SporTrentino.it
Legabasket A

Justin Johnson il sesto e ultimo straniero di Reggio Emilia

Brescia, ancora alle prese coi problemi di Dusan Ristic, che non avrà il visto per accedere in Italia per almeno una decina di giorni, ha ingaggiato per un mese con opzione per il prolungamento Daniele Magro, uomo di fiducia di Enzo Esposito, che era free agent dopo la scorsa stagione a Sassari. Intanto il club ha cambiato in corsa preparatore atletico. Luciano D’Ancicco, che era in Lombardia dal 2017, ha dovuto fare un passo indietro per motivi personali e al suo posto è arrivato Sandro Bencardino, già alla Mens Sana Siena e poi all’estero prima a Kazan e poi a Bamberg.
Reggio Emilia pare intenzionata a tesserare anche per il campionato il centro gambiano in fase di formazione italiana Ibrahima Cham, che è stato protagonista della scorsa Next Gen Cup. Per lui verrà speso il quinto dei sette visti disponibili in campionato sebbene il suo ruolo sarà quello di straniero di scorta mentre in Europe Cup il limite di sette giocatori non formati ne permetterà utilizzo regolare.
Sarà Justin Johnson il sesto e ultimo straniero degli emiliani: il club con una trattativa lampo si è assicurato l’ex giocatore di Cagliari e Pistoia, che garantirà ad Antimo Martino minuti sia come alternativa a Elegar come centro sia minuti da ala forte in alternativa a Baldi Rossi.
Pesaro ha trovato l’accordo annuale con la guardia italo-argentina Ariel Filloy, che già da alcuni giorni si stava allenando con il club. Si unisce a Tambone in una coppia italiana molto duttile come cambi di lusso per Robinson e Massenat. L’extra budget investito sull’ex giocatore della Reyer Venezia induce a pensare che non arriverà un altro lungo italiano e che il cambio del centro sarà a tutti gli effetti Beniamino Basso.
Treviso ha scelto l’ala grande Vittorio Bartoli come ultimo italiano da mettere sotto contratto di Lega nell’ambito della formula 5+5 scelta dal club veneto: si tratta di un’ala forte vista in campo nella scorsa Next Gen Cup. Nel gruppo della prima squadra farà parte stabilmente anche l’altro prodotto del vivaio Lorenzo Piccin, che aveva fatto ottime cose alla Next Gen Cup.
Roma, nell’attesa di definire il reparto stranieri, ha sistemato la pattuglia italiana con l’ingaggio del lungo italo-sanmarinese Ygor Biordi, che era in B a Soresina, e con la promozione in prima squadra dell’ala Samuele Telesca (2003), che nella scorsa stagione era in doppio tesseramento con la C Gold laziale dello Smit Roma Centro. Aggregati al gruppo di allenamento, oltre a Benic, ci sono la guardia tiratrice Giovanni Spinosa, in organico nel 2019-20, il playmaker Federico Abbrucciati, la guardia tiratrice Filippo Lauria, l’ala Gianmarco Iannicelli.
Cantù ha aggregato al gruppo della prima squadra, portandoli a referto nella prima partita di Supercoppa a Milano, il playmaker Tommaso Lanzi e l'ala piccola Simone Caglio, entrambi visti con il club brianzolo alla scorsa Next Gen Cup e reduci da una stagione con minuti importanti in C Gold lombarda nel Team ABC Cantù.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video