Legabasket A
domenica 12 maggio 2019
BASKET
La Dolomiti Energia espugna Brindisi e aggancia i playoff

Una vittoria sudata, sofferta e fortemente voluta al PalaPentassuglia lancia ai playoff la Dolomiti Energia Trentino: i bianconeri espugnano il parquet dell’Happy Casa Brindisi 76-81, strappando i due punti che le permettono di chiudere al sesto posto la stagione regolare di Serie A PosteMobile con un bilancio di 17 vittorie e 13 sconfitte. Nei quarti di finale scudetto i ragazzi di coach Maurizio Buscaglia se la vedranno con la Reyer Venezia, terza forza del campionato: gara-1 al Taliercio si giocherà domenica 19 maggio (ore 20.45), gara-2 sempre a Mestre martedì 21, serie a Trento giovedì 23 e (eventualmente) sabato 25.
Partita con intensità e posta in palio playoff però lo è stata già al PalaPentassuglia: i bianconeri passano grazie a 5 giocatori in doppia cifra e grazie ad una spettacolare compattezza mostrata negli ultimi decisivi 10’.

La cronaca


La Dolomiti Energia Trentino parte forte grazie ad un paio di triple scoccate dalla stessa mattonella di Beto Gomes (5-8), ma il primo tempo del PalaPentassuglia è una lunga battaglia sportiva vissuta punto a punto. Craft prova a salire in cattedra coinvolgendo Hogue e trovando due rimbalzi in attacco importanti, ma le incursioni di Brown e Moraschini permettono ad una frizzante Brindisi di chiudere i primi 10’ avanti di una lunghezza (20-19).
Nel secondo quarto il copione non cambia: Clark e Gaffney provano a mettere paura alla Dolomiti Energia, ma una scarica di canestri di Flaccadori (11 punti all’intervallo lungo) tiene a contatto e poi fa sorpassare la squadra ospite, tenuta in partita anche dalla presenza a rimbalzo d’attacco dei suoi lunghi. È solo un gioco da tre punti di Clark a fil di sirena a spezzare la parità e mandare le squadre negli spogliatoi sul 41-38.
Brindisi approccia meglio il terzo periodo e scappa anche a +7, ma Trento ha il merito di restare aggrappata alla partita soprattutto dal punto di vista mentale: così anche quando Craft incappa nel quarto fallo personale le fiammate di Marble e Forray permettono agli ospiti di arrivare sul 60 pari alla sirena del 30’.
Negli ultimi minuti di battaglia sportiva viene fuori l’esperienza e il carattere di una squadra davvero mai doma: Forray, Hogue e Gomes portano i bianconeri anche a 8 punti di vantaggio, ma le triple di Banks e Chappell rimettono i padroni di casa a meno 1 ad una ventina di secondi dalla sirena. Marble segna un gran canestro in penetrazione, Craft ruba palla a Brown e Trento chiude i conti. Una qualificazione spettacolare dopo una rincorsa durata un’intera regular season.

Le parole di Maurizio Buscaglia


«Innanzitutto volevo dire bravissimi a tutti, a tutta l’Aquila Basket Trento. Squadra, società, staff, tutti. Perché abbiamo fatto della compattezza una grande forza, davvero tutti insieme. Abbiamo superato tante difficoltà, abbiamo vinto 11 partite su 15 nel girone di ritorno, abbiamo ottenuto in trasferta e su un campo difficile il nostro quinto ingresso ai playoff in cinque anni di Serie A, il più complicato. Ma viviamo per questi momenti, lavoriamo per questi momenti. Oggi eravamo convinti di poterla vincere e la forza del lavoro di tutti questi mesi è venuta a galla: cinque giocatori in doppia cifra, le difese fondamentali per vincere la partita. È una vittoria bellissima, un grande risultato, e ora entriamo nei playoff con una partita solida, a testa alta e con la convinzione di voler giocare una grande post-season».

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,593 sec.

Inserire almeno 4 caratteri