Legabasket A
venerdì 17 gennaio 2020
BASKET
Sabato sera contro Reggio Emilia un'altra sfida delicata

I bianconeri sabato sera (ore 20.00) affrontano la Grissin Bon dei grandi “ex” Josh Owens, Peppe Poeta e coach Maurizio Buscaglia.

Probabili quintetti
Trento: G – Aaron Craft, G – James Blackmon, F – Alessandro Gentile, F – Davide Pascolo, C – Rashard Kelly
Reggio Emilia: G – Gal Mekel, G – Darius Johnson-Odom, F – Simone Fontecchio, F – Reggie Upshaw, C – Josh Owens

1) Punti pesanti
Siamo alla seconda giornata nel girone di ritorno eppure i punti pesano già tantissimo, a maggior ragione se ad affrontarsi sono due squadre che fanno parte del “gruppone” che rende la classifica di Serie A corta e insidiosissima per tutti. Il nono match di campionato in casa per la Dolomiti Energia Trentino (quattro successi e altrettante sconfitte fra le mura amiche) sarà una sorta di “prova del nove”, visto che (tolte le difficoltà contro la corazzata Partizan) i bianconeri sono apparsi in netta crescita nelle ultime settimane.
Nelle ultime cinque partite di campionato intanto Ale Gentile ha prodotto quasi 18 punti di media tirando con il 51% da due, il 46% da tre e catturando cinque rimbalzi a partita: numeri che hanno avuto, in campo, un impatto se possibile ancora più incisivo di quanto non raccontino.

2) Ex
La sfida fra la Dolomiti Energia e la Grissin Bon Reggio Emilia sarà resa ancora più speciale dalla presenza, in maglia biancorossa, di tanti amati “ex” trentini. Su tutti coach Maurizio Buscaglia, che sulla panchina di Trento si è seduto per 13 stagioni complessive in 544 partite ufficiali: l’allenatore che ha contribuito a portare l’Aquila in Serie A, alla semifinale di EuroCup e a due finali scudetto, nella sua prima stagione a Reggio Emilia si è portato due giocatori che con la maglia di Trento hanno scritto pagine importanti della storia del club come Peppe Poeta e Josh Owens.

3) 15 volte Trento - Reggio
Sono 14 i precedenti fra i due club, 11 in Serie A, uno in Coppa Italia e due in EuroCup (stagione 2015-16): 8-6 il bilancio in favore di Trento, ma andamento curioso dei confronti fra le due squadre visto che la Dolomiti Energia contro gli emiliani aveva perso sei dei primi otto incontri e poi ha inanellato un filotto di sei successi consecutivi culminato con la vittoria 76-84 del match di andata.
In quell’occasione, lo scorso 28 settembre al PalaBigi, decisivi i 19 punti di James Blackmon, la solita prova “totale” di Aaron Craft (otto rimbalzi e sette assist) e i punti nel finale di Ale Gentile, al debutto in maglia bianconera.

Le parole di Nicola Brienza
«Quella di domani contro Reggio Emilia per noi è una partita importante, c’è grande voglia e grande attenzione da parte della squadra perché vogliamo proseguire il percorso che abbiamo intrapreso e che nelle ultime settimane ci ha permesso di mettere in campo performance positive. Reggio arriverà alla BLM Group Arena con grandi motivazioni, per invertire la rotta dopo un paio di passaggi a vuoto, quindi a maggior ragione dovremo farci trovare pronti e determinati fin dalla palla a due: dobbiamo essere solidi per 40 minuti e vincere questa partita. Il ritorno di Buscaglia a Trento? Penso che sia giusto e corretto che i tifosi mandino un caloroso messaggio a Maurizio, mi unirò agli applausi che merita per quello che ha fatto qui e per quello che è, un grande allenatore. Lo sport in fondo è fatto di valori, sentimenti, relazioni. Poi però sarà partita vera, e sono sicuro che saremo tutti concentrati sul match e sul fare la miglior prestazione possibile. Oggi rispetto all’andata contro la Grissin Bon penso che siamo più squadra, abbiamo un’identità che vogliamo sviluppare ma che ci sta permettendo di essere più compatti anche nei momenti difficili: il prossimo passo è limare le lacune che ancora ogni tanto ci portiamo dietro, penso per esempio a qualche difficoltà di troppo a rimbalzo. In chiusura, ci tengo a ringraziare George King per il lavoro svolto in queste settimane, si sono create le condizioni per cui lui non aveva molto spazio ma ha lavorato in maniera professionale e sempre al massimo dell’attenzione lasciando solo ottimi ricordi».

--

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Inserire almeno 4 caratteri