B femminile
venerdì 29 novembre 2019
BASKET
Cestistica al completo contro lo Junior San Marco

Decima giornata di campionato per la Cestistica Rivana Agl, che sabato sera alle ore 20.30 ospita lo Junior Basket San Marco. Al PalaGarda per la prima volta si potrà vedere la formazione rivana al suo completo, con i due nuovi innesti Piermattei e la sedicenne argentina Ferreyra. La voglia di dimenticare la bruciante sconfitta di due settimane fa con Muggia (53-54) è tanta. L’amichevole di lusso disputata a Bolzano contro la formazione di A2 ha dato una mano a rodare il nuovo motore.
La classifica mette in evidenza i 4 punti in più delle trentine rispetto alle venete, che però hanno dovuto fare i conti con un calendario davvero tosto. Coach Corich può contare su un gruppo di grande esperienza, guidato dall’ala forte Ridolfi (10 punti di media) e dalla coppia Borsetto-Bonivento (rispettivamente 87 e 85 punti). Fra i quattro successi spicca quello ottenuto sul parquet della capolista (51-52) con l’ultima entrata vincente della Ridolfi. In casa biancoazzurra c’è grande attesa soprattutto per vedere all’opera la giovanissima nazionale Kiki Ferreyra, mentre non sarà ancora disponibile l’infortunata Takrou.

Le dichiarazioni


«Lo Junior San Marco è una formazione che dopo un inizio difficile ha decisamente cambiato marcia, - dice Sergio Ferraglia - battendo anche la capolista Rhodigium in trasferta. Formazione che anche nelle sconfitte ha venduto cara la pelle e quindi sicuramente dovremo dare fondo a tutte le nostre risorse per tornare alla vittoria in casa. Settimana intensa quella appena trascorsa, che ci ha visto in amichevole in quel di Bolzano contro la forte formazione locale di A2. Amichevole che ha fornito alcune indicazioni sul rientro di Piermattei e sull'inserimento di Ferreyra.
Siamo ancora in fase di amalgama, visti i recenti inserimenti, ma purtroppo non c'è tanto tempo per lavorare su questo aspetto. Dovremmo ovviare alzando l'asticella in difesa. Peccato per la concomitanza del derby cittadino di serie D tra Virtus e Gs Riva, purtroppo nei campionati nazionali non è così facile ottenere gli spostamenti. Speriamo comunque nella presenza dei nostri tifosi».
«A parte le gambe un po' dure e le mani arrugginite, - dice Giulia Piermattei - non potevo sperare di stare meglio a due soli mesi dal parto. Mi manca certo il ritmo partita, quello si allena solo giocando, ma per me la cosa più importante era tornare prima possibile in gruppo quindi sono molto felice. Poi dire quando e se potrò effettivamente essere utile in campo è difficile. Al rientro ero di legno. La squadra mi piace molto, mi pare si sia creato in fretta un bel gruppo e che tutte le nuove ragazze abbiano portato tanta grinta e voglia di vincere.
Il campionato veneto ormai ho imparato a conoscerlo, è pieno di partite a rischio, anche se è innegabile le prime quattro siano più attrezzate delle altre. Però c'è tanto agonismo, tanti allenatori bravi che sanno leggere bene le partite e società storiche, dove c'è mentalità e tradizione. Come Muggia, per fare un nome. Puoi perdere contro chiunque.
Noi direi che siamo partite molto bene, con sconfitte che possono anche starci. Saranno però le prossime partite a fare da spartiacque. Già con San Marco sarà durissima: loro sono toste, dure e anche esperte. Peraltro hanno affrontato un calendario difficile, diversamente sarebbero più avanti in classifica. Sarà per noi un bel test per capire quanto valiamo».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri