A2 femminile
giovedì 25 aprile 2019
BASKET
Albino stende le Sisters, che retrocedono in serie B

Per le Acciaierie Valbruna Bolzano quella con Fassi Albino era una partita da vincere a tutti i costi, per poi poter sperare in risultati positivi nell'ultima giornata di campionato, ma la squadra ospite ha disputato una bella gara, sia in fase offensiva, tempestando di bombe il canestro bolzanino, sia in fase difensiva, spegnendo sul nascere tutti i tentativi di rimonta delle padrone di casa. La posta in gioco era alta per le Sisters, prendere l'ultimo treno per rimanere in serie A2 e forse il peso di questa responsabilità ha reso pesanti le gambe ed imprecisa la mira delle giocatrici bolzanine.

La cronaca


La gara era iniziata sotto i migliori auspici, con Bolzano brillante e precisa al tiro. Il primo quarto è scivolato via in equilibrio, premessa di una partita avvincente ed equilibrata. Ma alle prime difficoltà, complici tre bombe consecutive di Albino ed un paio di errori in difesa evitabili, le Sisters si sono smarrite perdendo lucidità e precisione. Ed invece dell'auspicata reazione le ragazze di Sandro Pezzi sono parse sfiduciate ed arrendevoli, quasi rassegnate dal gran secondo quarto delle orobiche, precise dalla distanza (7/11 da tre) ed ermetiche in difesa. All'intervallo il tabellone segnava un impietoso 23-43, fotografia di un attacco bolzanino spuntato e di una difesa demoralizzata dalla precisione avversaria.
A nulla sono valsi nella seconda parte della gara i cambi di difesa e la maggiore aggressività messa in campo da Bolzano. Fassi Albino ha gestito con ordine il vantaggio senza concedere spazio ad imprecisione o rilassamento. Gli ultimi due quarti non hanno riservato particolari emozioni, consegnando meritatamente la vittoria alle bergamasche. Per Fassi Albino straordinaria prova di Brcaninovic, MVP della gara con 25 punti e 36 di valutazione, ben affiancata da Silva in versione cecchina (3 su 3 dai 6.25) e dalla solita Iannucci con 16. Per Bolzano opaca prestazione in attacco di tutta la squadra, con l'eccezione di Mossong (22) che comunque non era in una delle sue migliori serate.

Le parole di Alessandro Pezzi


«Abbiamo iniziato molto bene la gara. Poi Albino ha reagito con un allungo al quale non abbiamo saputo opporci. Ho visto la squadra spenta, quasi rassegnata, priva di energie sopratutto mentali. Posso capire le ragazze. Abbiamo perso una decina di partite per un nonnulla, anche le ultime due sfide in trasferta, ottimamente giocate, ci sono sfuggite di mano quando già assaporavamo il gusto di una importante vittoria. Una stagione difficile, nella quale abbiamo dato molto in termini di impegno e ricevuto pochissimo in termini di fortuna. Forse è mancata l'abitudine e l'esperienza agli scontri di alto livello. Ora speriamo che la nostra posizione in classifica ci consenta di ottenere il ripescaggio per la prossima stagione. Come società abbiamo lavorato in maniera seria ed intensa, cosa che hanno fatto anche le atlete. Ritengo che questo primo anno in serie A2 sia stato utile ed interessante, un'esperienza che ci indurrà a lavorare con maggiore entusiasmo e consapevolezza».

Il tabellino


Acciaierie Valbruna Bolzano - Fassi Albino 47-75 (16-21, 23-43, 34-55)
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Luppi, Mossong 22, Gottardi , Rossi 5, Zanetti 8, Mingardo, Consorti 3, Hafner D. 2, Hafner M., Egwoh 7, Rossetto. All. Pezzi Alessandro. TL 8/12
FASSI ALBINO: Iannucci 16, Agazzi, Silva 13, Panseri, Bonvecchio 6, Gionchilie, Valente 3, Brcaninovic 25, Pintossi 4, Peracchi 8. All Stibiel Giuliano. TL 8/13
Arbitri: Pietrobon e Secchieri

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Inserire almeno 4 caratteri