Legabasket A
martedì 6 novembre 2018
BASKET
Addio EuroCup: Trento cade anche a Belgrado
di Sergio Zanella

Dieci sconfitte consecutive. Bastano queste tre parole per descrivere il momento della Dolomiti Energia, che anche a Belgrado, contro una squadra modesta, non riesce a mettere la parola fine al suo orrendo avvio di stagione. 76-71 il punteggio in favore dei serbi, che, di fatto, rimangono in corsa a discapito di Trento per provare a raggiungere il quarto posto in classifica utile al passaggio del turno.
A pesare, anche questa volta, sono il netto dominio degli avversari dei trentini a rimbalzo (37-27) e l'ennesimo primo quarto da dimenticare. Dopo 10' Trento è infatti sotto per 22-7, un passivo pesante, ma che l'Aquila, trascinata da Jovanovic, è comunque capace di annullare a cavallo della pausa lunga. La giusta espulsione al centro serbo, reo di aver colpito con una gomitata Jankovic a rimbalzo, stoppa però l'entusiasmo dei trentini, che finiscono a -14 a 6' dal termine prima di provare un'ultima disperata rimonta. Le bombe di Beto regalano il -3 a 2' dal termine, ma i tanti errori dalla lunetta dei trentini (1/4 per Forray) finiscono per premiare i padroni di casa.
Trento rimane così ferma a quota 2 in classifica del girone C, a -4 dal quarto posto. La certezza dell'esclusione dalla Coppa non è ancora matematica, ma a questa squadra serve un vero e proprio miracolo per invertire rotta.

TOP Meriterebbe questo premio Jovanovic, che in odore di taglio fornisce una prestazione sensazionale. 20 punti in 15' passati sul parquet, ma l'espulsione rovina tutto,
FLOP Hogue, che passa tutta la partita a lamentarsi con gli arbitri. Il suo tabellino piange: 4 punti.
LA CHIAVE: Controllo dei rimbalzi e lucidità. Trento non ha alcuna di queste due caratteristiche e può recriminare per una sconfitta evitabilissima.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,438 sec.

Inserire almeno 4 caratteri