Legabasket A
venerdì 6 dicembre 2019
BASKET
Dolomiti Energia al PalaDozza per sfidare la Fortitudo

I bianconeri sabato sera affrontano per la prima volta in Serie A la Pompea Fortitudo Bologna nell'anticipo della dodicesima giornata di Serie A (palla a due alle 20.30, diretta su Eurosport Player anche alla Club House Aquila Basket).

Probabili quintetti
Fortitudo Bologna: G – Matteo Fantinelli, G – Kassius Robertson, F – Pietro Aradori, F – Maarty Leunen, C – Henry Sims
Trento: G – Toto Forray, G – James Blackmon, F – Alessandro Gentile, F – Andrea Mezzanotte, C – Justin Knox

1) La prima
La Dolomiti Energia Trentino affronta la Fortitudo per la prima volta in Serie A: dopo un paio di incroci in A2, le due "Aquile" si troveranno finalmente faccia a faccia nella massima serie nazionale che i felsinei hanno riconquistato con una cavalcata trionfale in A2 nella scorsa stagione.
Dopo la bella vittoria casalinga contro Brindisi segnata da un grande ultimo quarto, i bianconeri anche senza impegno di coppa hanno vissuto una settimana di intenso lavoro sul campo e in palestra, pronti ad entrare in quello che a partire dalla doppia trasferta di Bologna e poi di Gdynia in EuroCup (mercoledì 11 dicembre) sarà un vero e proprio "tour de force" che accompagnerà la Dolomiti Energia nel 2020.

2) Mezza gaudio!
In un momento della stagione in cui Ale Gentile sta giocando con numeri da MVP della Serie A (quasi 16 punti, 4.1 rimbalzi e 2.9 assist di media in "appena" 24' di gioco), Trento si gode anche la crescita costante di Andrea Mezzanotte. Il ragazzo bergamasco classe '98 a quasi un terzo di stagione regolare in Serie A gioca 20' di media segnando 8.0 punti e catturando 2.3 rimbalzi, e fra i giocatori di tutto il campionato con almeno cinque possessi giocati per partita è il terzo migliore assoluto come efficacia offensiva, visto che "Mezza" produce 1.31 punti per possesso, o se preferite tira con un irreale 67,6% di Adjusted Field Goal Percentage.

3) La "Effe"
Rispetto al gruppo che lo scorso anno ha dominato il girone Est di Serie A2 riportando la Fortitudo in Serie A sono state molte le conferme, in particolare quelle legate al nucleo "storico" formato dall'eterno Stefano Mancinelli, Daniele Cinciarini e Matteo Fantinelli: è rimasto anche il veterano Maarty Leunen (ex Cantù e Avellino solo per citare quelle con cui è stato avversario di Trento), lo hanno raggiunto giocatori esperti della categoria come il fromboliere Rok Stipcevic e il centrone ex Cremona Henry Sims. A guidare l'attacco dei biancoblù però sono il talento e la classe di Pietro Aradori (15,9 punti di media in 31' di gioco) e l'energia del sorprendente esterno canadese Kassius Robertson (quasi tre triple di media con il 42% dall'arco e 15 punti a serata).
Insomma, il rampante coach Antimo Martino ha a disposizione un gruppo che sa entusiasmare e accendere un pubblico già caldissimo come quello del PalaDozza: lo spettacolo nello spettacolo sarà sulle gremite tribune del palazzetto di Piazza Azzarita.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,156 sec.

Inserire almeno 4 caratteri