Legabasket A
domenica 21 ottobre 2018
BASKET
La nave aquilotta affonda anche a Varese
di Sergio Zanella

Urge un cambio di rotta, e anche veloce, altrimenti la Dolomiti Energia Trentino potrebbe ben presto rivalutare i suoi obiettivi stagionali. A Varese, in un mezzogiorno di fuoco, gli aquilotti sprofondano agli inferi, con il 93-85 di fine partita che chiarisce solamente in parte lo strapotere della Openjobmetis. Senza idee in attacco e vulnerabilissima in difesa (28 liberi concessi), Trento non ha subito un passivo più pesante solamente grazie a una straordinaria prestazione di Forray e Flaccadori (entrambi oltre quota 20), costretti a fare gli straordinari per provare a mascherare le difficoltà dei compagni di squadra.
Dopo un avvio discreto, Trento è affondata a cavallo della pausa lunga: -12 al 20°, -19 al 24°. Malissimo tutti gli stranieri, con Marble e Radicevic che sono stati imbarazzanti nell'uno contro uno difensivo. Hogue ha avuto quantomeno il merito di provarci, ma tra nervosismo e imprecisione la sua sfida personale con Cain è finita con un netto no contest: 14 punti e 14 rimbalzi per il centro varesino, 9 punti e 2 rimbalzi per il trentino. MVP il canadese Scrubb, premiato da un +28 di valutazione.
Per Buscaglia urge insomma trovare delle rapide contromisure, anche perchè Trento è sempre più ultima in classifica e le grandi iniziano a scappare. Martedì si torna in campo in EuroCup.

TOP FORRAY, che gioca da leader e prova a dare un senso alla partita fino al suono della sirena. 20 punti e 7 falli subiti.
FLOP RADICEVIC, assente ingiustificate. Zero idee in regia.
LA CHIAVE L'intensità a rimbalzo e in difesa. Trento ha vissuto sempre delle fiammate dei singoli. varese ha giocato da squadra.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri