Divisione Nazionale C
martedì 9 dicembre 2014
BASKET
I Piani vincono contro Bassano

S’interrompe il digiuno dei pianisti che ieri hanno messo in campo una gran bella prestazione, riuscendo a battere l’Orange 1 Bassano. Ciò che ha colpito è sicuramente la fame con cui sono scesi in campo i ragazzi. Gli arrivi di un nuovo coach e un nuovo giocatore hanno dato man forte, ma l’atteggiamento e la grinta sono stati determinanti. Senza contare che sull’altro fronte si presentava un bassano in grande forma che veniva da 3 vittorie consecutive, squadra giovane per giunta, che si accende con l’entusiasmo e molto capace nelle partite punto a punto come quella di ieri al PalaMazzali.
L’incontro non inizia nel migliore dei modi: coach Campagnolo schiera i due Camazzola, Gallea, Guisse e Crosato, Coach Fiorani invece mette in campo un Tiribello in grande spolvero, la new entry Denarius Darby, Gotti, Sipala e Somvi. L’emozione probabilmente è tanta e il Bassano approfitta dei  pianisti ancor un po’ bloccati, Gallea, che termina come top scorer della gara con 22 punti, e Nicola Camazzola iniziano a segnare da tutte le parti. I pianisti ci mettono un po’a ingranare la marcia giusta, bloccando la volata iniziale dei veneti solo sul 2 – 10. Chicco Tiribello impiega qualche minuto a scaldarsi, ma una volta fatto il rodaggio si accende e inizia a intendersi con il nuovo compagno, facendo girare bene la palla e trovando ottime soluzioni di tiro per sé e per i compagni. La gara non è più a senso unico. 
Tra i bassanesi a cambiare marcia è Crosato che cerca di rimandare giù nel punteggio i padroni di casa, che salvano la faccia ancora una volta grazie a Tiribello e una bomba che scema l’entusiasmo degli avversari. Siamo alla fine del primo quarto e gli ospiti sono avanti per 17-23.
Nel 2° periodo sembra essersi sciolto anche il nuovo arrivato che cala l’asso rimbalzi dalla manica e inizia letteralmente ad arrampicarsi sui ferri, prima recuperando in aria palloni, poi schiacciandoli dentro. Coach Fiorani si trova con Julian Somvi già carico di falli e la necessità di fare qualche rotazione in più. Tra i giovani scalpitanti è il turno di Dolzan e Trenti che entrano in campo e in pochi minuti segnano buoni canestri, coadiuvati dal mitico Darby che non solo è un cavallo di razza, in puro stile americano, ma gioca volentieri per i compagni, gli aiuta, facendoli segnare e supportandoli in difesa. Siamo a metà partita e la panca bianco-blu cala un’altra buona carta: la difesa due-tre che dà un attimo di respiro, inceppando i ben oleati meccanismi dell’Orange 1. Tiribello inzia a soffrire l’asfissiante pressione sulla palla, così la neo-coach  lo sostituisce per fargli riprendere una attimo fiato e i pianisti vanno di nuovo in difficoltà. È la volta anche di Braghin che prova a fare del suo meglio, ma senza il pilastro Tiribello, i Piani faticano e vanno sotto 48-55. Improvvisamente Gotti con i tiri dalla lunga distanza e Julian, di nuovo in campo, prendono in mano la situazione, risollevando le sorti della partita. Merito a Somvi che nonostante i falli è riuscito a rimanere concentrato e chirurgico ogni volta che si trova sotto canestro: dieci punti e sei rimbalzi in poco più di 29 minuti. Gli ultimi 10 minuti sono sicuramente i più belli visti al PalaMazzali dal lontano 12 ottobre quando i pianisti vinsero contro il Petrarca Padova.
Mancano 4 minuti e mezzo e il risultato è ancora in equilibrio, Gotti, Darby e i liberi di Somvi mettono la firma su questa partita e portano in vantaggio i Piani a 37 minuti dalla fine. L’Orange nonostante un Gallea in formissima non riesce più a segnare e ai Piani bastano gli ultimi sforzi in difesa per restare sul 69-63 finale e portare a casa non solo i due punti, ma la convinzione che da ora in poi comincia un nuovo percorso.
Coach Fiorani motiva la prima vittoria alla guida dei Piani come “la classica reazione di un gruppo di ragazzi che ha voglia di fare e di dimostrare”. Lei ha deciso di unirsi a loro consapevole che ci sarà tanto da lavorare, ma il suo obiettivo è non perdere la compattezza e l’alchimia che il gruppo in autonomia è riuscito a creare nelle ultime due settimane e sull’onda di questo, provare a far crescere i giovani. Farli divertire tutti è il primo obiettivo, perché il basket, in fondo, non è altro che uno sport meraviglioso, dove la prima regola è “divertirsi insieme”.
I pianisti adesso si preparano per la prossima trasferta, a Caorle domenica 14 dicembre alle ore 18 contro una formazione a pari punti in classifica, sconfitta questo weekend da una delle prime della classe, la Falconstar Monfalcone. Non resta che aspettare una settimana e vedere se i pianisti riusciranno in un’altra piccola impresa, alla ricerca di un nuovo equilibrio e nuove soddisfazioni.

Tabellino
Us Piani Electrogroup Tec – Orange 1 Bassano 69-63 (17-23; 37-35; 48-55)
Us Piani: Tiribello 11, Gotti 13, Darby 21, Sipala 8, Somvi 10, Profaiser, Dolzan, Trenti 6, Braghin. All.ri Fiorani, Bettoni
Pall. Bassano: Camazzola N. 13, Camazzola M. 2, Guisse, Gallea 22, Crosato 9, D’Incà 6, Vian, Prandini 11, Bonivento, Pagnon. All.re Campagnola
Tiri Liberi: Us Piani 13/15; Bassano 21/29
Tiri da 3 pt: Us Piani 4/15; Bassano 4/21
Rimbalzi: Us Piani 28; Bassano 20

SERIE C-Girone C?10ª Giornata:? Pall. Vis Spilimbergo-Gemini Mestre 104-99?; Falconstar Basket-S. Margherita Caorle 83-65?; Pall. Montebelluna-Rucker Sanve 56-58; ?Ardita Gorizia-Coe Oderzo 54-74?; Piani Electrogroup Tec-Orange1 Bassano 69-63?; Petrarca Padova-Calligaris Csb Corno 68-72?; Banca Popolare Vicenza-Broetto Costruzioni Padova 69-60.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.

Inserire almeno 4 caratteri