Legabasket A
sabato 11 gennaio 2020
BASKET
Nel posticipo di domenica Aquila all'assalto di Pistoia

I bianconeri aprono il girone di ritorno sul campo dell'OriOra Pistoia, che in casa ha già fermato, fra le altre, Cremona e Venezia: palla a due domenica alle 20.45, diretta RAI Sport anche in Club House Aquila Basket in piazzetta Lunelli.

Probabili quintetti
Pistoia: G – Zabian Dowdell, G – Lorenzo D'Ercole, F – Terran Petteway, F – Justin Johnson, C – Angus Brandt
Trento: G – Aaron Craft, G – James Blackmon, F – Alessandro Gentile, F – Davide Pascolo, C – Rashard Kelly

1) Viene gennaio, silenzioso e lieve
I numeri (punti per possesso) dicono che la Dolomiti Energia Trentino ha l'ottavo attacco e la sesta difesa della Serie A, ma ciò non le è bastato per far parte delle otto che si giocheranno le Final Eight di Coppa Italia a metà febbraio: per restare nel gruppone che chiude la zona playoff i bianconeri sono chiamati ad alzare ancora il proprio livello di gioco e dare ulteriore continuità a quanto di buono mostrato nelle due vittorie con Trieste e Varese, ma anche nelle due brucianti sconfitte contro "big" come Bologna e Darussafaka.
Gennaio può essere il mese chiave per i bianconeri sotto tanti punti di vista, dato che da qui alla pausa di febbraio ogni partita di campionato sarà intervallata da vere e proprie "imprese impossibili" contro le grandi avversarie della Dolomiti Energia nelle Top 16 di 7DAYS EuroCup. Il 15 gennaio alla BLM Group Arena c'è il Partizan, il 21 tocca alla Virtus Bologna, il 4 febbraio il Darussafaka: con il mini-abbonamento Top 16 disponibile online e all'Aquila Basket Store siete certi di non perdervi nemmeno un istante delle grandi notti europee!

2) Casa, dolce casa
L'OriOra Pistoia sta combattendo con orgoglio e qualità per mantenere la categoria, e lo sta facendo trasformando il proprio campo in un autentico fortino davvero difficile da violare: fra le mura amiche i biancorossi di coach Michele Carrea hanno vinto 5 partite su 8, sconfiggendo fra le altre anche squadre di vertice come Cremona e Venezia. Terran Petteway (tradizionalmente caldissimo contro Trento) e compagni in casa si trasformano, visto che i numeri dicono che segnano 10 punti in più (quasi 80 di media) tirando con percentuali migliori da tutte le posizioni del campo e facendo girare anche meglio il pallone: la spinta del palazzetto toscano insomma renderà per la Dolomiti Energia le cose ancora più difficili.

3) Non c'è sei senza sette?
I bianconeri contro Pistoia hanno vinto le ultime sei partite ufficiali, tutte nella regular season di Serie A: si va dal 99-91 della BLM Group Arena del 18 marzo 2017 (27 punti di Devyn Marble) fino al 25 settembre 2019, quando nella prima giornata di campionato la Dolomiti Energia ha battuto i toscani 88-75 grazie ai 27 punti di Blackmon e ai 16 di Knox. La striscia di sei vittorie consecutive di Trento è cominciata dopo la... striscia di triple di Terran Petteway nell'ultima sfida vinta da Pistoia, il 20 novembre 2016 (43 punti e 10 triple a bersaglio per la guardia USA). Nei confronti al PalaCarrara, 3-2 il bilancio in favore dei bianconeri (9-3 quello complessivo).

Le dichiarazioni


«La partita di domani per noi è estremamente delicata, - dice Luca Lechthaler - è importante da tanti punti di vista: questo è un mese in cui ci aspettano grandi sfide, che ci danno stimoli e occasioni importanti per crescere come squadra. Possiamo fare di più in tante piccole cose, ma credo che nelle ultime uscite abbiamo dimostrato che siamo sulla strada giusta: il passo in più lo dobbiamo fare a livello mentale, ad esempio nel saper gestire meglio le situazioni che nei finali di partita fanno la differenza fra la vittoria e la sconfitta. Sono convinto che l'esperienza di questi primi mesi ci aiuterà: abbiamo cominciato la stagione con tanti giocatori importanti nuovi o alla prima esperienza con il doppio impegno, ci può stare qualche intoppo nel processo di crescita ma ora sappiamo anche gestire meglio le energie fisiche e mentali che vanno spese e ricaricate giocando ogni 72 ore».
«Sarà anche banale da dire, ma tutte le partite sono importanti, - dice Nicola Brienza a maggior ragione con questa classifica molto corta in cui basta un attimo per essere al vertice o in fondo alla graduatoria. Pistoia ha vinto cinque delle ultime sei partite giocate in casa, il livello del campionato è alto e non possiamo permetterci di non dare la giusta attenzione a questa trasferta. Stiamo facendo bene nelle ultime settimane, abbiamo fatto qualche passo in avanti e ora vogliamo passare dal "lottare fino in fondo" come ci è successo con Virtus e Darussafaka, al vincere quel tipo di partite. Dobbiamo essere ancora più solidi, ancora più uniti; ed essere più cinici e pronti a fare le cose giuste nei finali di partita senza concedere rimbalzi in attacco o possessi extra ai nostri avversari».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri