Legabasket A
domenica 5 maggio 2019
BASKET
Rimonta pazzesca, finale amaro: 77-79 per Milano all'overtime

Una partita pazzesca in una BLM Group Arena da sogno finisce con la vittoria di Milano sulla Dolomiti Energia Trentino 77-79 dopo 5’ di tempo supplementare: i bianconeri, sotto anche di 18 nel corso del primo tempo, rimonta ferocemente nel corso della partita e trascina la capolista Olimpia in un tiratissimo finale punto a punto. Ora la Dolomiti Energia per conquistare un pass per i playoff dovrà per forza espugnare il PalaPentassuglia di Brindisi e contare sulla sconfitta di almeno una delle tre squadre con cui è alla pari in classifica.
Miglior realizzatore per i bianconeri un Aaron Craft da 19 punti (7/12 al tiro), 8 rimbalzi e 4 assist in 36’ minuti sul parquet; 18 a referto per un brillante Beto Gomes da 7/13 dal campo e 6 rimbalzi, in doppia cifra anche Devyn Marble (14 con 6/15 al tiro) e Toto Forray (12 con 5 rimbalzi). Doppia-doppia sfiorata per Dustin Hogue, che senza canestri dal campo ma con un ottimo 7/8 in lunetta cattura 11 rimbalzi, 5 dei quali in attacco.

La cronaca


La Dolomiti Energia Trentino è costretta a rincorrere fin dai primissimi istanti: Jerrells e James fanno canestro da tutte le posizioni e l’attacco dei bianconeri al contrario produce qualche palla persa di troppo, ben sfruttata dalle scarpette rosse (4-19). Una tripla di Craft e una schiacciata di Marble provano a rimettere in partita anche una BLM Group Arena da tutto esaurito, ma il primo quarto si chiude sul 11-27.
Milano arriva presto al massimo vantaggio di serata (+18) prima che i padroni di casa riescano a mettersi finalmente in moto: nonostante i tanti errori dall’arco e una scarica pazzesca di James (14 all’intervallo lungo) i bianconeri trovano in capitan Forray e Hogue le colonne su cui appoggiarsi nel momento di difficoltà. Un gioco da tre punti di Gomes rimette Trento definitivamente in partita (27-35), all’intervallo si va sul 30-43 dopo un’altra invenzione del solito James.
Nel secondo tempo però all’improvviso torna in campo la Dolomiti Energia Trentino che ha preso d’assalto il girone di ritorno vincendo 10 partite su 13: i bianconeri salgono di colpi lentamente ma inesorabilmente, forti di una difesa ai limiti della perfezione che concede all’attacco di Milano appena 6 punti nell’arco dell’intero terzo periodo. In fase offensiva ci pensano Forray e un fantastico Gomes a ricucire lo strappo: un layup di Craft manda le squadre all’ultimo mini-break sul 47-49.
Negli ultimi 10’ la barra di mercurio nel termometro del match sale se possibile ancora di livello: una schiacciata di Beto suona la carica e nonostante le stoccate pungenti di Kuzminskas e Micov l’Aquila resta sempre in scia. Sotto di 5 a un minuto dalla fine i bianconeri trovano una gran tripla di Gomes e un sottomano di Craft per impattare il match a quota 66 e spedirlo all’overtime. Nei 5’ supplementari Milano colpisce con Jerrells e Kuzminskas, ma Craft e Marble portano anche avanti i bianconeri per la prima volta nella serata. Nel finale un canestro di Cinciarini ridà due possessi di vantaggio alle scarpette rosse, Trento però continua a lottare e con Devyn sbaglia anche la tripla della vittoria.

Le parole di Maurizio Buscaglia


«Abbiamo avuto un brutto impatto sulla partita, quando siamo stati puniti anche oltre ai nostri demeriti da alcune grandi giocate individuali degli attaccanti di Milano. Però poi abbiamo giocato un match di grande voglia e di grande sforzo, abbiamo catturato 45 rimbalzi, siamo rientrati con un terzo quarto da 17-6. Contro la stazza e l'esperienza di Milano poi sono le piccole cose a fare la differenza, abbiamo avuto il tiro per vincere la partita ma la palla è uscita. Ora sappiamo di avere solo un obiettivo all'orizzonte: la partita di domenica prossima a Brindisi, che dobbiamo vincere e che vogliamo prenderci per strappare un posto ai playoff».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,781 sec.

Inserire almeno 4 caratteri