Legabasket A
mercoledì 22 maggio 2019
BASKET
Gara-2 è un monologo orogranata, Venezia vince 69-51

La Dolomiti Energia Trentino si schianta sulla fisicità di Venezia e cede anche nel secondo episodio dei quarti di finale LBA Playoff 2019: la Reyer vince 69-51 e si porta ad una sola vittoria dall’accesso in semifinale, proteggendo il fattore campo con una grande prova difensiva, che espone i limiti di una Dolomiti Energia intensa ed efficace in difesa quanto fragile e confusa in attacco. Ora ai bianconeri servirà anche l’aiuto del pubblico della BLM Group Arena per rientrare in partita nelle serie al meglio delle cinque: gara-3 è in programma giovedì sera alle 20.45.
Miglior realizzatore trentino in gara-2 capitan Toto Forray, che chiude con 11 punti (4-14 FG), cinque rimbalzi e tre recuperi; doppia cifra a rimbalzo per Beto Gomes, che cattura 10 carambole, sette punti e sette rimbalzi invece per Davide Pascolo, alla sirena il migliore dei suoi per valutazione (12).

La cronaca


Il primo quarto di gioco è uno show delle due difese: i recuperi di Craft e le stoppate di Bramos impediscono alle due squadre, entrate in campo piuttosto contratte, di trovare con continuità la via del canestro. I primi due punti del match sono di Pascolo dalla lunetta, ma si deve aspettare un semigancio di Jovanovic intorno alla metà dei primi 10’ per vedere il primo centro dal campo dei bianconeri: Vidmar e Daye dopo un paio di buone giocate del lungo serbo permettono alla Reyer di chiudere il primo periodo avanti 15-11.
Nei secondi 10’ però si attiva l’arsenale offensivo dei padroni di casa, che con le triple di Haynes, Bramos e Daye mette improvvisamente in vantaggio in doppia cifra i padroni di casa (27-17 e timeout Buscaglia). La Dolomiti Energia continua a difendere con grande intensità ed efficacia, ma il dominio dei padroni di casa a rimbalzo (29 a 19) e le terribili percentuali dal campo degli ospiti (7/33 dal campo nei primi 20’ senza canestri dall’arco) condannano l’Aquila ad andare all’intervallo lungo sotto di 13 (34-21) e con il Taliercio in festa.
La Dolomiti Energia ha bisogno di una scossa, ma il mini-break di 4-0 tutto firmato Marble (ai primi punti a referto nella partita) non basta a rimettere in carreggiata l’attacco di Trento, che annaspa contro la fisicità e i muscoli del quintetto veneziano. Forray infila dopo 25’ la prima tripla di serata dei bianconeri, che però incassano i canestri di Mazzola, Vidmar e De Nicolao che indirizzano la partita verso la Reyer (50-36 dopo tre quarti di gioco).
Negli ultimi 10’ il copione non cambia: Craft cerca di ridare ossigeno ai suoi con un paio di canestri da prestigiatore, ma per l’Aquila è notte fonda. I bianconeri non scendono mai sotto la doppia cifra di svantaggio e i padroni di casa chiudono i conti sul 51-69 portandosi sul 2-0 nella serie e proteggendo il fattore campo.

Le parole di Maurizio Buscaglia


«Ora dobbiamo solo pensare a preparare gara-3 e a portarci sul 2-1 nella serie. Con calma, ricompattandoci, trovando la strada giusta per riprenderci. Facciamo fatica, è evidente, facciamo fatica a trovare la via del canestro e anche se il tempo a disposizione è poco dovremo lavorare su due o tre aspetti chiave che possano permetterci di essere più consistenti sul parquet. Non possiamo prescindere da questo aspetto, a maggior ragione contro una squadra forte e completa come la Reyer».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Inserire almeno 4 caratteri