SporTrentino.it
Legabasket A

L'ex trentino Shavon Shields firma un biennale con Milano

Milano ha ufficializzato l’ingaggio con contratto biennale dello statunitense di passaporto danese Shavon Shields, fresco di titolo spagnolo con Vitoria e a Trento tra il 2016 e il 2018. Si tratta del secondo giocatore danese nella storia dell’Olimpia Milano dopo il lungo Lars Hansen che vestì la maglia dell’allora Cinzano tra il 1976 e il 1978. Definita la transazione con Arturas Gudaitis, destinato ai russi dello Zenit San Pietroburgo, a questo punto resta solo da definire l’accordo con l’ala grande Zach LeDay, proveniente dallo Zalgiris Kaunas, per completare il roster da 15 elementi che affronterà la stagione 2020-21.
Affare fatto tra Fortitudo Bologna e Ethan Happ, che hanno trovato l'intesa in tempi rapidi accordandosi per un contratto annuale e opzione sulla stagione 2021-22. Il centro statunitense torna così a disposizione di Meo Sacchetti, che già lo ebbe a Cremona, e insieme ad Adrian Banks e Pietro Aradori garantirà al club emiliano i tre migliori marcatori, e i due (Happ e Banks) migliori giocatori per valutazione, della stagione 2019-20. A Completare un reparto esterni dalle mani assai calde è fortemente candidato lo statunitense James Woodard (1.90 m, 86 kg, 1994, 1992, Tulsa '16) che era in Germania al Bayreuth (19g, 13.0ppg, 3.8rpg, 2.9apg).
Accordo biennale, con reciproca possibile uscita nel 2021, tra Brindisi e James Bell, che sarà l’ala piccola titolare della formazione di Vitucci. Il 28enne statunitense, che aveva iniziato la carriera pro a Cremona nel 2014, è reduce da una stagione di quasi inattività avendo firmato lo scorso febbraio per i greci del Promitheas Patrasso poco prima dello stop alle competizioni.
Varese prende atto, senza nascondere un forte rammarico, della decisione di Jason Rich di rinunciare al contratto per la stagione 2019-20. Ufficialmente il 34enne giocatore, alle prese con un lutto in famiglia, ha manifestato l’intenzione di ritirarsi, ma tecnicamente in caso di rescissione consensuale del contratto sarebbe libero di ripensarci e accasarsi altrove. Intanto il nome in cima alla lista per la sostituzione è quello di Toney Douglas, che già aveva firmato a fine inverno salvo poi non riuscire a giocare neanche una partita a causa dell'emergenza Covid-19.
Reggio Emilia ha scelto il playmaker titolare che sarà Brandon Taylor, già a Bergamo nel 2018-19 anche se mai avversario diretto della Fortitudo Bologna che era allenata dal suo nuovo coach Antimo Martino. Una scelta fortemente voluta quella della dirigenza e del tecnico che hanno convinto il 26enne regista a cui i francesi di Le Mans avevano offerto 140.000 euro per confermarlo e a cui Strasburgo di Nicola Alberani aveva messo sul piatto 180.000 dollari senza riuscire a firmarlo.
Cantù è al lavoro per estendere su base biennale l’accordo per giocare le gare casalinghe a Desio, in attesa della nuova struttura cittadina in sostituzione del Pianella. Intanto è sul rettilineo finale la trattativa per riportare in Brianza la guardia Jamie Smith, che era a Sassari, e l’ala grande Marty Leunen, che sta ultimando la sua uscita con un anno di anticipo dal contratto con la Fortitudo Bologna.
Venezia ha deciso di aggregare al gruppo della prima squadra il centro Luca Possamai (2.10 m, 105 kg, 2001), che ha firmato un contratto a lungo termine (verosimilmente un triennale con opzione per altre due stagioni) e resterà con la Reyer a dispetto di alcuni interessamenti di squadre di A2. Nelle sette partite della Next Gen 2019-20 Possamai ha chiuso con 10.6ppg, 8.3rpg e 2.0bpg.
Trieste ha esercitato l’opzione e ha esteso fino al 2021 il contratto con la guardia tiratrice Andrea Coronica, bandiera del club della cui prima squadra fa parte fin dal 2008. Si tratta del settimo italiano sotto contratto e del decimo giocatore a disposizione di Dalmasson: per completare il roster mancano una guardia tiratrice e un’ala piccola straniere.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video