SporTrentino.it
Legabasket A

Roma torna a sperare, Brindisi porta a casa Krubally

Qualcosa si muove a Roma in vista della prossima stagione. Il patron Claudio Toti starebbe trattando la cessione della quota di maggioranza della Virtus a un gruppo di costruttori interessato a iniziative immobiliari connesse all’investimento. Per ora la trattativa è solo avviata, ma potrebbe essere quanto basta per indurre Toti a procedere con l’iscrizione del club e ad assemblare una formazione guidata da Piero Bucchi, sempre che il tecnico non rinunci all’ultimo anno di contratto, e composta da cinque stranieri, Tommaso Baldasso, che è sotto contratto, e altri quattro free agent italiani.
Più complicata, se non quasi disperata, la situazione di Cremona dove il consorzio avrebbe raccolto potenzialmente il quaranta per cento del contributo necessario a sostenere il patron Aldo Vanoli; il tempo ormai stringe e si profila la quasi certa rinuncia con Torino, prossima all'annuncio della firma di Jason Clark, pronta a subentrare come sedicesima squadra.
La Fortitudo Bologna ha ingaggiato per una stagione, strappandolo in extremis a una formazione di A2, la guardia - ala statunitense Tre'Shaun Fletcher,reduce da una stagione in Finlandia e complemento di una rotazione di ben otto elementi tra piccoli ed esterni. Confermata la fiducia a Niccolò Dellosto, che non sarà ceduto in prestito, ma dovrà cercare minuti in concorrenza a due stranieri nel ruolo di ala piccola a meno di non vedere a lungo in campo una formazione con un solo lungo.
Il club felsineo ha ingaggiato con contratto quadriennale anche la guardia classe 2000 Matteo Palumbo: il 20enne di scuola Stella Azzurra Roma è stato liberato dal contratto con Treviglio pagando un buyout da 50.000 euro e sarà il quinto piccolo di un reparto dove potrebbe avere più spazio in regia – alternato a Fantinelli e Sabatini – che nello sport di numero due che è iper affollato con Aradori e Banks.
Pesaro ha ingaggiato con contratto annuale la guardia tiratrice haitiano-statunitense Frantz Massenat, veterano di cinque campionati in Germania, che arriva da una stagione ad Andorra e il primo arrivo italiano con la firma di Matteo Tambone, che lascia Varese dopo un triennio e si avvicina a Ravenna di dove è originaria la fidanzata e dove è stato protagonista tra il 2013 e il 2017. Ai dettagli la trattativa con l’ala grande ungherese Marko Filipovity: il club marchigiano e il giocatore hanno sensibilmente avvicinato le posizioni e la chiusura dell'affare potrebbe essere imminente.
Chi la dura la vince e Brindisi, dopo avere resistito agli assalti di una concorrente spagnola, è riuscita a riportare in Italia il centro Ousman Krubally: il 31enne di doppio passaporto statunitense e gambiano sarà alla quarta avventura italiana diventando il centro titolare della formazione pugliese. Ufficiale anche l'accordo biennale con l'ala Mattia Udom, che lascia Verona dopo tre stagioni e torna in A dove era già stato nel 2013-14 con Siena.
Bologna ha definito l’ingaggio con contratto biennale della guardia tiratrice statunitense Josh Adam. Il 26enne, senza chance reali di ritorno in Eurolega dove era stato nel 2017-18 con l’Anadolu Efes Istanbul, ha accettato la proposta della Virtus per un Eurocup di vertice e occuperà il sesto e ultimo slot straniero nel roster di Djoerdjevic. Per ora come dodicesimo elemento, e sesto contratto italiano, è stato fermato Lorenzo Deri, ma il 19enne prodotto del vivaio potrebbe venire sostituito da un senior se rimanesse a spasso un giocatore di valore disposto ad accettare il ruolo.
Brescia ha definito la coppia di lunghi titolari per la prossima stagione. Come centro arriva, in prestito dalla Stella Rossa Belgrado, il serbo di scuola statunitense Dusan Ristic, che è reduce da una stagione in Kazakistan; l'ala grande sarà lo statunitense di passaporto israeliano T.J Cline, ex Hapoel Holon (Israele) e figlio della Hall of Famer Nancy Lieberman, pallino di Enzo Esposito da tempo che fu vicino a firmare per Pistoia nel 2017 quando il tecnico casertano era sulla panchina dei toscani.
Trieste resta attiva alla ricerca di una guardia tiratrice straniera con cui completare il roster dopo il no incassato da Javontae Hawkins, che nella scorsa stagione era compagno di squadra in Germania del neo-trevigiano Russell. Scartata l’idea Vincent Sanford, reduce da una stagione in doppia cifra di media a Limoges, abbondano le alternative al vaglio del club giuliano. Si valuta l’ipotesi di riportare in Italia Bryon Allen, ex Roseto, Brescia e Reggio Emilia, che nel 2019-20 è stato il terzo miglior marcatore della Lega Adriatica con i croati dello Zadar; altre piste considerate sono quella di Michael Jenkins, veterano di molte squadre italiane che era al Nizhny Novgorod (Russia), Devyn Marble,ex Trento e Virtus Bologna, e C.J Wilcox, che era in G-League a Fort Wayne.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video