A1 femminile
domenica 12 marzo 2006
BASKET
Lenzi gagliardo, ma non basta nemmeno stavolta

In sede di presentazione della partita dicevamo che ad entrambe le contendenti necessitava, stasera, una vittoria. Venezia per la rincorsa ai play off, Bolzano per quella, più disperata, ai play out. Ha avuto la meglio la determinazione delle veneziane che, dopo una serie di cinque sconfitte consecutive, ha ritrovato nelle ultime due giornate, sempre fuori casa, la vittoria e la strada verso i play off.
A sorpresa tra le fila bolzanine si è vista in campo Jackie Moore che, prima dell?operazione alla spalla prevista per venerdì prossimo (AUGURI !!), ha voluto dare il suo contributo alla causa con risultati anche apprezzabili.
Il coach veneziano Michelini alla vigilia aveva dichiarato di non sottovalutare le biancorosse ed in campo si è visto fin dall?inizio che le orogranata non volevano ripetere la figuraccia rimediata in casa con Vicenza, giocando una partita gagliarda. La squadra di Pasini da parte sua, ha messo il cuore sul parquet cercando quella vittoria che tenesse aperta la porta dei play out. Ma non è bastato.
Le biancorosse hanno sfoderato una prestazione intensa ed aggressiva, cercando di tenere alto il ritmo di gioco per tutta la partita. Una tattica di gioco consueta nelle ultime giornate vista la differenza di ?peso? delle avversarie ed anche rischiosa vista la ?solita? panchina corta bolzanina (oggi mancava Anna Rossi alle prese con problemi muscolari).
I quintetti iniziali vedono Bolzano in campo con Mazzali, Erceg, Lazzari, Aziz e Ciech risponde l? Umana Venezia con Garcia, Modica, David, Vujovic e Sanford. Lenzi Profexonal a zona mentre l?Umana allunga la difesa individuale su tutto il campo ed in attacco inizia con 4 tiri in fila da 3 punti (1 su 4), Bolzano non è da meno, con 2 bombe Mazzali ed Erceg firmano l?unico vantaggio del quarto sul 6 a 3. Michelini inizia a predicare calma ed i risultati si vedono subito, la play Garcia inizia a distribuire palloni sotto a Sanford (13 punti per lei nel primo parziale) e Venezia si porta sul 15 a 8 al settimo minuto. Per arginare tanta prepotenza sotto canestro Pasini si vede costretto a mettere ben presto in campo Jackie Moore per cercare, se non altro, di intimidire le avversarie sul piano fisico. Una finalmente precisa Aziz tiene a galla Bolzano ed il quarto si chiude sul 24 a 16 per le ospiti.
Il secondo quarto inizia con Prado per Sanford, in panchina a rifiatare, l?attacco alla zona si inceppa e le biancorosse pian piano si riportano sotto grazie ad alcuni bellissimi giochi a due tra Mazzali e Aziz (17 punti per lei all?intervallo), Michelini ordina la zona e fa riposare anche Garcia con la giovane Sottana e così arriva il sorpasso (32 a 29) addirittura su un gioco da 4 punti concluso da una brillantissima Boki Erceg (da sottolineare la prova della croata con un 33 di valutazione finale ed ottime % al tiro - 6/8 da 2p - 4/5 da 3p e 5/6 ai liberi, oltre a 6 rimbalzi); malgrado il rientro in campo di Sanford e Garcia, Bolzano sulle ali dell?entusiasmo e trascinata dal tifo di casa arriva anche al massimo vantaggio di +6 per chiudere poi il quarto 44 a 41 con una bomba di Garcia a pochi secondi dall?intervallo ad accorciare lo svantaggio lagunare. I tifosi sugli spalti si guardano quasi increduli dopo aver assistito a 20? di buon basket da parte delle loro beniamine con percentuali da far invidia alle prime della classe; ci si chiede solo se si possa reggere a questi livelli per tutto il resto della partita e se l?Umana continuerà a sparare a salve dalla grande distanza (4/16 a questo punto).
Al rientro in campo le squadre si schierano con i quintetti base ed entrambe a zona. Mazzali cerca di alzare ulteriormente il ritmo ma, complice qualche palla persa ed un po? di nervosismo, Bolzano, pur comandando il punteggio, non riesce a prendere il largo e le squadre rimangono costantemente a contatto; si vede in campo anche Buzzanca (oggi inconsistente) ed Elena Zambarda su un tentativo, per qualche minuto, di difesa a uomo.
Il terzo parziale si chiude con due triple consecutive di Paola Mazzali per il 61 a 59 dell?ultimo intervallo. Nei dieci minuti finali la tensione sale altissima. Le tiratrici di Venezia si risvegliano all?improvviso e piazzano 3 bombe in fila con Vujovic (2) e Garcia per il vantaggio al 5? 68 a 66, ma un?immensa Erceg ed una generosissima Moore non mollano, ribattono colpo su colpo ed all?8? Bolzano è ancora avanti 74 a 72 per poi subire altre due triple dalle veneziane (ancora Vujovic e Modica), 78 pari ad un minuto dalla fine; finale al cardiopalma con le biancorosse che gettano al vento un paio di palloni e le orogranata, ciniche, ringraziano e chiudono la partita con due canestri da sotto della solita Sanford e di David per l?84 a 78 finale in favore dell?Umana Venezia.
Evidente la delusione sui volti delle ragazze biancorosse al rientro negli spogliatoi per una partita persa nei secondi finali che pregiudica, forse definitivamente, la rincorsa ai play out salvezza.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,674 sec.

Inserire almeno 4 caratteri