A2 femminile
domenica 21 aprile 2019
BASKET
Fall strepitosa, Bolzano espugna Carugate

È stata una vigilia di Pasqua coi fiocchi, per l’Itas Alperia, che a Carugate si è guadagnata i due punti che valgono la matematica permanenza in A2 proprio a discapito di una diretta concorrente.
Bella partita con due squadre consce dell'importanza della posta in gioco e che si sono affrontate a viso aperto, rendendo la gara veramente avvincente. Un incontro ricco di break e contro break deciso ad un passo dalla sirena.

La cronaca


Il primo tempo finisce a favore delle padrone di casa (33-27), che danno l’idea di aver trovato il bandolo della matassa per tenere in mano le avversarie, ma è proprio dopo i primi minuti del terzo quarto che la situazione cambia e l’Itas Alperia piazza un 4-20 che la porta a chiudere il primo parziale in vantaggio. Partita decisa? Nemmeno per sogno.
L’ultimo periodo è sicuramente il più delicato, le lombarde riacciuffano le altoatesine e gli ultimi minuti sono tutti all’insegna del finale thriller. Quando mancano 2 minuti il tabellone segna parità e a 30 secondi Carugate a -1 è ancora lì, con il fiato sul collo e soprattutto con il possesso per il sorpasso. Ottima difesa bolzanina, che recupera palla e che porta una Safy Fall in versione Wonder Woman in lunetta per chiudere la sua partita con ben 27 punti, 31 di valutazione Lega e la vittoria del BCB.
Per il le bolzanine oltre a lei sono andate in doppia cifra anche Julita Bungaite (14), Ilaria Ruocco (12) e Daniela Servillo (10).
Per il Carugate Giulia Maffenini 21 punti e 25 di valutazione, Lorena Molnar 20 punti e 24 Lega ed infine Albano con 10.
Ora la matematica a due giornate dalla fine del campionato, dice che l’Itas Alperia si è guadagnata la riconferma in A2. Al momento la posizione in classifica è ancora da play off, vediamo cosa accadrà mercoledì 24 aprile a Bolzano contro la Velcofin Vicenza e sabato in trasferta a Moncalieri.

Le dichiarazioni di Roberto Sacchi


«Una partita che doveva essere una finale e così è stato. Vinta con il cuore, vinta con la voglia di chi da mesi fa i salti mortali per arrivare pronta ad ogni gara, vinta da chi ci ha creduto fino alla fine tirando fuori le ultime energie rimaste a disposizione.
Abbiamo visto una partenza lenta e nervosa, forse un po’ timorosa, ma le nostre ragazze sono state brave a ricucire lo strappo ad ogni allungo avversario. Brave a finire a meno sei il primo tempo con grande attenzione difensiva.
Nel terzo quarto, dopo un parziale negativo, siamo usciti dal time out con la faccia e l’intensità giuste per trovare buoni canestri e difendere come avevamo preparare in allenamento. L’ultimo quarto è stato equilibrato fino alla fine e a quel punto ho visto la squadra che sognavo dall’inizio della stagione. Sempre la scelta giusta, sempre la difesa giusta e la faccia giusta per ribattere ad ogni loro canestro. Adesso sognare non costa nulla».

Il tabellino


Carosello Carugate - Itas Alperia Bolzano 64-67 (19-14, 33-27, 43-49, 64-67)
CAROSELLO CARUGATE: Giulietti, Michelini NE, Diotti 7 (2/2, 1/3), Molnar 20 (6/7, 2/3), Possali NE, Maffenini 21 (7/14, 2/3), Gambarini 6 (2/6, 0/2), Fossati NE, Colombo, Albano 10 (5/12, 0/1). Allenatore: Cesari L.
Tiri da 2: 22/42 - Tiri da 3: 5/19 - Tiri Liberi: 5/8 - Rimbalzi: 36 13+23 (Maffenini 7) - Assist: 21 (Maffenini 7) - Palle Recuperate: 6 (Maffenini 2) - Palle Perse: 15 (Maffenini 3) - Cinque Falli: Colombo
ITAS ALPERIA BOLZANO: Servillo 10 (4/8, 0/2), Mancabelli 2 (1/1, 0/3), Cela 2 (0/2, 0/3), Fall 27 (8/11, 2/4), Ruocco 12 (4/9 da 3), Desaler, Bungaite 14 (7/13 da 2), Villarini NE, Roubal NE, Bernardoni NE. Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 20/35 - Tiri da 3: 6/21 - Tiri Liberi: 9/9 - Rimbalzi: 29 7+22 (Fall 6) - Assist: 12 (Mancabelli 6) - Palle Recuperate: 9 (Servillo 2) - Palle Perse: 12 (Mancabelli 4)
Arbitri: Sconfienza A., Sordi P.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,593 sec.

Inserire almeno 4 caratteri