B femminile
domenica 12 gennaio 2020
BASKET
Amara sconfitta in terra friuliana per una Cestistica "molle"

Niente da fare, la Cestistica Rivana perde la prima gara in trasferta dell’anno sul parquet del Casarsa, bravo a non mollare fino all’ultimo secondo, fino a quella serie di tiri liberi che ha castigato oltre il dovuto le rivane. Le ragazze di coach Ferraglia sono state in vantaggio per 38 minuti, dimostrando di essere una squadra di valore, forse un po’ troppo penalizzata dall’eccessiva fiscalità arbitrale e da qualche ingenuità di troppo. Pur senza la giovane Ferreyra, ancora convalescente, la Cestistica può dire di aver ritrovato la preziosa Ceccardi e anche Takrou.

La cronaca


L’avvio è subito combattuto, con Ceccato che lotta sotto canestro, stoppa le avversarie e segna i primi punti (5’ 6-9). D’Avanzo trova la tripla e il primo quarto si chiude con l’avvicinamento delle locali (20-21). Il secondo quarto vede protagoniste Takrou-Bonvecchio-Ceccardi (16’ 24-32), ma il vantaggio di 8 punti dura poco, il tempo che Furlan aggiusti la mira e riporta sotto la propria squadra (20’ 30-35). D’Avanzo è generosissima e firma i primi canestri al rientro dagli spogliatoi (24’ 35-40). Takrou è inarrestabile e Bonvecchio difende e segna punti pesanti ( 27’ 39-46).
Nell’ultima frazione di gioco si parte dal +4 delle rivane (44-48) ma la musica non cambia, un continuo ribaltamento di fronte. I falli fischiati alle biancoazzurre si fanno sentire, Ferraglia deve centellinare le forze perchè a 5 minuti dalla fine il conto è pesantissimo con Casarsa che può già approfittare del bonus (1-5 i falli di squadra). Piermattei stoppa Pianezzola, le friulane commettono qualche fallo, anche in attacco (36’ 53-54). A due minuti dalla sirena Casarsa passa in vantaggio (57-56). Bonvecchio subisce un fallo a 38 secondi, fuori il primo ma dentro il secondo (57-57). Fallo di D’Avanzo (quinto) nella propria area, Pianezzola mette dentro il primo ma non il secondo (58-57) e ne approfitta Bonvecchio che recupera il rimbalzo e subisce fallo, ma a 13 secondi dal termine segna un solo libero (58-58). Time out Casarsa, l’azione è ben organizzata e porta l’esperta Furlan a segno (60-58). Time out chiesto da Ferraglia, rimessa dal fondo con 9 secondi sul cronometro. Reversi perde palla e commette subito fallo per fermare il cronometro, Colussi è freddissima (62-58) e chiude il match in favore del Casarsa.

Le dichiarazioni


«Purtroppo nei momenti topici abbiamo dimostrato meno voglia delle avversarie, che alla fine hanno meritato il successo. - dice Sergio Ferraglia - Alle prima difficoltà abbiamo concesso un po’ troppo a Casarsa, che non aspettava altro. Mi dispiace davvero tanto, perché era un confronto alla nostra portata. Si torna in palestra a lavorare, soprattutto sull’atteggiamento agonistico».

Il tabellino


Pall. Casarsa - Cestistica Rivana 62-58 (20-21, 30-35, 44-48)
CASARSA: Zanardo, Pianezzola 14, Furlan 19, Serena 5, Moro, Vicenzutto, 3, Colussi 10, Francesconi, Bertolin 11, De Marchi, Guerra. Coach: Lanza
CESTISTICA RIVANA: D'Avanzo 10, Piermattei 6, Vicentini, L. Fadanelli 2, Herrera, Ceccardi 8, Bonvecchio 8, Reversi 7, Chemolli 5, Omezzolli, Takrou 12. Coach: Ferraglia.
ARBITRI: Caroli di Udine e Angeli di Pordenone
TIRI LIBERI: 16/21 Casarsa, 6/9 Cestistica

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,266 sec.

Inserire almeno 4 caratteri