SporTrentino.it
Legabasket A

Cremona ad un passo dalla chiusura: quante in A?

Cremona è ormai a fine corsa. Il Consiglio di Amministrazione della Vanoli ha preso atto della mancanza di coperture economiche e garanzie per lo svolgimento del prossimo campionato e ha rimesso il mandato all’assemblea dei soci che valuterà eventuali proposte di subentro nella compagine societaria o in alternativa l’avvio delle pratiche di liquidazione della società. Il patron Aldo Vanoli ha detto che al 99 per cento i titoli di coda stanno per partire, ma ha lasciato margine fino al 29 luglio per trovare qualcuno interessato a continuare l’attività in città o altrove. A questo punto bisognerà vedere cosa accade a Roma per capire il volto della nuova serie A: in caso di doppia rinuncia si andrà a un campionato a 14 squadre, come accadde l’ultima volta nel 1998-99 all’epoca di A1 e A2, altrimenti si profila il nuovo ripescaggio di Torino per un campionato a 16. Pur in presenza di una situazione difficile legata all’emergenza Covid-19 resta il gran pasticcio di avere messo il termine ultimo per garantire la partecipazione alla A solo qualche settimana prima dell’avvio della stagione ufficiale (29 agosto, con tesseramenti e visti obbligatori per la Supercoppa) e praticamente dopo l’inizio della preparazione di alcune squadre.
Milano ha ufficializzato l’ingaggio con contratto biennale dell’ala grande statunitense Zach Le Day. Si tratta del quindicesimo giocatore, tre esatti per ruolo, sotto contratto di cui nove stranieri e sette extracomunitari. All’Olimpia, se come probabile tessererà tutti i giocatori per il campionato, resteranno tre possibili ingaggi senior senza ulteriori visti per tutta la stagione italiana e cinque tesseramenti per l’Eurolega con la possibilità di spendere un ulteriore visto, ma senza che il giocatore possa essere utilizzato in serie A.
Brescia punta altissimo per il ruolo di centro titolare. L’obiettivo del club lombardo è infatti lo statunitense Malcolm Thomas (2.05 m, 102 kg, 1988, San Diego State ’11), nella scorsa stagione divisosi tra Cina (3g a 15.7ppg, e 13.0rpg con gli Shanxy Zhongyu) e il Fenerbahce Istanbul (5g, 6.0ppg, 5.4rpg, 1.8apg in Turchia e 12g, 2.9ppg, 3.6rpg, 1.1apg in Eurolega). Al giocatore è stata presentata un’offerta di alto profilo economico e c’è moderato ottimismo per convincerlo alla firma. Si pensa a un veterano di Eurolega anche per il ruolo di ala forte con in prima fila lo statunitense Kenny Gabriel (2.08 m, 100 kg, 1989, Auburn ’12), ex Panathinaikos Atene, che è reduce da un campionato di G-League coi College Park SkyHawks (38g, 7.6ppg, 4.8rpg, 1.0apg). Lavori in corso anche per il lungo italiano di complemento: la prima scelta è Daniele Magro, ex Sassari e fedelissimo di Enzo Esposito, ma in aumento sono anche le quotazioni di Andrea Ancellotti, ex Latina.
Cantù ha definito il ritorno in Brianza dopo tre stagioni della guardia Jaime Smith: il 31enne statunitense ha firmato un accordo biennale con reciproche clausole di uscita al termine della prossima stagione. Intesa raggiunta anche con l'altro ex Marty Leunen, ma l'accordo potrà essere formalizzato solo dopo la transazione (che potrebbe comunque arrivare in tempi rapidi) dell'ultimo anno di contratto con la Fortitudo Bologna.
Trieste ha ingaggiato l’ala statunitense Myke Henry, giocatore di buona esperienza anche se al debutto in Italia e pescato in G-League. Adesso manca solo la guardia tiratrice con l'allenatore Dalmasson che ha specificato come l’esigenza di un giocatore con punti nelle mani non debba fare rima con individualismo. Il tecnico dei giuliani ha inoltre lasciato aperta la porta a un’eventuale richiesta della FIBA per disputare la Europe Cup, il quarto torneo continentale per prestigio a cui ambirebbe anche Reggio Emilia.
Sassari ha definito il contratto annuale con il centro Luca Gandini, che fungerà da quinto lungo e da sparring in allenamento sulla falsa riga di quanto fatto nella scorsa stagione a Varese. Il roster a disposizione di Gianmarco Pozzecco è così completo.
Varese è vicina a chiudere l'operazione Toney Douglas, in sostituzione del ritirando James Rich, che potrebbe tornare al club lombardo dove aveva firmato appena prima dello stop al campionato per il Coronavirus. Un'altra conferma, quella del lettone Ingus Jakovics,si profila per turare la falla dell'addio a Matteo Tambone, che sarà congedato dopo non avere trovato l'accordo economico per ridiscutere l'ultima annualità del contratto in essere.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,156 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video