SporTrentino.it
A2 femminile

La Pallacanestro Bolzano è in A2, ma nel girone sbagliato

La Pallacanestro Bolzano non ci sta. Appreso dalla Federazione che è stata ripescata in serie A2, come previsto, ha anche dovuto prendere atto di essere stata inserita nel Girone meridionale della categoria. Un'assurdità logistica, per contrastare la quale la società altoatesina ha scritto al presidente della FIP Petrucci.
Questo il testo della lettera.
Gentile Presidente Petrucci, il Consiglio Federale ha ratificato in data 6 agosto 2020 le proposte della Legabasket femminile per la composizione dei Gironi della Serie A2. Pallacanestro Bolzano è stata per inserita, per convenienza organizzativa, nel girone meridionale.
Come potete intendere, la nostra collocazione nel Girone Sud concretizza una grande ingiustizia e secondo noi una violazione della logica e dei regolamenti.

Alcune considerazioni:
- Una volta decise le squadre che partecipano ad un campionato, di norma viene effettuata la suddivisione in gironi, che tiene conto di criteri oggettivi stabiliti dal regolamento. Non dovrebbero esistere posizioni di privilegio o rendite di posizione, né tantomeno patti "ad exludendum". Tutti partono alla pari e solo il concetto di vicinorietà, parità di spese e di chilometri da coprire possono considerati essere criteri dirimenti per la suddivisione dei gironi.
- Siamo in un periodo caratterizzato da un'epidemia, nel quale i trasporti aerei interregionali saranno complicati. I voli caleranno di frequenza, le prenotazioni saranno difficili e il rischio di veicolare l'infezione potrebbe aumentare. Riteniamo che in un periodo di difficoltà la Federazione dovrebbe organizzare i gironi cercando di contenere al massimo i voli, i trasbordi ed i contatti, privilegiando trasferte vicine da effettuare in macchina. Per noi le trasferte in macchina potrebbero, nel "nostro" naturale girone nord, essere la totalità.
- Pallacanestro Bolzano, squadra vincente del Girone Veneto-Friuli-Trentino A.A. è stata inserita in serie A2, oltre che per il primo posto in classifica conseguito, anche a seguito della rinuncia di Marghera, squadra anch'essa di A2.
- Pallacanestro Bolzano è la squadra più vicina, tra le ripescate, in termini chilometrici, a Marghera, sempre e stabilmente nel girone Nord da molti anni.
- Pallacanestro Bolzano è la squadra più a Nord della penisola ed un suo inserimento in un girone Sud esporrebbe tutti a commenti e considerazioni che non voglio evidenziare. Tutte le squadre, ad eccezione delle due di Bolzano, sono più a sud e quindi tra esse dovrebbero essere ricercate quelle geograficamente più vicine.
- Un altro parametro importante è la presenza di HUB aereoportuali nel comune dove si esercita l'attività. Bolzano è priva di collegamenti aerei verso il resto della penisola.
- Pallacanestro Bolzano è nel medesimo campionato di serie A2 con altra società di Bolzano, il Basket Club che è stato inserito nel girone nord, creando con ciò una palese diversità di trattamento, sia a livello di costi sia a livello logistico, due team che hanno in termini di regolamento i medesimi diritti. Logica vuole che due squadre della stessa città militino nel medesimo girone. Rileviamo una palese violazione dei principi di equità sportiva e di pari opportunità tra squadre che partecipano al medesimo Campionato nella medesima città.
- Con comunicato del Presidente Federale del 26 giugno 2020, novellato in luglio, viene confermato che anche nella scelta delle squadre da ammettere alla serie A2 viene privilegiato il concetto di vicinorietà geografica, citando a tal guisa le distanze come da guida Michelin.
- Anche il Regolamento Esecutivo Gare considera importante il criterio di vicinorietà nella composizione dei gironi (art. 9 R.E.G comma 9.) demandando alla Federazione Italiana Pallacanestro la possibilità di modificare i gironi allo scopo di diminuire disagi e privilegiare la brevità delle trasferte, cosa importante in questi difficili momenti.
- Lo stesso Presidente Federale Petrucci ha in più sedi confermato che a causa del Covid-19 sarebbe stato indispensabile, nella formulazione dei gironi, tenere a debito conto una diminuzione delle distanze e una concentrazione geografica e territoriale delle squadre partecipanti, tale da consentire una drastica riduzione delle spese.
Da sottolineare inoltre le gravi implicazioni in termini di costi per la nostra società che l’inserimento nel girone sud comporterebbe:
- Aumento di costi di circa 25.000 euro all’anno del capitolo trasferte.
- Aumento di distanza delle trasferte valutato in migliaia di chilometri rispetto a quelle del nostro naturale Girone Nord, (nel quale abbiamo giocato anche nella Stagione 2018-19), con numerosi trasbordi e con i rischi ad essi collegati.
- Difficoltà nel trovare aereoporti che abbiano collegamenti regolari con le sedi di gioco.
- Obbligo, a causa della rarefazione dei voli, di programmare trasferte della durata di due, tre e talvolta quattro giorni.
- Perdita di sponsor che supportano la squadra a causa della differenza di bacino di utenza della loro attività.
- Perdita di importanti derby locali, molto seguiti da stampa e media.
- Sistemazione provvisoria in un girone “innaturale”, che dovrebbe comunque essere modificata poi nella prossima stagione.

Per questo motivo chiediamo al vostro senso di ragionevolezza di rivedere la decisione e di formulare gironi che siano compatibili con la nostra dislocazione geografica e con l'esigenza condivisa di contenere difficili e innaturali trasferte. Abbiamo Verona a 130 KM, Vicenza a 160 KM e dobbiamo volare a Patti, località magnifica peraltro, che è distante 2000 KM.
Qualora ciò non accadesse, cercheremo, in qualità di tesserati, di utilizzare tutte le possibilità a noi concesse per cercare di far prevalere la logica e far emendare la decisione.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Classifica

Notizie