota 20. A questo punto show di Vidmar, che porta i suoi a quota 35 in un battibaleno, 20 a 35. date ne mette a segno altri due e si guadagna un libero, Trento piomba a -18 e coach Buscaglia chiama nuovamente il time out. Con il rientro Flaccadori si guadagna tre tiri liberi e li mette a segno tutti, riducendo il distacco. Risponde Giuri, che porta i suoi a quota 40. Una tripla di Gomes dà speranza agli aquilotti, portando il punteggio sul 26 a 40. Venezia risponde bene con un'altra tripla. Jovanovic, ai liberi non sbaglia e porta Trento a quota 28. Il serbo ruba palla e attraversa tutto il campo, portando il punteggio a 30 a 43, costringendo i veneziani al time out. A metà partita il punteggio è di 30 a 43, il gap è notevole e Trento pare essere in crisi di idee.

Dopo la pausa lunga il gap invece che ridursi si allunga, subito una tripla di Bramos e Vidmar fa un canestro da due, ai quali si aggiungono i punti della tripla di Haynes, che portano gli ospiti sul 30 a 51. Risponde Radicevic con una tripla, ma Bramos riporta l'equilibrio rispondendo con altrettanti tre punti e il punteggio si porta sul 33 a 54. Piccolo break dei bianconeri, con due liberi di Gomes, Jovanocic dal pitturato, un libero sempre del portoghese e un canestro di Pascolo, che si portano sul meno umiliante 39 a 55. Venezia non si lascia intimorire, Haynes risponde con una tripla. Al canestro di Radicevic risponde Watt, tabellone che indica il pesante punteggio di 41 a 60. Ma l'Aquila non è ancora doma, due triple di Radicevic e Marble riportano il gap a livelli gestibili, 47 a 60, costringendo coach De Raffaele a chiamare il time out. Il piccolo break trentino è interrotto da due liberi di Watt, al quale risponde Flaccadori. Altri due liberi su due per i veneziani, a segno Tonut. Pascolo e Hogue chiudono con due punti a testa il parziale, portando il tabellone sul 53 a 64, gap meno severo rispetto a quello visto a metà partita.

Il quarto ed ultimo parziale si apre con il canestro di Hugue su assist di capitan Forray. Una tripla di Flaccadori porta i trentini a -6, sul 58 a 64, costringendo i veneziani al time out. Hogue fa canestro e posta i trentini a -4, la rimonta con un break di 11 punti ha fatto effetto. Nel suo momento migliore la Dolomiti Energia, subisce un controbreak di ben 7 punti, costringendo coach Buscaglia al time out. Risponda trentina affidata a Hogue,che porta il punteggio a 62 a 71. In questa serata che non gira, veneziani in forma, Tonut ne mette a segno due, seguito da una tripla di Daye (MPV della serata) e poi nuovamente una tripla per il friulano e gli ospiti volano sul 62 a 79. A questo punto l'Aquila è ingabbiata e non vola più. Veneziani ancora a segno con una tripla di Haynes che porta il distacco a 20 punti, 62 a 82. Watt porta i suoi a +23. Inutile la schiacciata di Pascolo, Trento a 64 punti. I veneziani chiudono il match portandosi sul definitivo e pesantissimo 64 a 87.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri