B femminile
domenica 17 novembre 2019
BASKET
Castelletto infligge alla Cestistica il primo ko casalingo

Con un tiro in tuffo sulla sirena Castelletto strappa la vittoria alla Cestistica Rivana. Alla fine di un confronto deciso da tanta difesa l’Intersport Muggia ha inflitto la prima sconfitta casalinga alla trentine. Un confronto che è ben fotografato dai parziali, con le friulane subito in partita (10-15), ma riacciuffate nei due successivi grazie ai successi parziali delle biancoazzurre (18-15 e 17-16) e infine quell’ultima frazione, terminata con un misero 8 pari, ma sufficiente per decretare il successo ospite.
Molti, troppi i black out offensivi delle ragazze allenate da coach Ferraglia, condizionate dalla serata non proprio positiva di Takrou (uscita al 38’ per una brutta distorsione al ginocchio già infortunato) e Bonvecchio, entrambe troppo importanti per la squadra. La difesa a zona ha retto bene, ma l’elevato numero di liberi concessi alle avversarie ha fatto la differenza.

La cronaca


Il primo quarto è subito in salita per le padrone di casa, che rimangono in partita con i canestri delle due lunghe Ceccardi-Herrera. Nel secondo le friulane tentano l’allungo, ma è un botta e risposta di triple, la prima di Takrou, che al 19’ (28-27) con il primo sorpasso. Al rientro in campo dagli spogliatoi capitan Bonvecchio torna ad essere la guerriera che tutti conoscono, 4 punti e due assist per un break pesante di 7-0 (35-30).
Poi il buio, le azioni offensive sono confuse, la palla sembra scottare, e la tripla di Silli sigilla quel punto in più nel terzo quarto. Gli ultimi dieci minuti son trascinati e confusi, le due squadre non segnano più, Bonvecchio, Takrou ed Herrera commettono subito il loro quarto fallo. Mervich porta avanti le sue, ma è Reversi con una delle sue triple ad impattare (39’ 52-52). A 19 secondi Silli commette fallo su Ceccardi, fuori il primo ma dentro il secondo libero (53-52). Muggia attacca, la Cestistica difende bene e intanto il cronometro corre, non abbastanza perchè sulla sirena, marcata dalla Ceccardi, Castelletto con un tuffo in area lascia partire un tiro impossibile che proprio sulla sirena strappa il successo alle rivane.

Le dichiarazioni


«Partita molto agonistica dove il bel gioco a latitato da entrambi le parte.- dice Sergio Ferraglia - Sicuramente la squadra ha lottato dal primo all'ultimo minuto facendo purtroppo molti errori dettati più dalla foga agonistica che altro. Ci sono aspetti dove abbiamo fatto dei passi avanti, vedi il lavoro a rimbalzo difensivo e offensivo, purtroppo come detto siamo mancati nella fluidità in attacco. Peccato, perché ad un certo punto sembrava che avessimo preso le misure alle avversarie, che comunque vanno elogiate per la partita disputata e per questo motivo non hanno rubato nulla. Sconfitta resa ancora più amara dall'infortunio (in settimana verranno fatti esami più approfonditi) di Takrou. Giovedì arriva la tanto attesa Ferreyra e sabato rientra Piermattei.

Il tabellino


Cestistica Rivana Agl - Intersport Muggia 53-54 (10-15, 28-30, 45-46)
Cestistica Rivana Agl: D'Avanzo 5, Vicentini, L. Fadanelli 3, Herrera 10, Ceccardi 12, Bonvecchio 10, Reversi 10, Chemolli, Omezzolli ne, Prezzi ne, Takrou 3. Coach: Ferraglia.
Interclub Muggia: Castelletto 17, Silli 12, Mervich 7, Fumis 6, Samez 6, Sarez 6, Sustersich 2, Giustolisi 2, Miccoli 2, Castagna, Vesnaver, Dimitrijevic, Robba ne. Coach: Giuliani
Arbitri: Tadic di Pergine e Vicentini di Vicenza
Tiri liberi: 4 / 5 Cestistica, 18/20 Muggia
Canestri da 3: 5 Cestistica, 4 MuggiaCasstelletto inf,oiigge alla Cestitica il primo kob casalingo

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri