Varie
domenica 7 luglio 2019
BASKET
In archivio anche la seconda settimana del camp di Folgaria

Si è conclusa alla grande anche la seconda settimana del 32° Folgaria Basketball Camp: l'Alpe Cimbra ha ospitato più di 200 camperini che hanno giocato nelle strutture dislocate sull'Altopiano (PalaFolgaria, Palaghiaccio e centro sportivo di Serrada). Settimana dal sapore iberico, dato che gli head coaches sono stati gli spagnoli Miguel Angel Hoyo e Manu Santos, che hanno suscitato non poco successo dentro e fuori dal campo.

E a proposito di successo, non sono stati da meno i Da Move, di ritorno a Folgaria dopo otto anni, come pure la novità 2019: il Super Jump. Si tratta di un metodo di allenamento, ribattezzato dal direttore Renato Caroli "gym power", che utilizza il tappeto elastico. A portarlo a Folgaria, l'istruttore milanese Gigi Mastrangelo: «Il trampolino elastico nasce come attrezzo per la riabilitazione - racconta Gigi - Nel 2008 Jill Cooper ideò questo innovativo metodo di allenamento che ho cercato di collegare al basket creando un protocollo proprio per il Folgaria Basketball Camp. Mobilità dei piedi, equilibrio, lavoro di propriocettività e attivazione di tutta la muscolatura: tutto questo si sviluppa sul tappeto elastico. Si salta con musica che non è altro che un contorno per far sì che l'attività sia più divertente: più che salti, parlerei di accelerazioni, cioè di spinte verso il basso in modo da preservare la parte traumatica delle articolazioni».

Quasi superfluo sottolineare l’enorme consenso che ha generato nei “campers” questo tipo di attività: dai nati nel 2002 sino ad arrivare ai 2007. Una “selezione” di camperini si è esibita sui trampolini elastici ieri mattina al Palaghiaccio di Folgaria, davanti a centinaia e centinaia di genitori, in occasione delle premiazioni e dei saluti che hanno concluso questo indimenticabile secondo turno del FBC.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,688 sec.

Inserire almeno 4 caratteri