A2 femminile
domenica 26 novembre 2017
BASKET
L’Itas Alperia reagisce, ma gli ultimi secondi sono di Milano

Aspettative della vigilia pienamente rispettate sul parquet del PalaMazzali, che per la nona giornata di campionato vedeva contrapposte alle padrone di casa le milanesi del Sanga.
Due squadre appaiate in classifica, che si sono scontrate a viso aperto, dimostrando di non voler cedere a nessun costo, ne è nata una bella partita intensa e dal risultato incerto fino a quando mancavano 4 secondi dalla sirena, decisivi alla fine gli errori bolzanini.

La cronaca


Nell’inizio del primo parziale regna una sostanziale parità perdurata fino al 7 minuto quando capitan Maffenini, sale in cattedra con un canestro da 3, seguito da tante altre buone azioni, con il Sanga che inizia a scavare un preoccupante solco, chiudendo il quarto sul più 13 (12-25).
Le padrone di casa ci credono e non mollano, riportandosi immediatamente in partita riuscendo ad andare negli spogliatoi per la pausa lunga, con un distacco di soli 3 punti (30 a 33) dopo un bel parziale di 18 a 8.
Inizio del terzo parziale con botta e risposta da 2 punti: Guarneri – Villarini – Picotti, interrotto dalla bomba di Xhovana Cela su assist di Daniela Servillo e successivo centro sempre della numero 9 che riporta prima la parità tra le due squadre e poi al primo allungo delle bolzanine a +6.
Ci pensano però Maffenini e Novati dalla lunga distanza, alla fine le bombe delle lombarde saranno ben 7 contro le 3 delle bolzanine, e la partita riprende ad essere accesissima, punto a punto.
Ultimo quarto e il 5 a 0 delle ospiti fa tremare il PalaMazzali, ma arrivano i punti del contrattacco da: Safy Fall, Chiara Villarini e Ivona Matic, spesso nati dai buoni assist di Daniela Servillo.
Finale per cuori forti con botta e risposta e rocamboleschi sorpassi dall’una e dall’altra parte. A 1 minuto e 25 secondi dalla fine, la parità regna sovrana, Maffenini segna da 2 e quando manca solo una manciata di secondi (prima 17 e poi 4) Ivona Matic va in lunetta per 2 volte con i liberi del pareggio, ne realizza 2 su 4 e il Sanga festeggia per la vittoria ritrovata. Soprattutto ringrazia il suo capitano che alla seconda partita dopo il rientro dall’infortunio ha già dato ottimi segnali, risultando anche l’MVP dell’incontro.
Ancora una volta le bolzanine sono arrivate vicinissime alla vittoria e l’hanno lasciata sfuggire solo per un soffio. Il tallone d’achille di non reggere la tensione costante per i 4 tempi e di cadere troppo spesso in momenti bui concedendo parziali suicidi alle avversarie, pare al momento essere la maledizione della stagione e la si sta pagando cara.

Il tabellino


Itas Alperia Bolzano - Il Ponte Casa d'Aste Milano 62-64
(12-25, 30-33, 45-47, 62-64)

ITAS ALPERIA BOLZANO: Ribeiro Da Silva, Servillo 11 (1/9, 0/1), Cela* 7 (2/4, 1/1), Fall 16 (3/10, 2/3), Matic 13 (4/9, 0/1), Desaler, Pobitzer 2 (0/0, 0/0), Zangari NE, Villarini 13 (6/14 da 2), Ruocco, Valoroso NE. Allenatore: Travaglini M.
Tiri da 2: 16/49 - Tiri da 3: 3/7 - Tiri Liberi: 21/31 - Rimbalzi: 35 12+23 (Villarini 13) - Assist: 12 (Servillo 7) - Palle Recuperate: 5 (Desaler 2) - Palle Perse: 17 (Servillo 6) - Cinque Falli: Servillo
IL PONTE CASA D'ASTE MILANO: Novati 7 (0/3, 2/2), Pozzecco 10 (2/2, 2/5), Guarneri 13 (5/8 da 2), Rossi 2 (1/2, 0/1), Martelliano 8 (4/6, 0/1), Canova 2 (0/3, 0/2), Maffenini 14 (4/13, 2/3), Grassia, Giulietti 3 (1/1 da 3), Picotti 5 (2/5, 0/2), Quaroni
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 18/42 - Tiri da 3: 7/17 - Tiri Liberi: 7/15 - Rimbalzi: 39 12+27 (Maffenini 11) - Assist: 12 (Martelliano 3) - Palle Recuperate: 5 (Novati 1) - Palle Perse: 19 (Pozzecco 4)
Arbitri: Pietrobon M., Giusto C.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,828 sec.

Inserire almeno 4 caratteri