A1 femminile
martedì 4 ottobre 2005
BASKET
Bolzano, partenza in salita

La Profexional Bolzano, dopo la miracolosa salvezza della passata stagione, si scotta con una sconfitta. Viterbo è apparsa più pesante, sotto il profilo tecnico, ma Bolzano può trovare col tempo una buona identità.
La partita. Parte bene Viterbo che dopo 4 minuti doppia Bolzano (6-12) grazie ad una tripla della Siccardi e Pasini è costretto a chiamare il primo time out. Viterbo riesce comunque ad andare sul 20-9, ma Bolzano reagisce e nella seconda metà della seconda frazione, con un parziale di 13-6, si riporta sotto (22-27).
Nel secondo quarto Bolzano si avvicina con una tripla della Lazzari (33-36) ma la reazione della squadra di Scaramuccia arriva con un parziale di 0-7 ed è 33-43 per le laziali, accompagnate sugli spalti da molti tifosi. Viterbo va così all?intervallo avanti di sei punti.
Ad inizio della terza frazione Viterbo mette a segno un parziale di 2-8 e vola sul 39 a 51, un altro time out per coach Pasini, che al rientro in campo, ottiene un buon mini break (14-10 in 5 minuti) che riporta in partita la squadra biancorossa 51 a 53 al venticinquesimo.
Poi però, il Basket Club Profexional Bolzano, si trova a fare i conti con la Kouznetsova (3 triple consecutive e poi una quarta sul finire del terzo parziale) e anche con la zona due tre di Viterbo, che manda in confusione il quintetto di Piero Pasini, che al trentunesimo finisce sotto di 22 lunghezze subendo dalla Gescom un parziale pesante: 3 a 23 in sei minuti. Il vantaggio della formazione laziale cresce ancora, sino al massimo di più 25 al trentanovesimo.
La partita finisce con il Bcb Lenzi Profexional sotto di ventidue lunghezze imposte da una Gescom Viterbo, che alla fine fa valere il suo maggior peso tecnico-tattico. Un ?altra squadra rispetto a quella che aveva vinto solo ai supplementari nel torneo di Faenza.
Per il Basket Club Bolzano. Nonostante la pesante sconfitta, resta, comunque, la consapevolezza che il campionato è ancora lungo e che c?è tempo per rimettersi in corsa, per ritornare competitivo, anche se non è proprio semplicissimo, considerata la grande concorrenza.
Il calendario, poi, non aiuta il Bcb Lenzi Profexional, che già domenica prossima dovrà fare visita alla Famula Schio di coach Fabio Fossati, che ha vinto l?ultimo scudetto, un?avversaria non certo facile, anche se ha steccato la prima, con la pesante sconfitta con il Coconuda Maddaloni.
La squadra allenata da Piero Pasini mostra ancora delle difficoltà di conoscenza. Se da un lato le straniere Aziz e Moore compongono una discreta e fastidiosa coppia di lunghe, con le esterne Mazzali e Buzzanca; dall?altro lato l?ala croata Bozena Erceg mostra ancora problemi di ambientamento con le sue nuove compagne.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri