A2 femminile
domenica 20 gennaio 2019
BASKET
Acciaierie Valbruna vincenti a San Martino per 65-44

Inizia con il botto il girone di ritorno di Acciaierie Valbruna Bolzano, che si porta a casa due preziosi punti dal campo di San Martino di Lupari e muove finalmente la classifica.
La trasferta presentava molte incognite, le padrone di casa erano convinte di ripetere la bella gara casalinga di sabato scorso, quando avevano regolato Ponzano con un buon vantaggio. L'ambizione era quella di ripetersi, affondando i denti nei fianchi di Pallacanestro Bolzano, reduce da molte gare sfortunate, condotte in maniera decorosa, ma prive dell'acuto che porta alla vittoria, ma questa volta le Sisters sono scese in campo determinate e focalizzate nel raggiungere un risultato, che poteva regalare valenze importanti sia nella classifica sia nel morale. In tribuna, assieme a importanti ospiti, il presidente della Lega Basket Femminile Massimo Protani, attento ed interessato osservatore, che al termine dell'incontro ha espresso parole lusinghiere per l'intensità e la correttezza che ha caratterizzato la gara, diretta in maniera ineccepibile dagli arbitri.

La cronaca


La palla a due di inizio gara vede Fanola San Martino subito aggressiva in difesa e precisa in attacco. Le ospiti bolzanine appaiono frastornate dall'intensità impressa alle azioni di gioco da parte dalle padrone di casa, che non solo tirano con precisione, ma quando sbagliano catturano il rimbalzo di attacco per giocare nuovamente un'altra azione. Ben due minuti di sospensione vengono chiesti da Coach Pezzi per riportare la squadra ad un rendimento consono alla posta in palio. Nel momento più difficile della gara Mossong con tre bombe tiene in linea di galleggiamento la barca bolzanina, consentendo di far passare la tempesta iniziale. La navigazione bolzanina prosegue nel secondo quarto con Fanola San Martino, che mantiene la pressione e mette in evidenza la grande qualità delle sue giocate. Con veloci tagli a canestro le venete aggirano le rotazioni difensive di Bolzano e realizzano canestri di buona fattura.
La pausa lunga di metà gara fotografa la leggera supremazia di San Martino (31-26) ed offre a Bolzano una pausa per preparare la riscossa. Serve tutto il terzo quarto, giocato da Bolzano con caparbietà e voglia di vincere per raggiungere l'agognato pareggio, che si materializza al 30' con un 37-37, che rimanda i verdetti all'ultimo quarto di gioco. La logica vorrebbe che a fine gara le giovani venete sfruttino la loro maggiore freschezza fisica, ma accade l'esatto contrario. Le Sisters difendono con una intensità che testimonia della loro voglia di vincere e danno vita ad un memorabile ultimo quarto che schianta letteralmente le Lupe. Il parziale di 7-28 testimonia un dominio fisico e tecnico di Bolzano, frutto di una difesa attenta e di un attacco che finalmente ha tolto la sicura e spara a raffica. A nulla servono i tanti falli delle Lupe, che esauriscono rapidamente il bonus e consentono numerosi e proficui giri in lunetta alle Sisters. Gli ultimi minuti della gara vengono utilizzati anche per regolare il conto relativo alla differenza canestri, che con la vittoria finale (+ 21) volge a favore delle altoatesine.
Per San Martino buona prova di Profaiser (8), una bolzanina in forza a San Martino che manifesta costanti progressi tecnici e caratteriali e ulteriore conferma di Amabiglia (10), ottima tiratrice dal perimetro.
Per Bolzano MVP della gara Nadia Mossong (28), che risulta anche leader nella valutazione con 42, numero che parla di una sua presenza produttiva in tutte le fasi del gioco. Pronto il suo riscatto, dopo l'ultima opaca prestazione casalinga. In evidenza anche Zanetti (16), che continua ad inserirsi in maniera vincente nei meccanismi della squadra. Tanta legna raccolta sottocanestro dalla coppia Consorti e Daniela Hafner, che hanno vinto il duello contro le pari ruolo venete.
Un successo, quello bolzanino, che viene dopo molte prestazioni sfortunate e che accende gli animi, fornendo nutrimento all'autostima che si era smarrita nelle ultime gare. I 27 punti realizzati nell'ultimo quarto ed il franco successo finale (+21) hanno fatto riflettere le Sisters, che a fine gara hanno colto con intelligente moderazione l'importante successo. Speriamo che questo risultato sia detonatore di altre coraggiose prestazioni.

Il tabellino


FANOLA SAN MARTINO DI LUPARI - ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO 44-65 (17-11, 31-26, 37-37)
FANOLA SAN MARTINO DI LUPARI : Guarise 7, Vettore, Beraldo 8, Amabiglia 10, Nezaj, Boaretto, Crocetta, Milani 2, Profaiser 10, Rosignoli, Baldi 2, Pasa 5 all. Valentini T/L 12/17
ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO : Luppi 5, Mossong 28, Gottardi 3, Rossi 3, Mingardo, Zanetti 16, Consorti 4, Hafner Daniela 3, Hafner Miriam 1, Egwoh 2, Rossetto all. Pezzi T/L 22/30
Arbitri: Galluzzo Davide e Crudele Nicola

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,656 sec.

Inserire almeno 4 caratteri