Divisione Nazionale C
lunedì 15 dicembre 2014
BASKET
I Piani tengono testa a Caorle fino alla fine
Francesco Servadio
di Francesco Servadio

I Piani giocano ad armi pari, in quel di Caorle, fino al 40’. A gioire, però, è S. Margherita. L’ultima trasferta prima di Natale si rivela una sconfitta amara da digerire, in casa biancoblu. La debacle (75-69) arriva dalla lunetta, nei secondi finali. Gli ospiti partono nel migliore dei modi, realizzando parziali di tutto rispetto (0-7 dopo 2’30”). In attacco, Denarius Darby (26 punti e 7 rimbalzi) si conferma giocatore di categoria superiore e, insieme al solito, instancabile Federico Tiribello (18 punti e 7 rimbalzi), detta i ritmi ai propri compagni. All’8’ lo statunitense fallisce due liberi ma Tiribello mette a referto il canestro del +10 (4-14). Le cose sembrano funzionare, sia in fase difensiva, sia in quella offensiva (6-18 al 9’43”), prima dell’ingresso sulla scena di Matteo Maestrello. L’ex giocatore di Virtus Bologna e Reyer Venezia sigla cinque punti in meno di trenta secondi, consentendo a Caorle di rientrare in partita. A complicare la vita dei pianisti provvede pure la coppia arbitrale, non sempre attenta a punire i contatti subiti da Darby, sotto canestro. Inoltre, dalla lunetta (che Somvi e soci vedono raramente) i Piani peccano pure di precisione (8/15 contro 25/32 di Caorle). Tiribello infila la bomba del 18-25, ma Pagotto risponde prontamente (21-25 al 17’12”): il match si rivela equilibrato, combattuto punto a punto (29-29 all’intervallo lungo). Nella ripresa i Piani si caricano di falli (Somvi e Sipala non agevolano il compito di coach Fiorani) e i tiratori ospiti non perdonano. Pagotto (21), Maestrello (19) e Zanatta (11) sono i giocatori più pericolosi di S. Margherita. Le rotazioni limitate inducono il tecnico pianista ad affidarsi ai suoi “maratoneti” migliori: per Darby (top scorer dell’incontro, sempre puntuale in attacco, meno in difesa), Tiribello e Gotti (9 punti e 5 rimbalzi) non c’è un attimo di tregua. I tre giocheranno infatti per quaranta minuti di fila (Tiribello uscirà al 39’57”, dopo aver commesso il quinto fallo). Al 34’34” il solito Maestrello fa decollare i suoi, che conducono 63-50. Sembra finita, invece le triple di Sipala e Tiribello e i due punti di Trenti portano i Piani a -3. Tiribello, dalla lunetta, firma il 63-62 (38’10”). Tuttavia Maestrello toglie le castagne dal fuoco a Caorle: i Piani ricorrono al fallo sistematico, ma Pagotto mantiene i nervi saldi (7/9 dalla lunetta nell’ultimo minuto). “Siamo rimasti in partita fino alla fine”, dichiara coach Fiorani. “Abbiamo faticato a contenere gli esterni. Certo, sotto canestro avremmo meritato qualche fallo in più, ma quando si è svegliato Maestrello, nella seconda parte del match, è diventato tutto più difficile. Inoltre, a causa dei numerosi falli commessi, le rotazioni a nostra disposizione erano davvero limitate”. La prossima settimana, al PalaMazzali, arriverà il temibilissimo Falconstar Monfalcone.

SERIE C-Girone C
11ª Giornata
:
Calligaris Csb Corno-Pall. Montebelluna 74-68
Rucker Sanve-Pall. Vis Spilimbergo 83-73
S. Margherita Caorle-Piani Electrogroup Tec 75-69
Broetto Costruzioni Padova-Petrarca Padova 57-58
Falconstar Basket-Ardita Gorizia 97-72
Orange1 Bassano-Banca Popolare Vicenza 65-68
Gemini Mestre-Coe Oderzo 85-47

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,875 sec.

Inserire almeno 4 caratteri