SporTrentino.it
Varie

Trentino Basket Cup: l'Italia supera anche la Bosnia (84-81)

rinta, determinazione, cuore e spirito di squadra. Ovvero tutto quello che chiede Pianigiani. L’Italia vince ancora, stavolta contro la Bosnia Erzegovina (84-81) e fa notevoli progressi sotto tutti i punti di vista. La difesa funziona, l’attacco si sblocca e nei momenti di maggiore difficoltà, che pure ci sono, la squadra si compatta stringendo i denti e continuando a produrre buon basket. Una vittoria meritata, cercata e voluta dagli Azzurri, che adesso guidano la classifica della Trentino Basket Cup in attesa dell’ultimo match contro il Montenegro (venerdì 27 luglio alle 20.30).

“Abbiamo avuto un approccio diverso rispetto alla gara contro la Finlandia – commenta coach Pianigiani – e stavolta abbiamo mosso bene la palla distribuendo punti e proponendo buona circolazione. Un po’ di sofferenza nel finale perché abbiamo attaccato a sprazzi la zona di una squadra che sa farla e, complice qualche palla persa di troppo ci siamo ritrovati in un finale punto a punto. Queste sono comunque situazioni da vivere ma nel complesso direi che siamo soddisfatti: siamo stati avanti per 37 minuti su 40 ed è stato un altro allenamento positivo che ci da spunti per continuare a lavorare ancora. Proseguiamo nella maniera migliore”.

Strepitosi gli Azzurri del primo quarto: tutto funziona a meraviglia, con la squadra che difende fortissimo e in attacco sbaglia poco. Cusin cattura un’infinità di palloni e ne sporca altrettanti, lavorando tantissimo per rifornire un attacco che ha in Aradori un terminale mortifero. Gli 11 punti del numero 33 si abbattono sulla Bosnia con l’urto di un ciclone e trascinano tutto il resto del gruppo. Il 14-10 Italia dei primi 5 minuti si allarga fino al 26-17 di fine frazione grazie alla grande vena del duo Datome-Gigli (4+6 nei secondi 5’ del primo quarto). Teletovic è tenuto a bada da capitan Mancinelli e Wright è poco preciso. Il solo Dedovic non basta ad arginare la verve italiana.
Gigli è una furia e i bosniaci se ne accorgono anche ad inizio secondo quarto: altri 5 punti (bomba compresa) mandano in orbita l’Italia (31-22). Il ritmo è davvero alto e la più che fisiologica flessione è dietro l’angolo, con la Bosnia che approfitta e si rifà sotto (33-31 al 16esimo). Le rotazioni di coach Pianigiani ridisegnano più volte la squadra ma una volta trovato l’assetto gli Azzurri ricominciano a correre con un 11-0 che ha del sensazionale (44-31 con un minuto da giocare). Fa il suo esordio in campo Massimo Chessa e l’Italia chiude il primo tempo 44-35. Scout positivo per Mancio e compagni, che collezionano 13 rimbalzi in difesa (16 totali). La Bosnia si regge invece sul talento di Teletovic e Dedovic (14+14).
Tutt’altro che paghi, gli Azzurri rientrano in campo con lo stesso piglio del primo tempo: due triple di Mancinelli ed una strepitosa azione chiusa da Cusin strappano gli applausi del PalaTrento, mentre il tabellone segna 54-41 Italia. I ragazzi in campo si divertono e volano ma i bosniaci non mollano e si fanno sotto aumentando il ritmo: il terzo quarto va in archivio sul 64-62 Italia ed è il momento di stringere i denti. Gli Azzurri sanno come si fa e con una gran difesa costruiscono un break pesante che ricaccia indietro la formazione di Petrovic (76-67 al 35esimo) ma i cecchini avversari tengono vivo il match e bisogna lottare fino alla fine (78-76 con 2:30 alla sirena lunga).
Dedovic manca il pareggio dalla lunetta mentre dalla parte opposta Hackett è perfetto: 82-79 con un solo giro di lancette. Teletovic fa valere la sua gran classe e il finale è incandescente. Aradori sbaglia la tripla ma sbaglia anche la Bosnia che sbatte sul muro Azzurro; Chiotti recupera palla e lancia il duo Aradori-Datome. Gigi chiude il match e fissa il punteggio sull’84-81 Italia.

Nel pomeriggio il Montenegro ha battuto una Finlandia priva di Mottola 75-68 con 15 punti di Sead Sehovic.

Italia-Bosnia Erzegovina 84-81 (26-17, 44-35, 64-62)
Italia: Cavaliero 5 (1/1, 1/5), Mancinelli 14 (2/3, 3/5), Poeta, Vitali, Cusin 10 (4/5), Datome 12 (4/9, 1/1), Magro ne, Gigli 13 (5/5, 1/1), Chessa, Cinciarini (0/2), Viggiano (0/1, 0/2), Hackett 8 (3/4, 0/3), Chiotti 2 (1/3), Aradori 20 (5/8, 3/6). All: Pianigiani; Ass: Dalmonte, Fioretti
Bosnia Erzegovina: Avdibegovic ne, Masic 5 (1/2, 1/3), Brkic ne, Naletilic, Wright 9 (3/12), Bavcic ne, Mitrovic, Kikanovic 16 (7/9), Teletovic 19 (0/1), Persic 3 (0/1, 1/2), Dedovic 29 (7/10, 3/5), Sinanovic (0/1). All: Petrovic

Note: Tiri da 2 Ita 25/41, Bos 22/43; tiri da 3 Ita 9/23, Bos 8/19; tiri liberi Ita 7/10, Bos 13/16. Rimbalzi Ita 30, Bos 29. Assist Ita 18; Bos 14.
Danilo Gallinari ancora a riposo precauzionale.

Arbitri: Taurino, Quacci, Barni

Montenegro-Finlandia 75-68 (20-18, 40-31, 58-52)
Montenegro: Ivanovic 8, Mihailovic 9, Sehovic Su., Popovic 5, Sehovic Se.15, Sekulic 10, Jelenic ne, Dragicevic 5, Bjelica 5, Rochestie 8, Dubljevic 6, Dasic 4, Koljevic ne. All: Pavicevic
Finlandia: Koivisto 4, Muurinen 12, Huff 8, Lee, Salin 6, Kotti 17, Koponen 8, Makalainen 6, Mottola ne, Ahonen, Nikkarinen, Nuutinen 4, Kaunisto 3, Lindbom. All: Dettmann

La classifica

Italia 4
Bosnia Erzegovina 2
Montenegro 2
Finlandia 0

Il programma

25 luglio
Bosnia Erzegovina-Montenegro 83-81
Italia-Finlandia 79-71

26 luglio
Montenegro-Finlandia 75-68
Italia-Bosnia Erzegovina 84-81

27 luglio
Finlandia-Bosnia Erzegovina (18.00)
Italia-Montenegro (diretta Sportitalia2, 20.30)

(fonte Fip nazionale)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Classifica

Notizie

Foto e video