A2 femminile
domenica 3 marzo 2019
BASKET
Milano più determinata, l'Itas Alperia finisce sotto

L’Itas Alperia è arrivata a Milano consapevole di trovare un Sanga particolarmente agguerrito ed intenzionato ad avvicinarsi all’ottava posizione, ultima valida per disputare i play off. Distante fino a ieri di 4 lunghezze e ora grazie ad una gara di sostanza solo di 2. Posizione peraltro occupata proprio dal BCB, che in questo finale di campionato dovrà lottare con le unghie e con i denti per difenderla.
Una partita che Bolzano doveva vincere, non solo per allontanare un po’ di più una diretta avversaria, ma anche per cercare di tirare il fiato, cosa che in questo campionato sempre più incerto, pare non sia possibile proprio per nessuno.
Consideriamo quindi come prima nota lieta della serata il fatto che le bolzanine siano riuscite a mantenere la differenza canestri a proprio favore e quindi nel caso di un arrivo a pari punti delle due squadre, il BCB si posizionerebbe davanti. Come seconda una Ress da 23 punti, 12 rimbalzi e 28 di valutazione Lega. Seguita da Mancabelli con 12 punti e Fall 10, mentre oltre a Kathrin, l’unica giocatrice bolzanina con una valutazione in doppia cifra (11) è stata Daniela Servillo. Per il Ponte Casa d’Aste sono quattro le giocatrici in doppia cifra: Royo Torres (17), Quaroni (13), Guarneri (dalla panchina) con (12) e Carrara (10).

Le parole di Roberto Sacchi


«La partita è stata giocata tutta punto a punto, c’è stato uno strappo iniziale di Milano, poi siamo riusciti a tenere, andando davanti anche di 5. Purtroppo sono arrivati i nostri soliti ripetuti errori che commettiamo sempre, palle perse in maniera sciocca ci costano canestri facili. Nel terzo quarto nuovamente in equilibrio quasi fino alla fine, quando è arrivato un break di Milano, che siamo riuscite a recuperare solo in parte, rientrando a -3 a 2 minuti dalla fine.
Il rammarico maggiore è che non abbiamo mai avuto la forza di provare veramente a portarla a casa. Peccato, perché sarebbero stati due punti importanti, fondamentali per mantenere la posizione. Siamo almeno riusciti a mantenere lo scarto. Faccio i complimenti a Milano, che ci ha creduto più di noi.
Anche ieri sulle piccole cose abbiamo mancato nella voglia di fare la differenza. È chiaro poi che quando le avversarie chiudono l’area e da 3 punti fai 2 su 16, diventa tutto difficile. In partite come questa gli episodi fanno la differenza e tutti i minimi particolari sono andati a favore di Milano per loro buon merito e anche un po’ per nostro demerito».

Il tabellino


Il Ponte Case d'Aste Milano - Itas Alperia Bolzano 68-62 (21-19, 39-36, 58-51, 68-62)
IL PONTE CASE D'ASTE MILANO: Toffali 8 (4/8, 0/1), Guarneri 12 (5/7, 0/1), Zagni NE, Dell'Orto NE, Visigalli 6 (0/2, 2/4), Pagani, Royo Torres 17 (7/19, 0/1), Putti NE, Quaroni 13 (6/10 da 2), Trianti, Carrara 10 (5/13 da 2), Stilo 2 (1/1 da 2)
Allenatore: Pinotti U.
Tiri da 2: 28/61 - Tiri da 3: 2/8 - Tiri Liberi: 6/10 - Rimbalzi: 31 10+21 (Carrara 9) - Assist: 12 (Quaroni 5) - Palle Recuperate: 7 (Toffali 3) - Palle Perse: 11 (Toffali 3) - Cinque Falli: Carrara
ITAS ALPERIA BOLZANO: Servillo 3 (1/2, 0/1), Mancabelli 12 (4/11, 0/2), Cela 5 (1/2, 1/6), Fall 10 (3/9, 0/5), Ruocco 3 (0/1, 1/2), Desaler NE, Bungaite 6 (3/7 da 2), Villarini NE, Ress 23 (7/20 da 2), Roubal NE, Bernardoni NE
Allenatore: Sacchi R.
Tiri da 2: 19/52 - Tiri da 3: 2/16 - Tiri Liberi: 18/20 - Rimbalzi: 36 10+26 (Ress 12) - Assist: 3 (Fall 1) - Palle Recuperate: 5 (Mancabelli 3) - Palle Perse: 13 (Bungaite 4) - Cinque Falli: Bungaite
Arbitri: Giordano A., Attard L.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,578 sec.

Inserire almeno 4 caratteri