Divisione Nazionale C
lunedì 22 dicembre 2014
BASKET
I Piani giocano alla pari, Falconstar vince nel finale
Francesco Servadio
di Francesco Servadio

Ci è mancato poco: i Piani sfiorano l’impresa contro la quotata Falconstar Basket, che occupa la seconda posizione in classifica. Gotti e compagni non riescono a farsi il regalo di Natale, perdendo il match per tre punti (79-82 il finale). Gli altoatesini rimangono ultimi in classifica, insieme all’Ardita Gorizia, che affronteranno il prossimo 28 dicembre. La squadra di coach Fiorani parte a tutta velocità, chiudendo il primo quarto 29-20. Maestosa la partita di Claudio Gotti, il quale centra la doppia doppia (16 punti e 13 rimbalzi): la sua prestazione è macchiata solo dal quinto fallo, commesso a 3’30” dalla sirena. Ottimo pure il contributo dei più giovani, Matteo Dolzan, Davide Trenti e, soprattutto, Daniele Braghin, autore di 11 punti. Nei primi minuti i Piani si rivelano cecchini (quasi) infallibili. I bolzanini, che incontrano difficoltà nelle penetrazioni (uno degli unici a proporsi è lo statunitense Darby), si affidano ai canestri da fuori. Impensabile, però, mantenere il ritmo del primo quarto per l’intera partita: Falconstar, inoltre, è un vero e proprio motore diesel, di quelli indistruttibili. In svantaggio addirittura di 14 punti, gli ospiti recuperano e, in poco più di tre minuti, si portano a -2 (34-32). La bomba di un ispirato Graziani (top scorer dell’incontro con 22 punti) consente a Monfalcone di portarsi in vantaggio per la prima volta (37-38 a -5’14”). I Piani accusano il colpo e subiscono i canestri di Graziani, Quargnal, e Giannotta (37-45 al 17’15”). Coach Fiorani chiama subito timeout, per evitare che la barca affondi prima dell’intervallo lungo. Darby fallisce due liberi, mentre Benigni (11) ne infila uno su due (42-49 al 20’). Nella ripresa il match si rivela più equilibrato: provvede un generoso Sipala (12) a realizzare i punti del momentaneo pareggio (49-49 al 22’21”, parziale di 7-0). Falconstar procede a fiammate ma, quando colpisce, diventa pericolosa (56-67 al 30’). Nell’ultimo quarto si ergono a protagonisti Gotti e i giovani, coadiuvati dai soliti Tiribello (12) e Darby (19). Un sorprendente Braghin firma il 72-72 a -4’03”, mentre Somvi insacca il 74-72 (assist magistrale di Darby). Al 36’30” l’episodio che cambierà il volto del match: Gotti commette il quinto fallo ed è costretto ad accomodarsi in panchina. Darby mette a referto la bomba del 77-72 al 37’45” ma Falconstar è ancora viva. Graziani, Benigni e Giannotta rifilano un parziale di 8-0, che gela il pubblico del PalaMazzali. Braghin va a segno da fuori, subendo pure fallo (qualcuno grida alla tripla, ma non lo è) e i Piani accorciano a -12” (79-80). Lo stesso Braghin sbaglia il libero del pareggio e Benigni chiude i conti dalla lunetta. Cinque giocatori locali in doppia cifra (Tiribello, Gotti, Darby, Braghin e Sipala) contro i quattro di Falconstar (Graziani, Colli, Benigni e Giannotta). “Non ho niente da dichiarare: i miei ragazzi sono degli eroi”, commenta il presidente dei Piani, Renzo Dolzan, al termine del match. Alla vigilia nessuno avrebbe pronosticato un incontro così combattuto: “Alla fine ci credevamo”, afferma coach Fiorani. “Siamo contenti ugualmente: la differenza in classifica non si è proprio vista e la squadra ha giocato con personalità”. Prossimo impegno, il 28 dicembre, a Gorizia.

DNC-Girone C
13ª giornata
:

Pall. Vis Spilimbergo-Calligaris Csb Corno 76-89
Pall. Montebelluna-Broetto Costruzioni Padova 65-54
Petrarca Padova-Orange1 Bassano 63-68
Coe Oderzo-Rucker Sanve 78-56
Piani Electrogroup Tec-Falconstar Basket 79-82
Gemini Mestre-Ardita Gorizia 72-63
Banca Popolare Vicenza-S. Margherita Caorle 64-65

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Inserire almeno 4 caratteri